Archive | AGRIGENTO

Firme false M5s, rinvio a giudizio per 14

Il Gup di Palermo, Nicola Aiello ha rinviato a giudizio tre deputati nazionali e due regionali ex M5s, 8 attivisti del movimento e un cancelliere del tribunale per la vicenda delle firme false apposte alla lista presentata nel 2012 dai grillini per le comunali di Palermo.

Il processo comincerà il 3 ottobre davanti al giudice monocratico. Gli imputati rispondono, a vario titolo, di falso e della violazione della legge regionale che ha recepito il testo unico in materia elettorale.

A giudizio, come ha chiesto il Pm Claudia Ferrari, i deputati nazionali poi fuoriusciti dal Movimento, Riccardo Nuti, Giulia Di Vita e Claudia Mannino, i parlamentari regionali Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio, rei confessi e sospesi dal Movimento, gli attivisti Samanta Busalacchi, Pietro Salvino, Riccardo Ricciardi, Giuseppe Ippolito, Stefano Paradiso, Toni Ferrara e Alice Pantaleone. Il processo è stato deciso anche per l’ex militante, l’avvocato Francesco Menallo, e per il cancelliere Giovanni Scarpello.

Il processo è stato deciso anche per l’ex militante, l’avvocato Francesco Menallo, e per il cancelliere Giovanni Scarpello. Per l’accusa – l’indagine è stata condotta dalla Digos – temendo che per un errore formale commesso nelle indicazioni delle generalità di uno dei sottoscrittori della lista, non si riuscisse più a raccogliere le firme necessarie per la presentazione delle candidature, su input del candidato grillino Ricardo Nuti, si decise di ricopiare le firme già raccolte dalle originali.

A riprova della tesi dei Pm, oltre alla confessione di Claudia La Rocca e Giorgio Ciaccio e alle ammissioni di alcuni attivisti, ci sono la consulenza grafologica richiesta dalla Procura e le testimonianza di decine di firmatari che hanno disconosciuto le loro sottoscrizioni.

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

CANICATTI’ – Omicidio Vinci: convalidato l’arresto di Daniele Lodato

Il Gip del Tribunale di Agrigento, Stefano Zammuto, ha convalidato l’arresto di Daniele Lodato, 34 anni, accusato di avere ucciso Marco Vinci, 22 anni, sabato sera al culmine di un litigio avvenuto perché la vittima aveva preso le difese di una insegnante presa di mira dall’arrestato.
Il presunto assassino sottoposto ad interrogatorio di garanzia  ha  sostenuto di avere agito per difendersi e per questa ragione portava con se un coltello.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

LEGA PRO – I tifosi della curva sud organizzano manifestazione informale a sostegno dell’Akragas

Un gruppo di tifosi della Curva Sud per invitare i cittadini a partecipare alla manifestazione informale a sostegno dell’Akragas Calcio che si terrà in città il 27 giugno prossimo.

Il delicato momento in cui si trova la nostra amata Akragas, dopo aver lottato e conquistato la meritata salvezza, ci spinge a manifestare il nostro attaccamento al Gigante e a testimoniare ai Presidenti Giavarini ed Alessi , agli altri soci, al mister , ai giocatori e agli sponsor che non sono soli , che noi siamo al loro fianco pronti ad intraprendere qualsiasi iniziativa che porti sostegno alla società Akragas al fine di dare un input positivo alla società affinché la proprietà riacquisti motivazione,fiducia, entusiasmo e caparbietà per andare avanti. Pertanto invitiamo tutti gli appassionati a venire con i colori sociali giorno 27/6/2017 ore 20:30 presso Stadio Esseneto lato Curva Nord”.

Postato in AGRIGENTO, Eventi, In evidenza, Sport0 Comments

AGRIGENTO – L’avvocato Rubino confermato a capo della SIAA in Sicilia

L’Avvocato Girolamo Rubino, Amministrativista del Foro di Palermo, è stato confermato delegato regionale per la Sicilia della Società Italiana Avvocati Amministrativisti per il biennio 2017/2018.Nel biennio precedente l’Avvocato Girolamo Rubino ha organizzato importanti convegni di studi sia a Palermo, sulla responsabilità della Pubblica Amministrazione e sul contributo unificato, sia a Catania, sulla disciplina degli Appalti Pubblici e sulla giurisprudenza comunitaria in materia di contributo unificato. Il primo appuntamento per l’Avvocato Rubino è adesso la partecipazione alla visita ispettiva disposta dal Consiglio di Presidenza della Giustizia Amministrativa presso il Consiglio di Giustizia Amministrativa; in tale sede l’Avvocato Rubino si farà portavoce delle istanze degli avvocati amministrativisti al fine di ottimizzare il funzionamento della giustizia amministrativa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Droga e pistola illegale dentro casa, arrestati 2 giovani

Il personale della Squadra Mobile di Agrigento ha arrestato due agrigentini, Dhanny Lucia, 27 anni e Gabriele Lucia, di  19 anni, in quanto colti nella flagranza del reato di detenzione illegale di arma e detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel corso di una perquisizione effettuata presso l’abitazione dei due soggetti gli agenti rinvenivano un pistola cal. 7,65 illegalmente detenuta e, nella disponibilità di di uno dei due arrestati anche n. 10 stecchette, verosimilmente, di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, del peso complessivo di gr. 6,7.

Dopo le formalità di rito, i due soggetti venivano sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – “Ha sequestrato in casa l’anziana madre”, arrestato 56 enne

Sequestro di persona. E’ per questa ipotesi di reato che la Squadra Mobile della Questura di Agrigento ha arrestato un agrigentino di 56 anni. L’uomo,  avrebbe rinchiuso in casa la propria madre ed avrebbe infilato una serie di chiodi nella serratura per evitare che l’anziana riuscisse ad aprire.

La donna ha chiesto aiuto, urlando, dal balcone. I poliziotti delle Volanti prima e la Squadra Mobile dopo sono accorsi e sono riusciti a rintracciare il figlio: il cinquantaseienne che è stato arrestato e portato al carcere Petrusa di Agrigento.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

FAVARA – L’arsenale scoperto, ritrovate anche alcune “penne esplodenti”. L’arrestato si avvale della facoltà di non rispondere.

C’erano anche delle particolarissime “penne esplodenti” nel maxi arsenale scoperto a Favara e che, ha portato all’arresto per flagranza di reato di un insospettabile infermiere , Amedeo Caruana di 50 anni.  Le penne esplodenti sarebbero  piccoli aggegi, grossi quanto una penna, dove si mette una cartuccia di piccolo calibro, calibro cinque e mezzo, e sparano a distanza ravvicinata”. Dalle armi lunghe a quelle più piccole, dunque. Un vero e proprio “assortimento”. Intanto, ieri mattina si svolto l’interrogatorio di convalida e il favarese si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il difensore dell’infermiere ha chiesto al gup l’attenuazione della misura cautelare con la disposizione degli arresti domiciliari.

Arresto convalidato e custodia cautelare in carcere: queste le decisioni del gip Stefano Zammuto, al termine dell’interrogatorio nel quale l’indagato si è avvalso della facoltà di non rispondere. “

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

AGRIGENTO – Misterioso incendio devasta auto e moto di un Avvocato

Un’automobile e uno scooter di proprietà di un avvocato di 68 anni, di Agrigento, sono stati distrutti da un incendio verificatosi nelle ore notturne al Villaggio Mosè.

Si tratta di una Mercedes Classe C e di una moto Kimco che erano parcheggiati al Parco Angeli, proprio sotto casa del professionista. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno lavorato parecchio prima di poter domare il rogo che ha distrutto i due mezzi. Indagini sono state avviate dalle forze dell’ordine, nessuna pista è esclusa.

Non sono state trovate tracce di liquido infiammabile ma la pista dolosa sembra la più probabile.

FOTO: GRANDANGOLO

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

CANICATTI’ – Tentato omicidio o avvertimento? Ferito da 4 colpi di pistola 31enne[VD TG]

L’intervento chirurgico è andato bene. Il trentunenne, Vincenzo Curto, di Canicattì  – raggiunto, ieri sera, da quattro colpi d’arma da fuoco – non è in pericolo di vita. 

I carabinieri, già ieri sera, prima ancora che il giovane entrasse in sala operatoria, lo hanno sentito. Il trentunenne avrebbe detto di “non ricordare nulla”. Era chiaramente sotto choc. 

Il giovane è stato ferito in contrada Montagna, nella periferia di Canicattì. Sarebbe accaduto poco prima delle 22 circa. E’ giunto – non è chiaro come – al pronto soccorso dell’ospedale “Barone Lombardo” e dalla struttura sanitaria, accertati i colpi d’arma da fuoco, è stato diramato l’allarme. 

A margine dell’intervento chirurgico, i carabinieri – che coordinati dal sostituto procuratore Carlo Cinque stanno portando avanti le indagini – hanno chiarito un “dettaglio”, che non è indifferente: il trentunenne è stato raggiunto da colpi di pistola. Non fucile, ma pistola.   

Tre colpi alla coscia destra ed un colpo sotto il costato, quasi all’altezza dell’addome. E per fortuna, del trentunenne non sono stati toccati organi vitali. 

Il giovane verrà sentito nuovamente, verosimilmente già in mattinata, dai carabinieri che devono capire con chi fosse, e cosa sia effettivamente accaduto, al momento del ferimento. E’ stato un tentato omicidio? O il trentunenne è stato “avvisato”?

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

GROTTE – Inaugurata la “Casa dell’acqua” [VD TG][FOTO]

Dopo Joppolo Giancaxio, anche a Grotte è stata inaugurata la casetta dell’acqua a disposizione dei cittadini. 10 litri liscia 50 centesimi, e 10 litri frizzante 70 centesimi. Questa mattina, la “Casetta dell’acqua” è stata inaugurata dall’amministrazione comunale  in via Largo Pagano. Si tratta di un erogatore di acqua liscia e frizzante mineralizzata a costi bassissimi. Ci si potrà approvvigionare di acqua di ottima qualità al costo di 5 centesimi al litro (acqua liscia) e di 7 centesimi litro ( acqua frizzante). 10 litri di acqua liscia 50 centesimi; 10 litri di acqua frizzante 70 centesimi. Tale iniziativa consentirà di abbattere il costo medio annuo per consumo di acqua di una famiglia di 4 persone di circa 250 euro e favorirà, inoltre, un’azione ecologica di riciclo delle bottiglie di plastica, le uniche ad avere accesso per il riempimento nella casa dell’acqua. L’erogatore è certificato dal Marchio di Conformità Igienica e si avvale di un sistema di microfiltrazione dell’acqua in grado di rimuovere il sapore e l’odore di cloro, le eventuali particelle in sospensione nell’acqua potabile della rete idrica senza privarla dei suoi preziosi sali minerali. L’acqua erogata dalla casetta sarà sottoposta periodicamente ad analisi e le risultanze delle stesse saranno pubblicate sia sul sito istituzionale del Comune di Grotte che nella casetta stessa. Durante  l’inaugurazione della casetta è stato possibile riempire acqua gratuitamente sino alle ore 17, mentre sino al 22 luglio 2017 il costo sarà scontato del 50%.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Economia, Eventi, In evidenza, Video0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98