Archive | Attualita’

RACALMUTO – Fondazione Sciascia, incontro con l’autore “Carmelo Sardo” [VIDEO]

Presso la Fondazione Leonardo Sciascia a Racalmuto si è svolto l’incontro con l’autore Carmelo Sardo.

Nelle attività programmate all’interno per il piano di miglioramento gli alunni della V C del plesso “Alaimo”  della scuola primaria e gli alunni delle classi terza della scuola secondaria di 1° grado Pietro D’Asaro , hanno incontrato il giornalista-scrittore da noi intervistato insieme alla Dirigente , Rosa Pia Raimondi.

Postato in Attualita', Cronaca, Cultura, RACALMUTO, Scuola, Video0 Comments

AGRIGENTO – Premio Mimosa d’oro 2017 il 6 maggio al teatro Pirandello [VIDEO]

Ad Agrigento sabato 6 maggio, al Teatro Pirandello, dalle ore 17 in poi, si svolgerà la 27esima edizione del “Premio Mimosa d’oro 2017”, promosso dal Centro culturale Guttuso di Favara presieduto da Lina Urso Gucciardino. L’ingresso è gratuito. L’edizione 2017 del Premio Mimosa d’oro è stata assegnata a Titti Postiglione, direttrice dell’Ufficio Emergenze della Protezione Civile Nazionale. Poi, alla giovane e già affermata attrice favarese, Selene Caramazza, è stato assegnato il Premio “Mimosa d’oro Giovani 2017”. Sono stati inoltre assegnati dalla speciale Commissione i Riconoscimenti speciali a donne che si sono particolarmente distinte nel loro ambito d’azione. Si tratta di Gesuela Pullara, Commissario della Polizia Penitenziaria, Maria Volpe, Ispettore capo della Polizia di Stato, Irene Messina, campionessa italiana di Pentathlon lanci, Cinzia Favara presidente della Lad Onlus, associazione in favore dei bambini con malattie oncologiche, e le volontarie della Croce Rossa Italiana di Lampedusa. La serata sarà allietata dall’esibizione di alcuni ragazzi protagonisti delle note trasmissioni televisive “Ti lascio una canzone” e “Io canto”, e che sono allievi dell’Accademia dello spettacolo “Palladium” di Lia Minio e dell’Accademia “Le Muse” di Chiara Rizzo. Con loro anche gli allievi della Fit-Ballet-Performance di Giovanna Di Maria. La direzione artistica è affidata a Giuseppe Moscato che condurrà la serata con Gabriella Omodei. Ospite d’onore il cantautore Ron.

Postato in AGRIGENTO, Attualita', Cinema, Cronaca, Cultura, Eventi, In evidenza, Spettacolo, Video0 Comments

Il nostro sito internet festeggia i 10 anni di attività

Era l’estate del 2006 quando veniva realizzato il progetto di voler estendere il nostro lavoro televisivo anche via web: un sito  al servizio del territorio. Nasce così www.trs98.it . Un progetto ambizioso  condotto con grande professionalità e abnegazione da Nicolò Giangreco e il suo staff, qualità che lo hanno portato, nel tempo, a diventare uno tra i più letti.

Una attività intensa che fa di www.trs98.it “un portale dell’informazione” tra i più importanti a ridosso delle grandi testate giornalistiche.  Ora, per celebrare al meglio il traguardo del decennale, www.trs98.it vuole ringraziare tutti Voi che , negli anni, avete contribuito con la Vostra preferenza a farci diventare grandi ma sempre umili com’è il nostro stile.

Cercheremo di stare al passo coi tempi, e non è facile, per servire  il nostro territorio, dove l’informazione ha trovato lo spazio e la considerazione che merita.

Per una volta la notizia siamo noi. www.trs98.it taglia il traguardo dei 10 anni di attività e lo fa – permetteteci di sottolinearlo – con grande orgoglio. Le “primavere” che passano sono per noi motivo di soddisfazione, perché consolidano un’esperienza nata quasi per caso e divenuta una passione per chi la dirige, ma anche un punto di riferimento nel panorama dell’informazione locale per i nostri lettori. Che sono tanti, tantissimi e sempre affezionati.

Continueremo a offrirvi, nei limiti delle nostre possibilità, uno sguardo su ciò che accade nella nostra provincia, e non solo,  a darvi l’opportunità di dire la vostra, di segnalare e di conoscere.

Grazie per questi 10 anni, trs98.it siete voi. 

Un grazie dal Direttore della testata giornalistica Nicolò Giangreco

Postato in AGRIGENTO, Attualita', Cronaca, Cultura, Eventi, In evidenza, RACALMUTO0 Comments

AGRIGENTO – Parello Direttore del Parco archeologico: “Sì, abbiamo trovato un teatro di epoca ellenistica” [Vd Tg]

«La cavea teatrale c’è e dovrebbe essere dal diametro di circa 100 metri». L’annuncio è stato fatto dal direttore del Parco archeologico della Valle dei Templi Giuseppe Parello, durante una conferenza stampa ad Agrigento. Erano presenti anche il commissario del Parco, Bernardo Campo e l’archeologo Luigi Caliò dell’università di Catania.

«Calcolando il fatto che stiamo scavando da un mese, che non è un tempo molto lungo per uno scavo archeologico – ha spiegato l’archeologo Caliò – abbiamo delle novità importanti. Una serie di elementi che ci permettono di confermare quella che era l’ipotesi iniziale: ci troviamo di fronte ad una cavea teatrale e questa cavea ha una sua monumentalità. Se da una parte abbiamo una piazza, molto grande, e la cavea è la facciata verso Sud, verso i Templi, di questa enorme struttura monumentale che conosciamo solo parzialmente, dall’altra parte tutta una serie di saggi, ne abbiamo aperti sei, sembrano confermare l’ipotesi che ci troviamo davanti ad una cavea semicircolare in parte costruita, nella zona più orientale su roccia, ed in parte, invece, costruita in blocchi nella parte più occidentale».

“Il teatro della città antica è stato trovato. Lo abbiamo immaginato e cercato per lungo tempo e da qualche mese abbiamo sperato di essere vicini al ritrovamento; adesso giunge la conferma dagli archeologi, a poche settimane dall’avvio degli scavi”. Ad annunciarlo è il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, che spiega: “E’ un teatro di periodo ellenistico. Si estende a semicerchio con un diametro di oltre 100 metri ed è rivolto verso la Valle e il mare”.

“Per la città intera – prosegue il primo cittadino – si aprono scenari nuovi. L’area archeologica della Valle dei Templi si arricchisce di un nuovo eccezionale monumento: i nostri antenati continuano a essere munifici di doni straordinari. Agrigento e la Sicilia meritano oggi di vivere questo felice momento storico per la tenacia con cui hanno deciso di voltare pagina e di impegnarsi al massimo per la tutela e la valorizzazione di uno dei maggiori complessi archeologici del Mediterraneo”.
Il sindaco Firetto guarda con fiducia al futuro: “Il teatro antico è una realtà destinata a far crescere l’interesse dei visitatori e ad arricchire notevolmente le potenzialità del sito Unesco, che sono inscindibili dallo sviluppo della città intera. Mentre emergono i resti di maschere teatrali, di conchiglie usate come monili, di monete, di frammenti che riempiono di dettagli importanti la ricerca degli archeologi, si conferma la storia illustre di una città, di cui nel 2020 celebreremo i 2600 anni dalla fondazione”.

Postato in AGRIGENTO, Attualita', Cultura, Eventi, In evidenza, Video0 Comments

TV – Programmazione Studio 98 venerdi 4 novembre 2016

Oggi, venerdi 4 novembre 2016, in coda a tutte le edizioni dei nostri Tg, potete seguire uno speciale realizzato da Sergio Rizzo sul convegno , svoltosi nei giorni scorsi e organizzato dall’ordine degli Architetti sul tema: “Il nuovo codice degli appalti”.

E questa sera, alle ore 21, nuova puntata di ” A tu per tu” con ospite il Sindaco di Racalmuto, Emilio Messana. Conduce Nicolò Giangreco

Postato in Attualita', Cultura, Eventi, Politica0 Comments

Ottime notizie dal Distretto Socio Sanitario D3

Sul sito del comune di Racalmuto è possibile visionare degli avvisi relativi alle attività del Distretto socio-sanitario D3 comprendenti  gli otto comuni: Canicatti’, Naro, Camastra, Racalmuto, Grotte, Campobello di Licata, Castrofilippo e Ravanusa.

 Il primo avviso riguarda il fondo PAC Infanzia (Piano di azione e coesione) secondo riparto ed è rivolto agli enti erogatori di servizi socio-educativi  per la prima infanzia Asili Nido e Micronido. Il Distretto ha deliberato di finanziare l’acquisto di posti in asilo nido privati aventi sede nei Comuni di Canicattì, Grotte e Racalmuto. Le strutture private dovranno accreditarsi presentando apposita domanda al Comune entro la data del 11 novembre 2016. Alle famiglie verrà riconosciuto un buono di servizio (o voucher sociale) del valore mensile di circa 900 euro, che  darà diritto all’acquisto di un posto negli asilo nidi privati che si saranno accreditati nei comuni di Canicattì, Racalmuto e Grotte. “Il Comune di Racalmuto ha già attivo il servizio “Spazio Gioco” gratuito e gestito con personale comunale per i bambini da 0  a 3 anni – dichiara la vicesindaco con delega ai Servizi Sociali e alla Pubblica Istruzione dott.ssa Carmela Matteliano – . Il finanziamento di quattro posti in asilo nido privati completa la nostra offerta, per andare incontro alle esigenze delle famiglie e valorizzare il lavoro delle strutture private.

 L’altro avviso riguarda l’indizione di una manifestazione di interesse per la selezione di un partner privato per la presentazione di progetti finanziati a valere sul fondo sociale europeo, programmazione 2014-2020, programma operativo nazionale (Pon) inclusione. “Si tratta di progetti per favorire la formazione e l’inserimento lavorativo dei nostri concittadini che si trovano in condizioni di disagio sociale – osserva il sindaco Emilio Messana.  Ai fondi del Servizio Inclusione Attiva, per accedere ai quali è possibile presentare la domanda  presso i nostri uffici, si aggiungono oltre un milione di euro di fondi PON assegnati al nostro Distretto. L’avviso è diretto a reperire la collaborazione di enti privati, per accelerare l’attività di programmazione e partecipare nei termini e con progetti competitivi ai bandi.”

 E, infine, la delibera del comitato dei sindaci che prevede nell’ambito della legge 328/2000 la ripartizione a ciascun comune delle unità da avviare nel Progetto Servizio civico . Quindici unità saranno selezionate dal Comune di Racalmuto.  L’azione progettuale del “Progetto di Servizio civico” avrà durata triennale ed a breve ogni comune pubblicherà il bando.

Il Distretto Socio-Sanitario è strategico per il nostro territorio – dichiara il Sindaco avv. Emilio Messana – I Comuni non hanno risorse proprie per erogare i servizi di assistenza sociale e i fondi a disposizione del Distretto vanno programmati ed utilizzati con oculatezza per aiutare le nostre comunità. Per sostenere l’azione del Distretto abbiamo impegnato nell’Ufficio Piano due nostri dipendenti il Rag. Renato Volpe e la sig.ra Mariaconcetta Tinebra, che hanno seguito e dato impulso alle attività . Abbiamo così sbloccato i fondi del Primo Riparto Pac Infanzia con l’avvio del servizio “Spazio Gioco” e l’acquisto delle attrezzature e i fondi del II Riparto, con il contributo per l’acquisto dei posti negli asili privati a supporto del nostro Spazio Gioco comunale e il finanziamento  di importanti lavori di ristrutturazione della sede ex ECA di Via Filippo Villa e del parco giochi adiacente. Il nostro lavoro è stato tanto apprezzato che il Comune di Racalmuto con il Rag. Renato Volpe è stato chiamato a seguire ‘istruttoria dei Pac Infanzia per tutto il Distretto. Abbiamo assegnato in questi due anni settantasei borse lavoro  e centosettantadue assegni socio  – sanitari, che giacevano dall’anno 2010. Adesso si apre un’importante stagione di programmazione di servizi sociali grazie ai fondi del Servizio Inclusione Attiva e del PON Inclusione, che abbiamo il dovere di seguire con attenzione per renderla rispondente al meglio alle esigenze della nostra comunità.”

Da quando ci siamo insediati sono stati tanti i progetti sbloccati – conclude la vicesindaco Carmela Matteliano –   purtroppo abbiamo ereditato grandi ritardi ma ci siamo rimboccati le maniche e dato forza e sostegno al Distretto, facendo sentire la nostra presenza sia politica, con la nostra partecipazione a tutti gli incontri, che amministrativa con i nostri dipendenti Volpe e Tinebra all’Ufficio Piano. Siamo consapevoli che c’è ancora tanto da lavorare, dobbiamo seguire i bandi in corso ed impegnarci per recuperare quelli pregressi.  Ho già allertato gli assessori degli altri Comuni per portare avanti i progetti relativi al Piano di zona  2010-12. Sono risorse importanti per combattere il forte disagio sociale che affligge le nostre comunità”

Postato in Attualita', Cronaca, In evidenza, Politica0 Comments

RACALMUTO – Si è concluso Kaos, il festival itinerante dell’editoria, della legalità e dell’identità siciliana [FOTO]

Sì è conclusa l’edizione racalmutese di Kaos festival dell’editoria, della legalità e dell’identità siciliana che si è tenuta dal 28 al 30 ottobre negli spazi del Castello Chiaramontano.

Ad aprire l’ultima giornata di domenica 30 ottobre, a Racalmuto,  la presenza festosa e colorata dei ragazzi del liceo artistico Catalano di Favara che, proprio di fronte  al monumento, si sono confrontati in una gara di creatività en plain arir,  disegnando con i gessetti sul selciato come moderni madonnari.

La mattina è stata contraddistinta anche con l’itinerario Nei luoghi di Sciascia che da anni traccia un’idea di turismo culturale, non solo come volano economico, ma in veste di arricchimento emotivo. Con la visita guidata partita dai locali della fondazione Sciascia per arrivare alla scuola – che conserva intatta l’aula dove lo scrittore insegnava –, e concludersi al Circolo Unione.

Nel pomeriggio sono stati consegnati i Premi Kaos, a partire da quello intitolato alla memoria dell’editore indipendente Salvatore Coppola. Dopo una breve introduzione curata da Ezio Noto e Piero Carbone, con la menzione “..per aver saputo raccontare in maniera struggente ed intensa una particolare realtà di ragazzi siciliani, trasmettendo il senso della speranza…” il riconoscimento è andato al romanzo Malae Spinae di Maria Letizia Balsamo e Daniele Catalano, uscito per Lupo editore.

Il Premio Kaos, istituito in memoria di Rita Atria invece, è stato conferito a Daniela Crimì – preside del liceo Ninni Cassarà – e a Paolo Bianchini e Paola Rota, anime del progetto SOS scuola.

Il Premio gesti e parole di legalità, che contraddistingue anche le diverse edizioni di Kaos, è stato attribuito al giornalista Attilio Bolzoni – con la motivazione “…per la sua capacità di leggere e raccontare il fenomeno mafioso esprimendo il proprio punto di vista in maniera libera e scevra da ogni forma di condizionamento..” e al magistrato Alfonso Giordano. A consegnare il premio a Bolzoni, un altro giornalista che racconta il territorio, Felice Cavallaro che a seguire ha condotto l’incontro Nei luoghi della ragione.

Intervistate da Francesco Pira le dirigenti scolastiche di Amatrice, in sala per focalizzare l’attenzione sul sisma che ha sconvolto il loro territorio, ma anche per portare la testimonianza del lavoro e della scuola nella zona “l’abbraccio delle istituzioni” come definito da Patrizia Palanca.

Grande attenzione dunque al premio Kaos solidale, consegnato dal sottosegretario del MIUR Davide Faraone alla dottoressa Maria Vincenza Bussi, ex dirigente dell’Istituto Romolo Capranica di Amatrice, Raffaelle Zarbo, dirigente dell’ufficio scolastico di Agrigento ha conferito il premio a Maria Rita Pitoni dirigente dell’I.C. di Amatrice. La preside dell’Istituto comprensivo di Racalmuto intitolato a Sciascia, Rosa Pia Raimondi, ha dato il premio alla dottoressa Patrizia Palanca responsabile del comprensorio scolastico di Acquasanta .

“La consegna di questo premio alle presidi delle scuole del centro Italia, colpite dal terremoto, vuole essere un segno di solidarietà e vicinanza alle famiglie e alla comunità scolastica che vivono un momento difficile – ha dichiarato Davide Faraone –. Riaprire le scuole è il primo segnale di ritorno alla normalità e lo diventa ancora di più oggi, dopo le notizie di nuove scosse nuovi crolli. Il ministero dell’Istruzione sarà accanto agli studenti e alle loro famiglie”

Il sottosegretario Davide Farone ha premiato inoltre anche una dirigente che opera sul territorio locale, la preside dell’Istituto alberghiero Milena Siracusa.

Anna Burgio e Alfonsa Butticè hanno ricordato il pittore racalmutese Giovanni Domenico Marchese. Il riconoscimento creato per ricordare la sua figura è andato a Salvino Marrale.

Il clou è stato, naturalmente, il Premio alla narrativa Kaos.

La giuria popolare si è espressa per un riconoscimento che è andato a Marilena Monti per Isola Emozione.

Ad aggiudicarsi il premio Kaos per la narrativa Cetta Brancato per l’opera Zahara.

Il direttore artistico Peppe Zambito ha dato l’arrivederci al prossimo anno con queste parole “anche quest’anno una straordinaria mescolanza di emozioni, di parole, di suoni, di immagini per un racconto corale della Sicilia, terra di forti passioni e di bellezze che spesso rimangono sottotraccia.  Racalmuto ci ha accolti con incredibile affetto, aprendoci i suoi itinerari culturali. Ringrazio il sindaco Emilio Messana e l’assessore Salvatore Picone” .

Postato in Attualita', Cultura, Eventi, In evidenza, RACALMUTO0 Comments

Il seno è enorme, imbarazzo in diretta: la televendita di intimo è lesbo / Video

Video

Il popolare canale di televendite Qvc, visibile anche in Italia, in Inghilterra si candida per diventare la versione video del mitico Postalmarket. Quella piccante, ovviamente, perché ogni giorno capita di assistere a scenette piuttosto scollacciate tra modelle (pettorute), assistenti imbarazzate e prove di biancheria intima sempre molto rischiose…

Video

Postato in Attualita', Dal Mondo, Dall'Italia, In evidenza0 Comments

La storia di un milite ignoto di Castrofilippo ricostruita da una gavetta ritrovata nel Lodigiano

A quasi dieci anni dal suo ritrovamento, si fa sempre più concreta la ricostruzione della storia di una gavetta della Seconda Guerra Mondiale. Affiorata dal fiume Adda e oggi custodita nella Sezione dell’Associazione Nazionale Arma di Cavalleria di Lodi, inizialmente le sue incisioni hanno fatto credere che il recipiente militare per il rancio appartenesse ad un soldato di nome Filippo Castro, il cui cognome era riportato prima del nome, così come prevede l’ordine anagrafico in certi ambiti. Solo grazie alla curiosità di uno dei suoi casuali conoscitori è stata approfondita la vera origine della gavetta. Tra chi è rimasto attratto da quel reperto bellico infatti vi è anche un maresciallo dell’Esercito in pensione, originario di Castrofilippo. Salvatore Baio, così si chiama il protagonista di questa storia, con perizia ha saputo fornire una nuova versione all’origine della gavetta. Quel recipiente in latta non apparteneva ad un milite chiamato Castro Filippo, ma Castrofilippo era il paese da dove proveniva il soldato. E altri elementi depongono a favore di questa ipotesi. Accanto al nome della cittadina agrigentina infatti, sulla gavetta è incisa la parola “Grottarossa”, nota contrada della zona da cui sarà passato il soldato. Baio è sicuro della sua ricostruzione: “Posso considerare realisticamente che la gavetta ritrovata sul fiume Adda apparteneva a un cittadino di Castrofilippo chiamato alle armi – ha dichiarato il castrofilippese -, e se le date incise corrispondono alle mie ipotesi posso dire che si tratta di un concittadino della classe 1919, partito per la guerra nel 1942. Quindi posso anche ipotizzare che abbia fatto rientro a casa, in quanto da mie precedenti ricerche fatte nel 2008 i caduti di Castrofilippo nel secondo conflitto Mondiale furono 28, ma nessuno di questi appartiene alla classe 1919 e nessuno corrisponde alle iniziali M.Z. incise sempre sulla latta”. Salvatore Baio, deciso più che mai a portare la gavetta nel suo paese natale con l’interesse delle istituzioni coinvolte, ora confida nel coinvolgimento di qualche erede di questo soldato per completare il quadro di quello che sembra avere le sembianze di un vero e proprio “cold case”.

Postato in AGRIGENTO, Attualita', Cronaca, Cultura, Dall'Italia, Eventi, In evidenza0 Comments

Dal 13 ottobre al Cine Mezzano di Porto Empedocle il film di Giovanni Volpe [Vd Tg]

Un film “tutto agrigentino” che esalta la bellezza selvaggia e autentica del territorio. “Sul’amuri”, scritto oltreché diretto da Giovanni Volpe, da giovedì 13 ottobre 2016 è in programmazione al Cine Mezzano di Porto Empedocle con due proiezioni giornaliere, alle ore 18 e alle ore 20,30. Una produzione indipendente, che con una scelta di qualità di attori, musicisti, maestranze locali racconta una donna ancora attualissima attraverso alcuni dei luoghi della Sicilia più suggestivi e densi di storia.

 

Questa mattina, martedì 11 ottobre, ad Agrigento, l’amministratore del Distretto Turistico Valle dei Templi, Gaetano Pendolino, e il regista del lungometraggio, nella sede distrettuale di Viale della Vittoria, hanno presentato alla stampa l’attenta selezione delle locations, degli attori, delle musiche, delle tradizioni e delle maestranze locali che hanno determinato il patrocinio della Film Commission del Distretto. Presenti anche numerosi attori e i tanti che a vario titolo hanno contribuito alla riuscita del film.

 

 “Sul’amuri” è liberamente tratto dalla “Lupa” di Verga. Prima, spettacolo teatrale col titolo “Malerba e la Lupa”, poi, la versione cinematografica “Sul’amuri”. Un lavoro pregevole che ha ricevuto premi e riconoscimenti a Verona, Arezzo e Pistoia. Tra questi il “Giogo d’oro”, Premio del Parlamento Europeo. Nel film gli attori Giorgia Flora (figlia del noto musicista Pippo Flora de “I promessi Sposi” di Michele Guardì), la quale interpreta la “Lupa”, e l’affascinante Angelo Costanza nel ruolo di “Nanni Lasca”: grazie ai due protagonisti, già maturi delle rispettive esperienze teatrali e televisive, passione e emozione entrano in perfetto connubio con i profumi della Sicilia.

 

Il film rappresenta una scommessa, intanto dal punto di vista produttivo, perché si tratta di cinema indipendente e giovane, poi per la forza delle idee e per la selezione dei talenti: dagli attori, al progettista del sonoro, dalla ricerca musicale allo studio delle location, naturali scenografie, che accentuano fortemente la forza del racconto e della autenticità del rapporto con una Sicilia che sotto molti aspetti riesce ancora a conservare la sua genuinità e la sua bellezza naturalistica.

 

Il film racconta storie che benché affondino le proprie radici nella letteratura di fine Ottocento, hanno ancora un forte legame con la contemporaneità. La Lupa è forte, fragile, generosa, appassionata, spietata. La figura femminile che ne emerge, con le violenze subite, con le sue contraddizioni, con la sua voglia di libertà e il senso di oppressione di una cultura patriarcale è ancora di grandissima attualità. Nanni Lasca è incapace di governare i suoi istinti e crede di dover difendere il suo ruolo virile, mentre è invece incapace di gestire il suo rapporto con la donna, al punto da decidere di sopraffarla. Il tema diventa così attualissimo e riporta alla memoria storie recenti di violenza sulle donne.

 

Interessante anche la scrittura, che propone un Malerba simile al coro della tradizione tragica, più che il popolare cantastorie, in quanto sintetizza attraverso la sua bocca le voci che emergono dal passato che riportano gli eventi molti anni dopo la morte della “Lupa”.

 

Scenografia del film è quella Sicilia dell’Agrigentino che è meta del turismo dell’esperienza: quel turismo relazionale che tanti operatori del nostro territorio riescono a proporre ai visitatori (le gite a cavallo nella Valle dei Templi, i percorsi a piedi attraverso borghi, corsi d’acqua, boschi, colline d’ulivi, le esperienze enogastronomiche presso le cantine, i percorsi in mountain bike, le meravigliose attività delle fattorie didattiche, cooking show tra pasticcerie e forni, etc.), o quel turismo che viene oggi definito anche “valoriale”, perché crea un valore aggiunto all’appeal del territorio, coagulando sensibilità, nuove energie, tendenze.

 

Questa Sicilia emerge ad ogni fotogramma ed è frutto sapiente di una regia che porterà l’immagine più vera della nostra terra nelle sale cinematografiche italiane. Le musiche sono state composte e orchestrate da Accursio Antonio Cortese. La produzione è SAC&T realizzata da ArTesia.

 

E’ un prodotto, questo film, che è frutto del lavoro di siciliani, di artisti, che con generosità sanno regalare l’immenso patrimonio di storia e di cultura, autenticamente e nobilmente popolare, che hanno dentro.

La colonna sonora è eseguita da diversi musicisti locali, con la splendida voce di Antonella Infantino e quella di Antonio Zarcone, cantore della sicilianità.

Postato in AGRIGENTO, Attualita', Cinema, Eventi, In evidenza, Video0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98