Archive | CALTANISSETTA

DELIA – Rissa con accoltellamento: in gravissime condizioni un rumeno di 46 anni

Una coltellata all’addome sferrata da un connazionale ha provocato ferite gravissime ad un romeno di 46 anni che ieri pomeriggio è stato sottoposto ad un intervento d’urgenza presso l’ospedale barone Lombardo di Canicattì.

L’aggressione è avvenuta a Delia.  L’uomo avrebbe avuto un alterco con un connazionale che al culmine della lite gli avrebbe sferrato due coltellate all’addome che hanno reciso punti critici.

All’arrivo al pronto soccorso dell’ospedale Barone Lombardo di Canicattì, le  sue condizioni sono apparse subito gravi. L’uomo attualmente è ricoverato in prognosi riservata.

L’autore del tentato omicidio , un connazionale di 67 anni, è già stato individuato dai carabinieri della locale stazione.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

CALTANISSETTA – Perde il controllo della sua auto e precipita da una scarpata: morto un 76enne

Filippo Amico, 76 anni, è morto in un incidente nel nisseno. L’automobilista ha perso il controllo del mezzo ed è precipitato con la sua Fiat 600 da una scarpata nei pressi della zona Pian del Lago.

Sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno estratto il corpo dell’anziano rimasto intrappolato tra le lamiere dell’auto. I rilievi sono eseguiti dagli agenti della polizia stradale.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

CALTANISSETTA – Abbattuto l’ultimo diaframma della galleria Caltanissetta

E’ stato abbattuto l’ultimo diaframma della galleria «Caltanissetta» sul secondo lotto della strada statale 640 «Degli Scrittori», tra Agrigento e l’autostrada A19 «Palermo-Catania». I numeri dei lavori in corso: quasi 4.000 metri per ogni canna, 15 metri di diametro, 178 metri quadrati di sezione, 545 giorni di scavo, 210 milioni di euro di investimento Anas.
L’intervento, per un investimento complessivo pari a 1,5 miliardi di euro, prevede la realizzazione di una nuova piattaforma stradale a carreggiate separate, ciascuna costituita da due corsie di 3,75 metri, una banchina esterna da 1,75 metri e una banchina interna da 1,25 metri, per una sezione stradale complessiva di larghezza pari a 23,50 metri. Il primo lotto della statale, da Agrigento a Grottarossa, è stato definitivamente aperto al traffico lo scorso 28 marzo.
Nell’ambito del secondo lotto, i cui lavori sono in corso con ultimazione prevista il prossimo anno, le opere d’arte sono costituite da 6 svincoli, in adeguamento a quelli esistenti, 1 cavalcavia, 7 sottovia scatolari, 14 viadotti, 5 gallerie artificiali e 4 gallerie naturali.
Per la galleria Caltanissetta è stata utilizzata una fresa Tunnel Boring Machine – battezzata «Barbara» dagli operai del cantiere, in omaggio alla Santa protettrice dei minatori – che è la più grande Tbm mai utilizzata dall’Anas e tra le più grandi e potenti costruite in Europa. I 22 motori elettrici della macchina – ciascuno di potenza pari a 348 kW per una potenza complessiva di 7656 kW – hanno consentito una velocità massima di avanzamento, in fase di scavo, pari a 65 mm al minuto. Una volta scavato dalla testa rotante, il materiale veniva estratto dalla camera di scavo e portato verso la parte posteriore tramite un nastro trasportatore. I tempi di realizzazione dello scavo di entrambe le canne sono stati di 545 giorni effettivi, con una media di scavo effettiva di 14,30 metri al giorno.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, Eventi, In evidenza0 Comments

CALTANISSETTA – Schiacciato da un cancello, grave bimbo di 8 anni

Una corsa tra bimbi, uno spintone mentre giocavano a pallone e il cancello di ferro di un parco pubblico che viene giù. Che intrappola sotto un bimbo di appena 8 anni. Poi la disperata corsa in ospedale per le gravissime ferite riportate. Compreso, sembrerebbe, lo schiacciamento delle ossa del cranio.

Scene di un incidente che ha trasformato quell’innocente gioco tra bimbi in forte, fortissima, ansia per le sorti del piccolo. Che immediatamente, non appena è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale «Sant’Elia» – ma si sarebbe poi pensato ad un trasferimento a Palermo – è stato sottoposto a tutta una serie di accertamenti clinici, a cominciare dalla tac. E intanto la Procura ha disposto il sequestro penale dell’area. E’ stato aperto un fascicolo contro ignoti.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

I SINDACI ELETTI NEL NISSENO

Ad Acquaviva Platani ha vinto Salvatore Caruso con il 56,6 pari a 386 voti.

A Marianopoli, Salvatore Noto promosso sindaco con 511, 39,74%.

A Resuttano Rosario Carapezza è riconfermato sindaco col 58,3%.

A Santa Caterina Villarmosa la spunta Antonino Fiaccato, già nel passato

sindaco.

A Campofranco, il sindaco eletto è Rino Pitanza, con il 38,7%.

A Butera, Filippo Balbo con il 22,51%, 668 voti.

A Sommatino, si impone Elisa Carbone con 53,12% , 2.216 voti.

Spoglio a rilento a Niscemi , con 7 candidati a sindaco e 210 aspiranti al consiglio. Si andrà al ballottaggio tra Massimiliano Conti e l’uscente Fracesco La Rosa

 

 

 

Postato in CALTANISSETTA, In evidenza, Politica0 Comments

Giudice Saguto e Papa esplulsi dall’Anm

L’ex presidente della Sezione misure di prevenzione del tribunale di Palermo, Silvana Saguto, finita sotto inchiesta a Caltanissetta, e Alfonso Papa, ex deputato del Pdl, oltre che magistrato, sono fuori dall’Anm. La decisione del collegio dei probiviri è stato ratificata all’unanimità dal Comitato direttivo centrale, il parlamentino delle toghe.

Quanto a Saguto i probiviri fanno notare che, nonostante l’invito a presentarsi davanti al Collegio per rendere dichiarazioni ritenute “opportune”, ha invece “fatto pervenire una memoria difensiva con la quale chiedeva il rinvio della trattazione a data da destinarsi”. Da qui la decisione di proporne l’espulsione, approvata oggi. Per quel che riguarda Papa, l’Anm osserva che il magistrato, “più volte invitato a comparire per essere sentito e/o produrre documentazione a discolpa, di fatto non si è mai presentato”.

E considerato che “dagli atti acquisiti emerge un comportamento lesivo dei doveri di indipendenza, imparzialità e correttezza” e rilevate “condotte di eccezionale gravità sotto il profilo etico”, anche in questo caso è stata decisa l’espulsione da Anm.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, PALERMO0 Comments

NISCEMI – Fuori strada con l’auto, muore direttore sanitario dell’ospedale

Un medico di Gela, Francesco Bennici, 59 anni, è morto stamani in un incidente stradale sulla Provinciale 12, in contrada Gallenti, mentre si recava all’ospedale Suor Cecilia Basarocco, di Niscemi, dove era direttore sanitario. Bennici, esponente provinciale dell’Udc, viaggiava da solo alla guida della sua Fiat 500. Per cause in corso di accertamento, è finito fuori strada in un tratto rettilineo. Sull’episodio indagano i carabinieri di Niscemi, intervenuti sul posto insieme con i sanitari del 118 e i vigili del fuoco.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

GELA – Massacra la zia per l’eredità, arrestato 39 enne [VIDEO]

Picchia la zia per questioni legate a una eredità contesa e la riduce in gravissime condizioni, con prognosi riservata. Protagonista della vicenda è un disoccupato di Gela, Rocco Cauchi, di 39 anni, celibe, che la polizia ha arrestato per lesioni personali.

Ieri l’uomo si era recato nel negozio di mobili della zia quarantottenne, per chiarire con lei alcuni aspetti dell’eredità della propria madre. La discussione è degenerata in scontro verbale, scatenando l’ira di Cauchi che ha sferrato alla donna un violento schiaffo, tra guancia e collo, facendola stramazzare a terra, priva di sensi.

Soccorsa e trasportata in ospedale, la commerciante è stata ricoverata in terapia intensiva per trauma cranico. I medici non hanno ancora sciolto la prognosi. L’aggressore, temendo la reazione dei parenti, si è recato in commissariato (dando però una sua versione dei fatti, che lo faceva apparire vittima) e ha chiesto la protezione della polizia.

Ma dalle immagini registrate del sistema di videosorveglianza del negozio è venuta fuori la verità. Rocco Cauchi è stato segnalato al pm di turno, Antonio D’Antona, che ne ha disposto gli arresti domiciliari.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza, Video0 Comments

GELA – Rapina due anziane, scappa sui tetti e tira tegole ai poliziotti

Un pregiudicato romeno di 30 anni, Marius Ciprian Maftei, è stato arrestato durante la notte dalla polizia a Gela dopo un funambolico inseguimento sui tetti. Aveva appena compiuto una rapina in casa di due anziane, sequestrate e minacciate nella loro abitazione di via Navarra, nel centro storico.

L’allarme è scattato alle 2.30, quando alcuni vicini, insospettiti dalle urla delle vecchiette (una di 90 anni, l’altra di quasi 80) hanno telefonato alla sala operativa del commissariato. All’arrivo degli agenti, il romeno ha tentato la fuga attraverso i tetti, inseguito dai poliziotti. Nel frattempo, alcuni carabinieri del nucleo radiomobile e altri agenti sono intervenuti come rinforzo, seguendo, dalla strada, il percorso del bandito.

Il romeno cercava di bloccare gli inseguitori lanciando contro di loro pietre e tegole e poi ingaggiando un violento corpo a corpo. E’ stato catturato, ma due agenti sono stati costretti a farsi medicare al pronto soccorso dell’ospedale; hanno ferite dichiarate guaribili in 30 giorni, uno, in 5 l’altro. Maftei è stato rinchiuso nel carcere di contrada Balate. Dovrà rispondere di rapina aggravata, sequestro di persona, violazione di domicilio, danneggiamento e resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Nella sua casa i poliziotti hanno trovato oggetti di valore, probabile proventi di altri furti e rapine.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenza0 Comments

CALTANISSETTA – Caso di “Blue whale”, salvata una 14enne

Si è registrato anche a Caltanissetta un caso di una giovane caduta nella trappola del “Blue Whale”, il gioco mortale diffusosi su internet e il cui inventore è stato arrestato nelle scorse settimane. L’episodio è avvenuto ieri.

La ragazza, quattordicenne, originaria di un paese della provincia nissena, frequenta una scuola del capoluogo e, durante l’orario di lezione, si era rinchiusa in bagno rimanendovi per un lasso di tempo piuttosto lungo. I compagni, preoccupati, hanno cercato di sincerarsi delle sue condizioni e sono riusciti a entrare, scoprendo che l ragazza si era tagliata.

Una delle “tappe” del gioco, che culmina con il suicidio di chi è coinvolto, è appunto quella di procurarsi delle ferite alla mano. Sul posto sono arrivati i soccorritori del “118”, che hanno prestato le prime cure alla giovane. Del caso si sta occupando la polizia postale, con gli investigatori impegnati nella ricerca di persone che potrebbero averla istigata a commettere il gesto tramite l’utilizzo di internet e dei social network, visto che il mortale gioco ha preso piede grazie alla rete.

La scuola si è attivata immediatamente per far si che la studentessa segua un programma di riabilitazione psicologica; tra l’altro la giovane vivrebbe in un contesto familiare difficile.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98