VILLAFRANCA SICULA – Al via controlli anti Tbc

Sarebbe stato identificato l’untore che avrebbe portato al contagio della tubercolosi i bambini di una scuola materna di Villafranca Sicula. Questo è quanto è emerso giovedi sera durante un’affollata riunione alla quale hanno preso parte le autorità amministrative, scolastiche, sanitarie e soprattutto le famiglie dei piccoli che frequentano la scuola. Il vertice è stato presieduto dal Dott. Gaetano Geraci, direttore del servizio di epidemiologia dell’azienda sanitaria provinciale di Agrigento, alla presenza del Sindaco di Villafranca Sicula Domenico Balsamo e del dirigente scolastico dell’istituto comprensivo “Roncalli” di Burgio Vito Ferrantelli. Le più preoccupate giustamente sono apparse le famiglie dei bambini, soprattutto quelli della stessa classe dei tre ragazzi che sono risultati positivi al test della tbc presso l’ospedale dei bambini “ Di Cristina” di Palermo , dove si trovano ricoverati da qualche giorno. Hanno chiesto di essere informate della situazione sanitaria che della cittadina. Il direttore del Servizio di epidemiologia, Gaetano Geraci, ha rassicurato tutti  sulle corrette procedure di profilassi. Tutti gli allievi della sezione scolastica che sono venuti a contatto con i tre piccoli saranno sottoposti al test di Mantoux, ovvero al cosiddetto test della tubercolina, assieme al corpo docente e non docente vicino ai bimbi positivi. Si tratta di una cinquantina di persone in tutto, quaranta alunni e circa dieci adulti, che non dovranno recarsi presso l’ospedale di Sciacca per la breve indagine ma saranno per comodità direttamente visitati a Villafranca Sicula. L’eventuale positività al test di Mantoux non significa necessariamente essere affetti da tubercolosi perché può essere il segnale di un semplice contatto senza lo sviluppo della malattia come, peraltro, si riscontra genericamente in una piccola percentuale della popolazione sana. Circa il ventilato quarto caso di infezione, si tratta di un sospetto già monitorato e trattato dall’ Azienda sanitaria, e che, probabilmente, rappresenta il cosiddetto “caso indice”. La situazione nel suo complesso è sotto controllo e l’Azienda sanitaria è al fianco dell’autorità comunale per fornire massima informazione ed assistenza ai cittadini di Villafranca Sicula”. Le famiglie sono apparse più tranquille e molto probabilmente da metà della prossima settimana potrebbero riaccompagnare i figli in classe.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *