VILLABATE – Simula rapimento per coprire fuga d’amore: 3 indagati

Nessun rapimento dietro la scomparsa della donna di 45 anni di Villabate, Marina Dorotea Di Peri, vista salire dal figlio su un furgone bianco guidato da un uomo questa mattina. Secondo quanto accertato dai carabinieri che dopo l’allarme lanciato dal testimone hanno cercato di ricostruire la vicenda, la donna si sarebbe allontanata volontariamente. E’ stata la stessa Di Peri, contattata dagli investigatori, a comunicare la sua scelta di non tornare a casa dove vive col marito e due figli. 

Ci sarebbe un rapimento simulato dietro tutta la vicenda. Di Peri e il suo amante avrebbero infatti messo in scena, con la complicità di una terza persona, un sequestro per nascondere una fuga d’amore. A dare l’allarme ai carabinieri è stato il figlio della Di Peri che ha raccontato di avere visto la madre salire, costretta da due uomini, su un furgone bianco. Un elicottero dell’Arma si è alzato in volo per rintracciare il mezzo, poi individuato a Palermo. E’ stata la stessa donna, bloccata dai carabinieri, a raccontare di essersi allontanata volontariamente e di non avere alcuna intenzione di tornare a casa. Stessa versione la Di Peri ha dato al marito a cui avrebbe confessato di essersi innamorata di un altro. Tutti e tre sono indagati per procurato allarme.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.