Archive | TRAPANI

SAN VITO LO CAPO – Turista dimentica il freno a mano, il camper lo trascina in mare e lo uccide

Un turista è morto a San Vito Lo Capo, trascinato in mare dal camper che aveva poco prima parcheggiato, dimenticando di inserire il freno a mano. E’ accaduto sulla scogliera di Macari. Francesco Arena, 72enne residente ad Alcamo ma nato nel Monzese, ha tentato di risalire sul mezzo, ma è stato travolto e trascinato in acqua. Al momento dell’incidente era presente anche la moglie.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

MAFIA – Confisca da 15 milioni per l’ex deputato Giammarinaro

Il tribunale di Trapani ha disposto la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno per 5 anni e la confisca di beni per 15 milioni di euro a carico dell’ex parlamentare regionale Giuseppe Giammarinaro, già destinatario di una misura di prevenzione perché indiziato di mafia.

Il provvedimento del tribunale arriva dopo le indagini della Divisione anticrimine della questura di Trapani e dal Nucleo di polizia tributaria della Guardia di finanza secondo cui “Giammarinaro era al centro di una combine politico-affaristica che gli ha consentito di controllare attività economiche nel settore della sanità, beneficiare di finanziamenti pubblici regionali e condizionare importanti settori della vita politica in particolare nel comune di Salemi”.

 

Il provvedimento si inquadra nell’ambito dell’operazione antimafia denominata “Salus Iniqua”. Nell’inchiesta era stato ricostruito il quadro “di rapporti di natura politico-affaristica in cui Giammarinaro si è mosso a partire dai primi anni del 2000”. Sono stati confiscati beni società e conti correnti riconducibili all’ex parlamentare che si serviva anche di prestanomi.

In particolare sono state individuate diverse società tra le quali la “C.e.m.” e la “Salus s.r.l.”e varie proprietà immobiliari che Giammarinaro avrebbe intestato a persona di sua fiducia per evitare le misure di prevenzione.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

MAFIA – Confiscato il patrimonio di Filardo cugino del boss Messina Denaro [VIDEO]

La Direzione investigativa antimafia (Dda) di Trapani ha eseguito la confisca del patrimonio mobiliare, immobiliare e societario riconducibile a Giovanni Filardo, imprenditore edile originario di Castelvetrano (Trapani) attualmente detenuto in carcere, cugino di primo grado del latitante Matteo Messina Denaro.

Con lo stesso provvedimento, emesso dal Tribunale di Trapani – Sezione Misure di Prevenzione (presidente Piero Grillo, giudice estensore Chiara Badalucco), è stata disposta, nei suoi confronti la sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di dimora per quattro anni.

Filardo fu arrestato nel 2010, nell’ambito dell’operazione Golem fase II, con le accuse di concorso in associazione mafiosa e di essere componente del mandamento mafioso di Castelvetrano, di estorsioni, incendi, interposizione fittizia di valori, nonché di avere agevolato la latitanza di Matteo Messina Denaro.

Filardo è stato definitivamente condannato a 12 anni e sei mesi di reclusione con sentenza della Corte d’Appello di Palermo, che ha riformato la sentenza di assoluzione pronunciata dal Tribunale di Marsala in primo grado.

La confisca scaturisce da indagini economico-patrimoniali delegate alla Dia dalla Procura della Repubblica di Palermo. Sigilli a una impresa edile a responsabilità limitata, 23 tramezzi d’opera, automezzi e autoveicoli, un fabbricato rurale, 7 appezzamenti di terreno, una villa con finiture di pregio, un fabbricato ad uso abitativo e 4 conti correnti bancari.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI, Video0 Comments

CASTELVETRANO – Tragico incidente sul viadotto Belice: morte due persone

Un tragico volo di oltre 50 metri dal viadotto Belice sulla SS 115, tra Menfi e Castelvetrano. Sono morti così stamane due persone di origine catanese e di anni circa 45 e 40, che si trovavano a bordo di una Fiat Punto Grigia che, per cause da accertare, ha sfondato il guard rail finendo a strapiombo sotto il viadotto.

Secondo una prima ricostruzione, l’auto viaggiava a forte velocità, forse in quanto i due ragazzi non sapevano dei lavori in corso sul ponte. A seguito del forte impatto contro il guard rail, parte del motore è rimasto sul viadotto, mentre la carrozzeria del veicolo, con a bordo i due giovani, è precipitata sotto il viadotto.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

SERIE B – Il Trapani batte il Perugia 3-0 e vede la salvezza

Il Perugia perde dopo sette partite utili contro il Trapani che, invece, conquista un’altra vittoria preziosa , la seconda di fila in quattro giorni. La formazione di Calori che a dicembre sembrava spacciata e condannata alla retrocessione, oggi, sarebbe salva, senza passare dai play-out.

La squadra di Calori, con in attacco Coronado e Manconi, parte subito fortissimo ed al 7° arriva la rete. Schema a calcio d’angolo, Rizzato corto per Coronado che crossa e trova Pagliarulo solo, che deve solo spingere in porta. 1-0. due minuti dopo, tiro dalla distanza di Barillà, Rosati ci arriva con la mano sinistra ed evita il gol. Il Trapani prova a gestire cercando di proporre occasioni, che non mancano. Unico tiro in porta, fino al 32esimo, da parrte del Perugia, quello di Gnahorè che si spegne sopra la traversa. Al 33esimo punizione al limite per i granata a cauda dell’atterramento di Manconi, che meritava forse più del cartellino giallo, in quanto fallo da ultimo uomo. Nizzetto sbaglia di poco la misura. Colombatto rimedia un giallo, davvero ingiustificato, che gli farà saltare la prossima partita. Al 43esimo, su un fallo non fischiato a favore del Trapani, riparte l’azione del Perugia che porta Dezi a colpire il palo destro. Al 56esimo Mustacchio si porta in area, ma il suo tiro è debole e mal centrato. Prova a cambiare qualcosa Bucchi, dentro Nicastro e Guberti, ma il Trapani trova la sua seconda rete. Al 59esimo, Manconi fa tutto da solo: si piazza all’angolo baso destro dell’area e il suo tiro è imprendibile. E’ 2-0. Due minuti dopo, la doppietta di Manconi. Nonostante il 3-0, encomiabile, lo spirito del Trapani, guidato dal suo allenatore, che li esorta a restare in attacco. Qualche parata per Pigliacelli, l’espulsiuone di Volta e l’ingresso in campo di Nino Daì, osannato dal pubblico. Finisce 3-0 ed il Trapani festeggia un grande successo

Postato in In evidenza, Sport, TRAPANI0 Comments

CASTELVETRANO – Incidente sulla A29 Mazara del Vallo-Palermo, muore una trentenne

Una donna di Castelvetrano, Dalila Caltagirone, di 30 anni, ha perso la vita nel pomeriggio in un incidente stradale autonomo sull’A29 Mazara del Vallo-Palermo, subito dopo lo svincolo per Castelvetrano. Secondo una prima ricostruzione, effettuata dalla Polizia stradale, sul posto con operatori del 118 e vigili del fuoco, l’automobilista, che era alla guida di una Fiat Cinquecento e che è morta sul colpo, ha preso una cuspide del guardrail, il veicolo è rimbalzato sull’asfalto e si è capovolto. Al momento dell’incidente nella zona imperversava un temporale.

dalila-caltagirone

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

CONI PROVINCIALE – Due donne a capo di Trapani e Agrigento

Cambio al vertice Coni: due donne delegate provinciali in Sicilia . Sono le docenti: Elena Avellone di Trapani e Antonella Attanasio di Agrigento(nella foto), rispettivamente provenienti dal basket e dall’atletica leggera. La Attanasio è coordinatrice provinciale per l’educazione fisica e sportiva dell’ufficio scolastico provinciale di Agrigento, Avellone referente nazionale della Commissione donna e sport del Panathlon International Distretto Italia.

Postato in AGRIGENTO, Sport, TRAPANI0 Comments

STATALE 113 – Con la moto contro un camion: muore titolare b&b

Incidente mortale ieri pomeriggio sulla statale 113 all’altezza di Partinico. A perdere la vita un imprenditore palermitano, Filippo Maneri di 52 anni, titolare di un bed and breakfast nella zona.

L’impatto fatale è avvenuto nel tratto di strada che collega Partinico ad Alcamo. Secondo quanto si apprende dalle prime indiscrezioni, Maneri, a bordo di una Bmw, avrebbe perso il controllo della moto schiantandosi al suolo. Non è ancora chiaro se l’uomo abbia impattato anche contro un mezzo pesante, presente al momento dell’incidente

Sul posto sono intervenuti i sanitari del 118, che hanno soccorso Maneri trasportandolo all’ospedale di Partinico. Arrivato al nosocomio già in condizioni disperate, il 52enne è morto poche ore dopo.

Sul posto i carabinieri di Partinico che stanno effettuando i rilievi necessari per costruire l’esatta dinamica dell’incidente. Presente anche la polizia per gestire il traffico sulla statale 113.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO, TRAPANI0 Comments

MAFIA – Colpo alla famiglia di Alcamo: 6 arresti, c’è anche il boss Melodia [VIDEO]

L’hanno ribattezzata “Operazione Freezer” perchè i fedelissimi del superlatitante Matteo Messina Denaro si riunivano nella cella frigorifero di un fruttivendolo di Alcamo per discutere delle questioni più delicate. Summit veloci, naturalmente. Sette, dieci minuti al massimo.  Al fresco pensavano di essere al sicuro da microspie e telecamere. E, invece, no. I poliziotti della squadra mobile di Trapani, diretti da Fabrizio Mustaro, sono riusciti a trasformare la cella frigorifero dei summit nel “confessionale” del Grande fratello. E un altro blitz è scattato, coordinato dalla procuratrice aggiunta di Palermo Teresa Principato e dai sostituti Carlo Marzella e Gianluca De Leo.
Il nuovo capo del mandamento mafioso di Alcamo è una vecchia conoscenza della direzione distrettuale antimafia diretta da Francesco Lo Voi: si tratta di Ignazio Melodia, u dutturi,  ex medico dell’ufficio d’igiene della cittadina trapanese, rimasto in carcere dal 2002 al 2012. Non appena scarcerato, Melodia è tornato a ricoprire il massimo incarico sul territorio. Con il medico boss sono state arrestate altre cinque persone.

Nell’ambito delle indagini sul mandamento mafioso di Alcamo, il centro Dia di Trapani, coordinato dal tenente colonnello Rocco Lopane, ha invece svelato i retroscena di un’estorsione commessa da Ignazio Melodia, incastrato ancora una volta dalle intercettazioni. E’ stato un imprenditore a registrarlo di nascosto col telefonino mentre recitava il monologo del padrino: «Io mezza provincia di Trapani comando».

Salvatore Giacalone detto “u prufissuri” aveva l’incarico di avvicinare i sindaci di Alcamo. Ignazio Melodia, medico, è rimasto scritto all’albo nonostante la condanna per associazione mafiosa

L’albo dei medici della provincia di Trapani continua ad annoverare tra i propri iscritti l’alcamese Ignazio Melodia, 62 anni, arrestato nella notte accusato di essere il capo della potente cosca alcamese. Nonostante pesanti condanne inflitte, Ignazio Melodia, licenziato dall’Asp della quale era dipendente, non è stato rimosso dall’albo provinciale dell’Ordine dei Medici. Oltre a Melodia durante la notte Polizia e Dia hanno arrestato l’alcamese Salvatore Giacalone, 63 anni, detto “u prufissuri”, Antonino Stella, marsalese, 70 anni, Filippo Croce Cracchiolo, alcamese di 57 anni, titolare di un’azienda di ortofrutta all’interno della quale era collocata la cella frigorifero che i boss alcamesi utilizzavano per i loro summit, tutti finiti intercettati dalla Squadra Mobile di Trapani, il castellammarese Vito Turriciano, che ha ricevuto l’ordinanza di misura cautelare in carcere (fu coinvolto nel blitz antimafia “Cemento del Golfo”) e di recente è stato anche condannato per mafia ed estorsioni, in manette ancora Giuseppe Di Giovanni, 33 anni. Tra i risvolti dell’indagine il tentativo della mafia di avvicinare l’ex sindaco di Alcamo, Sebastiano Bonventre. Erano giorni carichi di tensione per Boinventre e Salvatore Giacalone lo avvicinò, come risulta da intercettazioni, offrendogli la protezione della mafia. Offerta che Bonventre non solo respinse ma andò anche a denunciare. La mafia alcamese poi avrebbe anche cercato di avvicinare l’attuale sindaco Domenico Surdi, prendendo spunto da un problema di rifornimento idrico che a poche settimane dall’elezione riguardò la zona alcamese e quella di Alcamo Marina., Pare che volevano sondare il sindaco appena eletto, ma i mafiosi non trovarono alcuna sponda per potere intervenire sulla nuoba amministrazione. Durante le ultime elezioni la consorteria mafiosa attraverso Di Giovanni si sarebbe mossa a favore della moglie di quest’ultimo Alida Maria Lauria (Figlia del Dott. Baldassarre Lauria), candidata nella lista “Insieme si può” che faceva riferimento al candidato sindaco Baldassare Lauria. Di Giovanni in una intercettazione non solo parlava con la moglie rivendicando il suo profondamente essere mafioso, ma parlava di tanto altro, anche di minacce rivolte ad un soggetto costretto ad obbedirgli sotto la minaccia di una pistola impugnata dallo stesso Di Giovanni.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI, Video0 Comments

MAZARA DEL VALLO – Crollo antenna, 2 gli operai morti

Tragedia nelle campagne di Mazara del Vallo, in contrada Affacciata, l’ennesimo incidente sul lavoro. Morti due operai palermitani che stavano lavorando alla manutenzione di un’antenna Telecom sono rimasti schiacciati dal cedimento del traliccio. A perdere la vita sul colpo Giuseppe Romeo, 52 anni mentre era rimasto gravemente ferito Vincenzo Miraglia, 33 anni che è deceduto dopo il trasporto in ospedale. Durante il trasferimento l’operaio ha subìto tre arresti cardiaci. I medici non sono riusciti a strapparlo alla morte.
Entrambi lavoravano per ditta palermitana “Romeotel” che si occupa di impianti di telecomunicazioni.
Secondo le prime ricostruzioni i due operai stavano lavorando sul traliccio altro circa 20-25 metri ed erano regolarmente imbracati alla struttura quando l’antenna ha ceduto di schianto travolgendoli. I due sono rimasti intrappolati sotto il traliccio e sono stati estratti dai vigili del fuoco e dal personale del 118. L’incidente è avvenuto in contrada Affacciata, a “Mazara 2”, nei pressi del canile municipale. L’area è stata sequestrata dalla polizia che conduce le indagini.

MAZARA_RIPETITORE

 

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98