Archive | PALERMO

ELEZIONI REGIONALI – Vertice tra Raciti e Orlando: si punta a una larga coalizione

Un campo largo con l’obiettivo di creare una coalizione di centrosinistra coesa attorno a una programma condiviso. E’ quanto concordato dal segretario del Pd siciliano, Fausto Raciti, e dal sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, nel corso di un incontro.

La riunione è durata circa un’ora e mezzo in un clima, filtra, di cordialità e obiettivi comuni. La segreteria regionale dei dem, riunita a Palermo, aveva confermato il mandato al segretario di interloquire con i partiti del centrosinistra per cercare un’intesa in vista delle regionali del 5 novembre.

Insieme con i componenti della segreteria regionale, alla riunione di ieri avevano partecipato il presidente dell’Assemblea regionale del Pd Giuseppe Bruno, gli assessori Antonello Cracolici e Baldo Gucciardi, il vicepresidente dell’Ars Giuseppe Lupo, il responsabile regionale dell’Organizzazione del partito Antonio Rubino e rappresentanti delle aree del partito.

Postato in In evidenza, PALERMO, Politica0 Comments

PALERMO – Donna trovata morta per strada, non ha segni di violenza.

È stata identificata la donna trovata morta ieri in Corso dei Mille, a Palermo: si tratta di Valentina Castiglia, 25 anni. La ragazza da qualche anno si era allontanata dalla famiglia per vivere con assieme a un uomo; spesso la giovane stazionava davanti al Carrefour in via Libertà con alcuni cuccioli di cane. Confermato che sul corpo non c’erano segni di violenza, era vestita in maniera succinta. A riconoscere il cadavere sono stati il padre e la zia. Le indagini sono condotte dagli agenti della Squadra mobile di Palermo. 

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

Crocetta: «Ho salvato la Sicilia, mi ricandido» [VIDEO]

«Mi candido». Così il presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta, in conferenza stampa nel suo comitato del ‘Megafonò confermando la ricandidatura alle regionali del 5 novembre.

«In questo momento la mia è una proposta che faccio innanzitutto al Pd», afferma Crocetta. Rispondendo al segretario dei dem siciliani, Fausto Raciti, che prima della scelta del candidato a governatore occorre definire la coalizione e un programma, Crocetta dice: «La coalizione c’è già ed è quella che mi sostiene ora, poi io voglio allargare alla sinistra. Certamente la candidatura non la possono scegliere quattro capi corrente a Roma ed è inusuale che presidente uscente non venga candidato».  Crocetta aggiunge: «Sono pronto anche a fare le primarie e a sfidare chiunque, Davide Faraone, Giuseppe Lupo e chiunque si candidi».

Postato in In evidenza, PALERMO, Politica, Video0 Comments

PARTINICO – Fanno sesso in auto, multati di 10 mila euro

Lungo l’autostrada Palermo – Mazara del Vallo, nei pressi dello svincolo per Partinico, la Polizia Stradale ha inflitto una multa di 10mila euro ad una coppia sorpresa in rapporto sessuale all’interno di un’automobile. I due si sono giustificati sostenendo di non essere a conoscenza che ciò fosse proibito, e lo hanno trascritto a verbale. La Polizia Stradale ribatte: “Sono controlli che facciamo con una certa frequenza, e anche le multe sono frequenti, soprattutto nella stessa zona dove le auto in sosta rischiano di creare pericolo per gli automobilisti”.

 

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

SICILIA – Corecom, si è insediato il nuovo Comitato

Prima convocazione e insediamento ieri per il nuovo Corecom – comitato per le comunicazioni della Sicilia. Alla presidenza del Comitato è stata designata Maria Annunziata Astone, professore ordinario di Diritto privato all’Università di Messina e, avvocato. Gli altri componenti sono Alfredo Rizzo, consulente finanziario di Palermo, Quartararo Pellegrino , commercialista di Ribera; l’avvocato Giuseppe Di Stefano e l’avvocato praticante Antonio Vecce, entrambi di Palermo. Sono stati nominati dal Presidente dell’Assemblea Regionale siciliana. Il Corecom è l’organo di governo, garanzia e controllo sul sistema delle comunicazioni in ambito regionale.

Postato in Cronaca, Eventi, In evidenza, PALERMO0 Comments

VIA D’AMELIO – Borsellino: 25 anni fa la strage

Il 19 luglio 1992 un’autobomba esplose in via Mariano D’Amelio a Palermo uccidendo il procuratore aggiunto Paolo Borsellino e cinque agenti della polizia di Stato che lo scortavano Agostino Catalano, Emanuela Loi, Vincenzo Li Muli, Walter, Cosina e Claudio Traina. Oggi ricorre il 25simo anniversario della strage mafiosa, su cui ancora non si conosce tutta la verità, e questa mattina il ministro dell’Istruzione Valeria Fedeli sarà in via D’Amelio per partecipare alle manifestazioni. Anche la commissione Antimafia guidata da Rosi Bindi sarà a Palermo e tra l’altro ascolterà le testimonianze del superstite della strage Antonio Vullo e della figlia del giudice, Fiammetta. Per tutta la giornata si alterneranno dibattiti e manifestazioni organizzati dall’associazione Agende rosse per ricordare il magistrato fino alla fiaccolata di questa sera che attraverserà la città.

Postato in Cronaca, Eventi, PALERMO0 Comments

CORLEONE – Sequestrati beni per 1,5 mln alla famiglia Riina, le mani del boss sui terreni della Curia [VIDEO]

I Carabinieri del Ros e quelli del Comando Provinciale di Palermo e Trapani hanno sequestrato al boss Salvatore Riina e ai suoi familiari beni per un valore complessivo di circa 1,5 milioni di euro. Il provvedimento riguarda società, una villa, 38 rapporti bancari e, soprattutto, numerosi terreni del padrino corleonese. L’inchiesta nasce dai redditi dichiarati negli anni da Riina e dai suoi congiunti da cui è stato possibile ipotizzare l’utilizzo di mezzi e di risorse finanziarie illecite.

Il Tribunale di Palermo, contestualmente al sequestro, ha anche sottoposto ad amministrazione giudiziaria l’azienda agricola dell’ente Santuario Maria Santissima del Rosario di Corleone. In particolare è stata accertata l’ingerenza di Salvatore Riina e della sua famiglia nel controllo e nella gestione di un vasto appezzamento di terreno del santuario, esercitati inizialmente attraverso Vincenzo Di Marco, storico giardiniere e autista del nucleo familiare di Salvatore Riina, e dal 2001 per il tramite del figlio, Francesco Di Marco.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza, PALERMO, Video0 Comments

MAFIA- Colpo al clan di Brancaccio, 34 arresti [VD1][VD2]

La Polizia e la Guardia di Finanza di Palermo, eseguendo un provvedimento emesso dal Gip nell’ambito di indagini della Direzione Distrettuale Antimafia, stanno procedendo, in Sicilia, Toscana, Lazio, Puglia, Emilia Romagna e Liguria, all’esecuzione di 34 misure cautelari nei confronti di mafiosi della cosca di Brancaccio e loro complici e al sequestro di numerose aziende, per un valore complessivo di circa 60 milioni di euro. Tra gli arrestati c’è Pietro Tagliavia, capo del mandamento mafioso di Brancaccio e della famiglia di ”Corso dei Mille”, attualmente ai domiciliari. 

Le indagini, eseguite dalla Squadra Mobile e dal Gico del Nucleo di Polizia Tributaria di Palermo, hanno consentito di fare luce su episodi di minacce, danneggiamento, estorsione, furto e detenzione illegale di armi da parte di esponenti della cosca di Brancaccio e di ricostruire l’organigramma delle famiglie mafiose che appartengono al mandamento, definendo ruoli e competenze di ciascuno e individuando i capi. L’inchiesta ha svelato il controllo, da parte della mafia, di un gruppo imprenditoriale che opera in diverse regioni, tra le quali Sicilia e Toscana. Polizia e Guardia di Finanza stanno sequestrando veicoli e autoveicoli utilizzati per la commissione dei reati contestati e aziende riconducibili ai mafiosi arrestati.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO, Video0 Comments

CEFALU’ – Ospedale Giglio, 34 indagati: favorivano pazienti evitando liste d’attesa

I carabinieri del Nas di Palermo, coordinati della Procura della Repubblica di Termini Imerese, hanno notificato un avviso di conclusione delle indagini preliminari a 34 persone, tra medici, infermieri e personale amministrativo in servizio presso la Fondazione ospedaliera San Raffaele Giglio di Cefalù e presso l’Assessorato regionale della Salute. Gli indagati sono ritenuti responsabili a vario titolo di peculato, falso, abuso d’ufficio, truffa ai danni del Servizio Sanitario Regionale e illecita gestione di specialità medicinali ad azione stupefacente.

Le accuse derivano in larga parte dall’aver, secondo le indagini, agevolato l’accesso di alcuni pazienti all’Unità operativa di Chirurgia Generale della Fondazione ospedaliera a danno dei pazienti regolarmente in lista d’attesa per il ricovero, in violazione sia delle normative nazionali e regionali relative alla prenotazione delle prestazioni sanitarie e accesso alle liste per poi essere sottoposti ad intervento chirurgico, sia riguardo alla compartecipazione al costo delle prestazioni sanitarie.

Le indagini sono state avviate nel 2012 quando, a seguito di un controllo, furono scoperte presunte irregolarità da parte del primario della unità operativa e di altri operatori sanitari, che non avrebbero documentato come previsto un intervento chirurgico su una paziente minore.

L’intervento fantasma sarebbe stato solo uno dei tanti, compiuti con le medesime presunte modalità illecite, per favorire la propria attività libero professionale e trarne un ingiusto profitto economico. Nello specifico, sarebbero stati eseguiti interventi chirurgici privati utilizzando illecitamente le sale operatorie ed i farmaci in dotazione all’ospedale, avendo cura di non lasciare traccia alcuna sui relativi registri. 

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO, Salute0 Comments

PALERMO – Spenti roghi in due capannoni, si segue la pista del racket

Sono state impegnate tutta la notte le squadre dei vigili del fuoco per spegnere gli incendi divampati a Palermo nello stesso momento in due capannoni utilizzati per conservare migliaia di cassette di legno. Il primo incendio in via Messina Montagne, alla periferia orientale di Palermo, il secondo in via Giovan Battista Vico, nella zona di Tommaso Natale. Solo da poco le squadre dei pompieri sono rientrate al comando provinciale. Le indagini sono condotte dalla polizia che vuole accertare l’eventuale matrice dolosa degli incendi, una tesi avvalorata dalla coincidenza temporale dei roghi. Non è la prima volta che depositi di cassette di legno vengono distrutti dalle fiamme a Palermo. Nei mesi scorsi era già successo allo Zen in via Tasca Lanza, in viale Regione Siciliana e in via Messina Marine con danni ingenti.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98