Archive | TRAPANI

MAZARA DEL VALLO – Ciclista travolto e ucciso

Un ciclista è morto investito da un’auto nella tarda serata di ieri in contrada Affacciata, a Mazara del Vallo, su un cavalcavia. Il 41enne Fernando Laurini è stato tamponato in discesa dall’automobilista trentunenne C. A., originario di Gela ma residente a Mazara del Vallo.

Colpito dalla Peugeot 206, il ciclista è finito sul parabrezza della macchina, sulla quale è stato trasportato per un paio di metri. Laurini è poi finito a terra. Per lui non c’è stato nulla da fare.

L’automobilista, che avrebbe chiamato i soccorsi, è stato accompagnato in ospedale dai vigili urbani per verificare se era sotto l’effetto di alcol o droghe.

Postato in Cronaca, TRAPANI0 Comments

CASTELLAMMARE DEL GOLFO – Incidente in moto, morta 17enne

È morta la ragazza rimasta ferita gravemente questa notte in un incidente stradale all’incrocio tra la via Leonardo Da Vinci e la via Guglielmo Marconi a Castellammare del Golfo. L’impatto tra l’auto e la moto su cui viaggiava insieme ad un ragazzo non le ha dato scampo. Ilenia Collica, castellammarese di 17 anni, praticante estetista, è morta per le gravi ferite riportate all’Ospedale Vito e Santo Spirito di Alcamo. La ragazza a seguito dell’impatto con l’Alfa Romeo guidata da un giovane castellammarese ha battuto violentemente la testa sull’asfalto dopo essere stata sbalzata qualche metro più avanti.

Il boato, l’impatto sull’asfalto e la corsa in ospedale. “Era per terra, non si muoveva, abbiamo cercato di chiamarla per nome per tenerla sveglia, ma le sue condizioni sono sembrate critiche fin da subito” – ha raccontato un ragazzo giunto tra i primi sul posto. Ferito gravemente il ragazzo che guidava la moto, trasportato all’ospedale Villa Sofia di Palermo, ha subito un intervento e ha riportato una grossa ferita alla gamba ma non è in pericolo di vita. Nessuno dei due indossava il casco.

Sulla dinamica dell’incidente sono in corso le indagini da parte dei vigili urbani e dei carabinieri. Sui social intanto sono tantissimi i messaggi di cordoglio di amici e conoscenti per la tragica morte della ragazza.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

ALCAMO – Rubano l’energia elettrica con una statuetta di Padre Pio: due denunciati

Per risparmiare sulla bolletta elettrica i titolari di un negozio di Alcamo si erano affidati a Padre Pio, solo che non si trattava di preghiere ma di una singolare truffa scoperta dai carabinieri.

Durante uno dei periodici controlli agli esercizi commerciali della città gli investigatori hanno notato, in bella vista sul contatore elettrico, una statuetta del Santo da Pietrelcina. Quella che, a prima vista, poteva apparire una esternazione di fede si è invece dimostrata un’astuta trovata per abbattere il costo dell’energia elettrica.

Quando i militari si sono avvicinati alla statuetta votiva hanno infatti notato che qualcosa non quadrava: la base era troppo voluminosa e il peso della statua appariva sproporzionato rispetto al manufatto in gesso.

Dopo un’attenta ispezione i carabinieri hanno così scoperto un potente magnete celato all’interno della base in gesso che, di fatto, manometteva il funzionamento del contatore elettronico dell’Enel garantendo un “risparmio” di circa il 90% in bolletta. I due proprietari dell’attività commerciale sono stati denunciati alla procura della Repubblica di Trapani per furto aggravato di energia elettrica.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

MAZARA DEL VALLO – Due pescherecci assaltati in mare

Due pescherecci di Mazara del Vallo, “Aliseo” e “Anna Madre”, sarebbero stati assaltati da un’imbarcazione al largo di Zarsis, al confine tra la Libia e la Tunisia, in acque internazionali. Solo il contemporaneo intervento di un elicottero militare italiano e di un’unità navale della Marina tunisina ha permesso di evitare il peggio facendo allontanare l’imbarcazione a quanto pare appartenente alle autorità doganali tunisine. Lo ha reso noto il presidente del Distretto della Pesca Giovanni Tumbiolo.
    L’episodio, avvenuto ieri sera, sarebbe legato alla cosiddetta “guerra del pesce”, anche se si inserisce nel clima di tensione che accompagna la missione italiana in Libia per fronteggiare l’emergenza immigrazione. Dall’imbarcazione sono partiti alcuni colpi d’arma da fuoco all’indirizzo dei due pescherecci che hanno subito dato l’allarme via radio. L’intervento contemporaneo dell’elicottero italiano e dell’unità militare tunisina ha costretto gli aggressori a desistere dall’assalto.
       “Esprimo seria preoccupazione per questo tentativo di aggressione che viene effettuato nel Canale di Sicilia a danno di pescatori siciliani e mazaresi in particolare. Non sono ancora chiare le dinamiche di quanto accaduto, ma è evidente la gravità di quanto successo”. Lo afferma il sindaco di Mazara del Vallo Nicola Cristaldi dopo avere appreso dell’assalto di ieri sera nei confronti di marittimi mazaresi.    

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

ALCAMO – Cessato timore sulla qualità dell’aria, il sindaco revoca divieto di uscire ai cittadini

“I primi dati sulla qualità dell’aria che ci sono stati forniti da parte dei Vigili del fuoco e dell’Arpa sono confortanti. E’ cessato il timore della qualità dell’aria che respiriamo. Sto predisponendo in questi minuti l’ordinanza che andrà a revocare il provvedimento che avevo emesso a poche ore dall’incendio del deposito di stoccaggio quando invitavo gli abitanti a stare al chiuso”.

Lo dice il sindaco di Alcamo Domenico Surdi dopo la riunione con i tecnici di Arpa Sicilia, i vigili del fuoco e la protezione civile.

“Diverso è il discorso per le analisi ambientali sui terreni e sulle acque – aggiunge il sindaco – All’Arpa, come mi ha detto il direttore Francesco Licata di Baucina, serve ancora qualche giorno per sapere se c’è inquinamento da diossina su terreni e acqua. Mi ha garantito il direttore che avremo i risultati molto presto. In questo momento invito i cittadini a lavare molto bene ortaggi e frutta. I tecnici hanno spiegato che la diossina non penetra nella frutta e nella verdura. Si deposita”.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

ALCAMO – A fuoco centro di stoccaggio rifiuti. Allarme diossina, il sindaco invita a cittadini a restare a casa. Controlli dell’Asp

Non è stato ancora del tutto domato dopo diverse ore l’incendio divampato ieri pomeriggio ad Alcamo nel deposito per la raccolta differenzia dei rifiuti di contrada Stasi che ha provocato un’altissima nube nera di fumo che ha coperto la città del Trapanese. Sul posto sono ancora al lavoro le squadre dei vigili del fuoco e i tecnici dell’Agenzia regionale per la protezione ambientale che stanno monitorando i valori dell’aria dopo l’allarme diossina lanciato a causa della presenza nell’impianto di stoccaggio di materie plastiche. Il sindaco Domenico Surdi stamane ha comunicato alla centrale operativa della Protezione civile che la nube si sta lentamente diradando, anche se la situazione rimane critica. Surdi ha ribadito, con una ordinanza, l’invito lanciato ieri alla popolazione a non uscire di casa, se non per motivi strettamente necessari, e a tenere chiuse le finestre in attesa dei risultati delle analisi condotte dall’Arpa.

Nel provvedimento firmato dal sindaco si invitano i cittadini “a evitare di stazionare all’aperto”, a “tenere gli infissi di casa possibilmente chiusi”, a “limitare il più possibile gli spostamenti”, a “non praticare attività sportiva all’aperto”,

e a “fare uso di adeguate misure di protezione nel caso di necessità di stazionare all’aperto”. Infine, il sindaco invita i cittadini a “evitare il consumo di prodotti ortofrutticoli di produzione propria o comunque raccolti nel territorio dopo lo svilupparsi dell’incendio”.

Per spegnere definitivamente il rogo stanno per arrivare i Canadair e un elicottero, dice il sindaco Surdi. I tecnici dell’Arpa forniranno domani i valori dell’aria.

 

 

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

ALCAMO – A fuoco deposito per la raccolta differenziata [FOTO]

Vasto incendio in un deposito di stoccaggio di rifiuti in contrada Sasi ad Alcamo dove sono in corso le operazioni di spegnimento delle fiamme. Dal centro, di proprietà dell’imprenditore alcamese Vincenzo D’angelo, si è sprigionata una enorme nube nera, non si sa ancora se contenga sostanze tossiche. Sul posto i vigili del fuoco e i carabinieri che stanno accertando la natura del rogo. 
Intanto, il sindaco Domenico Surdi ha detto di essere in contatto con la prefettura e con il dipartimento della protezione civile regionale per capire quali provvedimenti adottare nel caso in cui dalla combustione si stiano sprigionando sostanze tossiche.

Secondo una prima ricostruzione le fiamme sarebbero partite da un’area attorno al deposito, cosparsa di rifiuti in mezzo alle sterpaglie. Le fiamme hanno investito alcuni capannoni. Una colonna di fumo nero si è alzata coprendo una zona di oltre un chilometro. Oltre ai vigili del fuoco di Trapani, sono intervenute alcune squadre di Palermo, una decina in tutto. Il fumo è visibile dall’autostrada Palermo-Mazara del Vallo.

La redazione del sito online alqamah consiglia alla cittadinanza  di tenere chiuse le finestre, e mettere al riparo persone e animali, per evitare di inalare e far inalare i fumi di questa nube. Un video in diretta su Facebook dell’assessore Russo invita anche a non recarsi in zona per curiosare, al fine di non intralciare i lavori di intervento e soccorso.

 

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

SERIE D – Niente iscrizione per la Folgore Selinunte

Adesso è ufficiale, la Folgore Selinunte non parteciperà al prossimo campionato di serie D dopo aver ottenuto la promozione attraverso i play off di Eccellenza. Questo lo stringato comunicato stampa diramato dal sito ufficiale della società:

L’A.S.D. Folgore comunica, come anticipato nei giorni scorsi, di non aver potuto completare l’iscrizione al campionato di serie D. Si ringraziano tutti coloro che sono stati vicino alla società e hanno dato il proprio personale contributo.

Postato in Sport, TRAPANI0 Comments

MAFIA E MASSONERIA – Il Gran Maestro consegna tutti gli elenchi degli iscritti di Castelvetrano alla Polizia [VIDEO]

“Non corrisponde al vero quanto riportato nel rapporto che il prefetto di Trapani ha inviato al governo nazionale e anche sulla base del quale si sono bloccate le elezioni comunali, che la loggia del Grande Oriente d’Italia castelvetranese non ha fornito gli elenchi degli iscritti quando le è stato richiesto”.

Lo ha detto il gran maestro del Goi Stefano Bisi nel corso di una conferenza stampa tenuta in un albergo di Castelvetrano al termine di una due giorni durante la quale circa 300 massoni siciliani aderenti al Grande Oriente d’Italia si sono riuniti nel centro belicino su iniziativa della loggia “Francisco Ferrer” della quale è maestro venerabile Quintino Paola.

“La loggia “Francisco Ferrer” – ha aggiunto Bisi, 59 anni, gran maestro dall’aprile 2014 – da anni consegna spontaneamente gli elenchi degli iscritti alla polizia. Il Goi si è opposto, con esposto alla Corte europea dei diritti dell’uomo e una denuncia alla Procura della Repubblica di Roma, al sequestro di tutti gli elenchi degli iscritti nelle regioni Sicilia e Calabria dal 1990 in poi perché riteniamo un atto arbitrario e un abuso quello fatto attuare dalla Commissione parlamentare antimafia. Non può essere una giustificazione il fatto che ci sono inchieste che riguardano alcuni esponenti che potrebbero appartenere alla massoneria in senso generale intesa”.

Il gran maestro ha evidenziato che “Il primo marzo, nella sede nazionale, sono venuti 13 finanzieri dello Scico, tra cui uno armato, e hanno fatto perquisizione e sequestri durati 14 ore. Poi ho letto su un giornale che il sen. Fava, vicepresidente della Commissione parlamentare antimafia, riferiva che da una prima visione dei nomi non ne risultano di eclatanti. Mi chiedo che nomi eclatanti si cercavano. Eventuali infiltrazioni mafiose che purtroppo possono esserci in qualsiasi tipo di amministrazione? Noi facciamo controlli associativi e effettuiamo anche delle sospensioni”.

L’ Intervista di Elio Indelicato a Stefano Bisi Grande Maestro del Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani [CASTELVETRANONEWS.IT]

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI, Video0 Comments

CASTELVETRANO – Si scontrano due ambulanze

Tanta paura ma nessuna conseguenza grave, per lo scontro tra due ambulanze avvenuto nella tarda serata di ieri a Castelvetrano (Trapani), all’incrocio tra le vie Selinunte e Mattarella, a poche decine di metri dall’ospedale Vittorio Emanuele II.

Una delle due ambulanze aveva un paziente a bordo (foto da Castelvetrano News).

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98