Archive | AGRIGENTO

FAVARA – Notte di fuoco e paura in via Amato

Auto in fiamme nella notte tra sabato e domenica scorsa a Favara. Ad andare distrutta dal fuoco,  una vecchia Fiat Punto di proprietà di una giovane donna 32enne, S. M., queste le iniziali del nome. Il fatto si è registrato in via Salvatore Amato, dove vi è l’agglomerato di alloggi popolari. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della Tenenza di Favara e della Radiomobile di Agrigento, nonché i vigili del fuoco che hanno spento le fiamme. Pare che sul posto non siano state trovate tracce che possano far pensare a un incendio doloso. Si pensa quindi possa essersi trattato di un corto circuito. Ad ogni modo i carabinieri hanno avviato le opportune indagini.

FOTO ARCHIVIO

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

RIBERA – Quarta autovettura in fiamme nell’ultima settimana

A Ribera sembra essere emergenza incendi. Anche in questo caso fra la notte di sabato e domenica è stata incendiata un’altra auto. È il quarto episodio nel giro di una settimana. Ad andare in fiamme una Opel Zafira che si trovava parcheggiata in via Roma. Sul posto i vigili del fuoco di Sciacca che hanno spento le fiamme e i carabinieri che hanno già avviato le indagini.

FOTO RIPOST

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

LICATA – Arresto per estorsione, danneggiamento e violazione domicilio

I Carabinieri della Compagnia di Licata hanno arrestato Calogero Incorvaia, 42 anni, sorpreso in flagranza di reato di tentata estorsione, violazione di domicilio aggravata e danneggiamento aggravato. I Carabinieri sono intervenuti in Corso Rettifilo Giuseppe Garibaldi, nel centro cittadino, presso l’abitazione di due donne, parenti di Incorvaia, il quale è entrato dentro la casa sfondando la porta, ha danneggiato numerosi mobili, e ha minacciato più volte le due donne per ottenere 20 euro. I Carabinieri hanno accertato che tale condotta è perdurante nel tempo, e che l’uomo avrebbe costretto le due parenti a cedergli quotidianamente contro la loro volontà somme in contanti variabili tra 10 e 60 euro. Calogero Incorvaia risponderà anche del danneggiamento dell’automobile di una parente posteggiata in strada.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – In fiamme il portone di casa e dello studio di un Avvocato

Ad Agrigento i Vigili del fuoco, allarmati al 115, sono intervenuti in via Manzoni per spegnere il fuoco divampato innanzi all’ingresso di un immobile. Sul posto è intervenuta per i rilievi investigativi la Polizia. Nello stesso immobile opera anche un avvocato. L’unica certezza è rappresentata dalla natura dolosa dell’incendio. Indagini sono in corso. Aperta un’inchiesta a carico di ignoti con l’ipotesi di danneggiamento  a seguito di incendio.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

Angelo Capodicasa lascia il Pd

Angelo Capodicasa lascia il Pd. Ed approda al movimento dei democratici e progressisti. Movimento che si da come missione quella di ricostruire un progetto democratico e di sinistra. “A fronte di una perdita del 7 per cento del prodotto interno lordo negli ultimi dieci anni, il Meridione subisce un crollo del 13 per cento. Ed in una economia già depressa si può comprendere quali effetti possa determinare questo crollo: disoccupazione alle stelle, piccole imprese espulse dal processo produttivo, emigrazione ed allargamento delle fasce di povertà. Le politiche messe in campo non sono state in grado di invertire significativamente questa tendenza” – ha dichiarato Capodicasa al Giornale di Sicilia –

Capodicasa al giornalista che gli chiede “quanti seguiranno l’uscita dal Pd?” risponde: “E’ presto per fare un censimento. Siamo nella fase in cui, oltre quelli che sono già convinti, molti sono in fase di riflessione. Altri vogliono attendere l’esito delle Primarie del Pd, altri ancora vogliono capire meglio il profilo politico-programmatico che questo nuovo soggetto si darà”.  

 

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Politica0 Comments

BASKET – La Fortitudo Agrigento ritrova la vittoria dopo un overtime su Treviglio [87-84]

Finisce con il risultato di 87 a 84 il big-match della 23^ giornata della Regular Season di Serie A2 Girone Ovest fra la Fortitudo Moncada Agrigento e la Remer Treviglio.

Dopo due sconfitte “amare” per i biancoazzurri contro Siena e Casale Monferrato, Agrigento ritrova la vittoria soprattutto grazie al “marziano” Buford. Treviglio fa “tremare” Agrigento nel finale, riuscendo a trovare l’overtime, ma non basta per conquistare la vittoria.

Prima dell’inizio della gara la premiazione a coach Franco Ciani quale miglior allenatore del Girone Ovest di Serie A2 del mese di dicembre.

I QUINTETTI BASE
Coach Franco Ciani si affida al quintetto base composto da: Piazza, Evangelisti, Buford, Chiarastella e Bell-Holter.

Coach Adriano Vertemati risponde con: Sollazzo, Marini, Sorokas, Nwohuocha e Marino.

Fortitudo Moncada Agrigento – Remer Treviglio 87 – 84 (20-19; 22-17; 19-14; 13-24; 13-10)

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Sport0 Comments

AGRIGENTO – Gli bloccano la costruzione e lui denuncia Legambiente

Ha denunciato alla Procura gli esponenti di Legambiente, Domenico Fontana e Daniele Gucciardo, per le ipotesi di reato di falso, simulazione di reato e calunnia. E’ Gaetano Caristia, l’imprenditore di Siracusa titolare della Comaer, la società che stava realizzando un complesso residenziale a lido Rossello a Realmonte (Ag), oggi sottoposto a sequestro da parte dell’autorità giudiziaria.

“Ho preso questa decisione dopo tre anni di rispettoso silenzio – dichiara Caristia attraverso il proprio legale – quando ho scoperto che Legambiente da una parte chiede di costituirsi parte civile contro di me nel procedimento penale che riguarda il piano di lottizzazione di contrada Canalotto a Realmonte e dall’altra nulla eccepisce quando i suoi esponenti più autorevoli della provincia di Agrigento, Fontana e Gucciardo, redigono, su committenza privata, un progetto esecutivo per la realizzazione di un campeggio con bungalows su una superficie pari al triplo di quella della Comaer (180.000 metri quadrati) in contrada lido Russello, a poche centinaia di metri dagli interventi che avrebbe dovuto porre in essere la mia società e su area parimenti vincolata”.

Fontana e Gucciardo, l’uno presidente regionale di Legambiente l’altro esponente del circolo di Agrigento presentarono nel settembre del 2013 un esposto alla Procura a cui allegarono degli elaborati grafici e fotografici per dimostrare la commissione di presunti reati edilizi e urbanistici da parte della società di Caristia.

Presunti reati su cui è chiamato a esprimersi il 2 marzo il gup Francesco Provenzano in sede di udienza preliminare. “Quelle elaborazioni grafiche allegate all’esposto – dichiara Caristia – sono del tutto errate e false”.

Per dimostrarlo l’imprenditore ha allegato alla sua denuncia una perizia giurata dalla quale, attraverso una sovrapposizione degli elaborati di Legambiente con le carte ufficiali della Regione siciliana della fascia costiera di Realmonte, si evincerebbe una differenza che in alcuni punti supera i 13 metri della linea di demarcazione delle fasce di arretramento della battigia di 150 e 170 metri. “In questo modo – prosegue Caristia – Fontana e Gucciardo hanno tracciato una linea cui si è anche accodato il consulente di parte del pm al momento in cui ha redatto la sua consulenza. Consulenza che la mia difesa sconfesserà nel giudizio penale pendente”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

LEGA PRO – Akragas castigata dall’ex Di Piazza, il Foggia espugna l’Esseneto

Il classico gol dell’ex castiga l’Akragas. I biancazzurri reggono per 88 minuti contro il Foggia, seconda forza del campionato, ma vengono messi ko da Matteo Di Piazza, protagonista, lo scorso anno, di un’ottima stagione ad Agrigento.

Nuova beffa nel finale, dunque, per il Gigante. A sette giorni di distanza dall’amaro e contestato ko di Catanzaro, costato anche tre giornate di squalifica al portiere Pane, la formazione di Di Napoli (che opta per il 3-5-2) non può che mettersi sulla difensiva contro i quotati pugliesi, che ci provano con Sarno, Mazzeo, Gerbo e Di Piazza ma senza la necessaria pericolosità.

Nel secondo tempo il Foggia spinge, colpisce un palo con un colpo di testa di Di Piazza e spreca anche un rigore (fallo in area di Russo su Gerbo) con Mazzeo, il cui tentativo di trasformazione trova l’opposizione del bravo Addario, titolare al posto di Pane.

Il peggio sembra passato, l’Akragas prova anche qualche sortita in attacco, ma nel finale arriva la beffa firmata da Di Piazza, che gela l’Esseneto raccogliendo di testa un tiro di Mazzeo respinto dalla traversa.

Ecco, di seguito, la sintesi integrale dell’incontro valido per la 27° giornata del girone C di Lega Pro tra Akragas e Foggia a cura di Sportube.tv 

 

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Sport0 Comments

SCIACCA – Intimidazione a un ingegnere: due condannati

A Sciacca il Tribunale ha condannato al risarcimento del danno di 10mila euro ciascuno due imputati ritenuti responsabili dell’intimidazione con una testa di capretto all’interno di un sacchetto posta la notte del primo marzo 2011 innanzi all’ingresso dello studio dell’ingegnere Michele Buscarnera, in via Lido. Si tratta di Baldassare Giaimo, 57 anni, commerciante, e Giuseppe Gallina, 67 anni, pensionato. I difensori degli imputati e di Buscarnera, costituito Parte civile, sono in contrasto sul contenuto e l’utilizzabilità di un’intercettazione telefonica alla base delle accuse. Ecco perché la difesa dei condannati ha annunciato ricorso in Appello.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca0 Comments

AGRIGENTO – Inchiesta “Duty Free”, verso l’abbreviato

Ad Agrigento, al palazzo di giustizia, innanzi al giudice per le udienze preliminari, Giuseppe Miceli, si è svolta, dopo la richiesta di rinvio a giudizio da parte della Procura, la prima udienza preliminare a carico dei 24 imputati nell’ambito della “Duty Free”, l’ inchiesta sostenuta dalla Procura di Agrigento e dalla Guardia di Finanza, che ipotizza, tra l’altro, interessi illeciti coltivati all’Agenzia delle Entrate di Agrigento. Dunque, 8 dei 24 imputati hanno chiesto di essere giudicati con il rito abbreviato, ossia solo in base agli atti già a disposizione del pubblico ministero, il quale procederà pertanto a requisitoria il 5 maggio. Gli otto in abbreviato sono: l’ex direttore dell’Agenzia delle Entrate di Agrigento, Pietro Pasquale Leto, e la figlia Francesca Leto, poi l’imprenditore Marco Campione, e un suo dipendente, Michele Daina, poi Antonino Migliaccio, Aurelio Bruno e Francesco Caci, funzionari dell’Agenzia delle entrate, e Vincenza Maria Lombardo. Per gli altri 16 imputati il procedimento preliminare prosegue il prossimo 31 marzo.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98