VITTORIA – Omicidio per motivi passionali

Una sparatoria per motivi personali nel Ragusano con una vittima. Si tratta di un cittadino romeno, Julian Anechiae, che è morto in ospedale dopo il suo ricovero. A sparare un vittoriese di 27 anni, Vincenzo Vindigni, che dopo aver colpito con due colpi di arma da fuoco il romeno e chi lo accompagnava, pare un amico vittoriese, si è costituito presso la stazione dei carabinieri. I fatti sono accaduti a Costa Fenicia, località della frazione marinara di Vittoria, nel Ragusano. Alla base del fatto di sangue, la relazione tra il Vindigni e la sorella del romeno morto nel conflitto a fuoco. Una relazione non approvata e alla base del litigio poi scaturito in un delitto. L’indagine è coordinata dal pm di turno Gaetano Scollo, che sta interrogando l’uomo che ha sparato.

Vindigni ha ferito in modo non grave anche Salvatore Ione, di Vittoria, che era con la vittima. Il delitto, avvenuto nella frazione vittoriese di Scoglitti, ha molti lati oscuri che gli inquirenti stanno cercando di ricostruire. Finora non è emerso molto dal primo interrogatorio cui è stato sottoposto il presunto omicida da parte del pm Gaetano Scollo e dai carabinieri. Secondo una prima ricostruzione il vittoriese di 27 anni, Vincenzo Vindigni, avrebbe sparato contro il romeno e il suo accompagnatore che erano andati a trovarlo a casa per discutere della relazione che l’uomo intratteneva con la sorella di Anechiae. Ione è stato dimesso dall’ospedale ieri a tarda sera perchè aveva solo una piccola ferita alla spalla. Oggi sarà sentito dagli inquirenti.(ANSA).

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.