Archive | TRAPANI

ECCELLENZA – Vincenzo Melillo non è più allenatore del Riviera Marmi

Clamorosi sviluppi a Custonaci dopo la sconfitta dello scorso weekend nel big match con il Troina per 1-4. Una sconfitta che sembra aver complicato le ambizioni di promozione diretta della Riviera Marmi, ecco arrivare ufficialmente le dimissioni del tecnico Vincenzo Melillo.

La Riviera è attualmente quinta, a -5 dalla capolista Paceco (che però deve recuperare una gara). Un distacco difficile da colmare ma non impossibile, anche considerando i tanti scontri diretti che coinvolgeranno le prime della classe. Il club di Custonaci tuttavia mantiene un vantaggio di due punti sulla Nissa, prima squadra fuori dalle posizioni play-off.

Postato in Sport, TRAPANI0 Comments

Omicidio a Marsala, Cc chiamati dalla vittima prima di morire

Giuseppe Fiorino, 52 anni, è riuscito a chiamare ieri in tarda serata il 112 chiedendo aiuto perché coinvolto in una lite, ma quando i carabinieri sono arrivati in un condominio popolare in via Grotta del Toro, a Marsala (Tprapani), l’uomo era in condizioni gravi ed è stato trasportato d’urgenza a Palermo, dove è morto all’alba. Gli investigatori hanno arrestato un uomo di 50 anni, Francesco Lombardo, in base ai primi elementi raccolti. Su disposizione della Procura l’uomo è stato rinchiuso nel carcere di Trapani, in attesa di essere ascoltato dal gip del Tribunale di Marsala. Non sono ancora chiari i motivi della lite sfociata finita nel sangue. 

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

MARSALA – Tribunale, Tag errato in un articolo giornalistico: condannata la Fra Diego La Matina

Una sentenza destinata a far storia quella emessa dal Tribunale ordinario di Marsala, giudice Francesco Paolo Pizzo che ha condannato la Società Fra Diego La Matina, intestataria della nostra emittente Tele Studio 98,in persona del suo legale rappresentante, al pagamento di 3 mila euro in favore di Giuseppe Aleci, oltre ad interessi al saggio legale. Inoltre, sempre la Fra Diego La Matina è stata condannata a rifondere a Giuseppe Aleci le spese di lite,  pari a 1990,00 euro , oltre al rimborso forfettario delle spese generali al 15%, nonché alla pubblicazione del verdetto della sentenza.  Alla base ci sarebbe un tag errato scritto in un articolo sul sito www.trs98,it. Un tag (cioè etichetta, marcatore, identificatore) è una parola chiave o un termine associato a un’informazione , che descrive l’oggetto rendendo possibile la classificazione e la ricerca di informazioni basata su parole chiave. L’articolo comparso sulla testata dal titolo:” Marsala – Ricatti a luci rosse”. Chiuse le indagini sulla Imart” perfettamente corretto, ma errato nel tag dove veniva scritto “Editore Giuseppe Aleci arrestato”. Da qui il processo , durato quasi 2 anni, su esplicita richiesta del soggetto interessato, cioè Aleci Giuseppe, che richiedeva un risarcimento dei danni morali, pari a 25 mila euro. Aleci è stato rappresentato e difeso dall’Avv. Alessandro Casano. Dal dispositivo della sentenza emerge – scrive  il Giudice-  che l’etichettatura, consentendo una più efficiente indicizzazione della notizia, ha valenza diffamatoria equivalente a quella del corpo dell’articolo, essendo, al pari di quest’ultimo, in grado di veicolare per il web la falsa notizia dell’arresto di Aleci Giuseppe e quindi, a ledere l’immagine pubblica dell’Aleci,  La società Fra Diego La Matina è stata rappresentata e difesa dagli Avvocati Marco Rossignoli e Gaetano Vito Vivona .

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

CASTELVETRANO – Morto Lorenzo Cimarosa. Era cugino di Messina Denaro

E’ morto nella notte, nella sua abitazione di Castelvetrano, Lorenzo Cimarosa, 56 anni, cugino (da parte della moglie) del latitante Matteo Messina Denaro. Cimarosa era stato arrestato a dicembre 2013 nell’ambito dell’operazione antimafia Eden e aveva squarciato, con dichiarazioni rese ai magistrati, il silenzio che avvolge il clan dei Messina Denaro. Si era pentito in seguito alle pressioni ricevute dai figli. Era ammalato da tempo e nell’aprile 2016 aveva ottenuto gli arresti domiciliari ai quali era rimasto sino allo scorso dicembre. I funerali si dovrebbero svolgere domani in forma pubblica.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

CASTELVETRANO – Furto in casa del nipote di Matteo Messina Denaro

Furto nell’abitazione rurale di contrada Strasatto, a Castelvetrano, di proprietà di uno dei nipoti del boss latitante Matteo Messina Denaro, Francesco Guttadauro, in carcere come il padre, Filippo, che è fratello di Giuseppe Guttadauro, accusato di essere capomafia di Brancaccio (Palermo).

E’ stata la madre di Francesco Guttadauro e sorella del latitante, Rosalia Messina Denaro, a denunciare il furto, oggi, ai carabinieri. Nel corso di un primo sopralluogo è stato accertato che i malviventi, dopo avere forzato gli infissi dell’abitazione, al momento disabitata, hanno rubato cavi di rame del sistema elettrico e altri oggetti di cui deve ancora essere fatto l’inventario.

Indagini sono in corso da parte dei carabinieri che al momento non escludono alcuna ipotesi. Si cerca di capire se si sia trattato di un semplice furto o se dietro di esso si sia trattato di un messaggio al latitante.  

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

CASTELVETRANO – Ferisce connazionale, nigeriano arrestato

Un nigeriano di 32 anni, Omokhe Collins, è stato arrestato ieri sera dai carabinieri a Castelvetrano (Trapani) con l’accusa di aver ferito in via Domenico Cirillo un connazionale con una bottiglia di vetro rotta e di averlo tentato di colpirlo allo stomaco con due grossi coltelli da cucina al culmine di una lite per motivi economici.

L’extracomunitario deve rispondere di lesioni personali aggravate dall’utilizzo di strumenti atti ad offendere e dall’avere agito per futili motivi. I carabinieri, dopo una telefonata al 112 sono intervenuti insieme con agenti di polizia ed hanno bloccato Collins, che aveva in mano due grossi coltelli da cucina macchiati di sangue e presentava ferite di arma da taglio alle mani.

Aggressore e vittima sono stati medicati nell’ospedale Vittorio Emanuele II. L’arresto è stato convalidato. Dopo il processo per direttissima l’uomo è stato rimesso in libertà.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

Lunga scia di furti di rame nel Trapanese e comuni al buio: scatta il blitz, 10 misure cautelari

Dieci misure cautelari sono state emesse dal gip del Tribunale di Sciacca su richiesta della Procura nei confronti di un gruppo criminale dedito ai furti di rame. L’inchiesta si basa su indagini classiche, perquisizioni, osservazioni e pedinamenti, svolte con l’ausilio di intercettazioni telefoniche e ambientali. E’ di circa 400 kg il totale di rame rubato in danno della Fondazione “Tenute Orestiadi”, del servizio di illuminazione sito in via Wainbligen e della piscina comunale di Gibellina, del servizio d’illuminazione pubblica del comune di Poggioreale. Circa 700 metri di cavi elettrici sono stati sottratti nella diga Trinità di Delia di Castelvetrano, nel supermercato Despar di Partanna.
Gli indagati sono accusati anche del furto della scultura bronzea del “Serpente”, realizzata da Piergiulio Montano, che era custodita nel Palazzo di Lorenzo nella via degli Elimi di Gibellina e poi rinvenuta scomposta in varie parti dai carabinieri delle di Castelvetrano e Marsala.

Tra i 10 il  tunisino Alì Bouaziz, di 51 anni, era già nel carcere di  Trapani per altri reati, mentre per il gibellinese Gaetano Mancuso, di 25 anni, è stato sottoposto agli arresti domiciliari, per altri cinque agli obblighi di dimora e per tre gli obblighi di presentazione alla polizia giudiziaria.

 

I furti sono avvenuti tra il marzo 2014 e il dicembre 2015. L’attività d’indagine è stata svolta con perquisizioni, osservazioni e pedinamenti con l’ausilio d’intercettazione di conversazioni telefoniche.

Postato in Cronaca, In evidenza, TRAPANI0 Comments

MAFIA – “L’avvocato riciclava i soldi della mafia”: maxi sequestro agli eredi di Marcatajo

Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Palermo, in esecuzione di provvedimenti emessi dalla sezione misure di prevenzione del Tribunale di Palermo, ha sequestrato, nelle province di Palermo e Trapani, appartamenti, magazzini, cassette di sicurezza e disponibilità finanziarie, per un valore complessivo di circa un milione di euro, riconducibili a un esponente mafioso e due professionisti “prestanome” della criminalità organizzata.
    I sequestri sono stati eseguiti dal G.I.C.O. nei confronti degli eredi dell’avvocato Marcello Marcatajo morto mesi fa e dell’ingegnere Francesco Cuccio. Entrambi erano stati arrestati a gennaio scorso. E del mafioso Giampiero Scozzari. Il legale era accusato di aver riciclato fondi delle “famiglie” Galatolo e Graziano. Cuccio era stato indagato per aver agevolato l’attività di “cosa nostra” nello svolgimento della propria attività professionale di ingegnere.

 

 

 

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO, TRAPANI0 Comments

BASKET – Un super derby, un super Natale: Agrigento espugna Trapani!

Un fantastico Natale per la Fortitudo Moncada Agrigento, che sbanca il parquet della Lighthouse Trapani (76-69) cogliendo la quarta vittoria consecutiva, continuando la risalita in classifica, facendo un passo molto importante per la qualificazione alla Final Eight di Coppa Italia.

Una partita iniziata alla grande, con un break di 12-1, per lanciare subito un messaggio importante alla partita e agli avversari.

Un derby è un derby, non è mancato l’agonismo e non è mancato chi (da una parte e dall’altra) ha cercato di ergersi a grande protagonista per la propria squadra. Una fantastica gara del trapanese Kenneth Viglianisi ha tenuto a lungo a contatto la formazione di coach Ducarello, che ha inseguito praticamente per tutta la partita. Dall’altra parte un super Innocenzo Ferraro si è guadagnato la copertina, con le sue fondamentali triple e tantissima energia dentro l’area.

L’ultima delle bordate da fuori del lungo biancazzurro è arrivata con meno di 2’ da giocare, dopo che Trapani era riuscita a mettere per la prima volta il naso avanti (sul 63-61) e Agrigento era in sofferenza per le uscite di Damen Bell-Holter e Rino De Laurentiis per cinque falli.

“Inno”, insieme a tutta la squadra, ha dato un’altra grande prova di maturità per una squadra che rispetto a un mese fa affronta i momenti più difficili con maggiore personalità e sicurezza, grazie anche (nuovamente) alle giocate di un Perrin Buford che sta vivendo un fantastico momento di forma (20 punti e 9.2 rimbalzi di media nelle ultime 4 gare) e si è preso responsabilità importantissime nei momenti caldi della sfida.

Per i biancazzurri ora si tratta di chiudere bene il 2016 il 29 dicembre in casa con la Givova Scafati, al PalaMoncada.

Lighthouse Trapani – Fortitudo Moncada Agrigento 69-76 (18-24; 33-38; 57-61)

Lighthouse Trapani: Mays 16 (2/4, 2/5, 6/10 tl), Costadura ne, Renzi 15 (5/7, 5// tl), Tommasini 3 (1/4, 0/1, 1/2 tl), Longo ne, Simic ne, Nicosia ne, Ganeto 13 (4/7, 1/7, 2/4 tl), Viglianisi 17 (2/3, 3/5, 4/6 tl), Filloy (0/1, 0/1), Scott 5 (1/2, 1/6). All. Ugo Ducarello

Fortitudo Moncada Agrigento: Bucci 6 (1/3, 1/2, 1/2 tl), Buford 18 (7/9, 0/3, 4/5 tl), Cuffaro ne, Zugno 2 (1/2, 0/1), Evangelisti 10 (2/3, 2/6, 0/1 tl), A. Tartaglia ne, Ferraro 16 (4/5 da tre, 4/4 tl), M. Tartaglia ne, Chiarastella ne, De Laurentiis 4 (1/2, 0/1, 2/2 tl), Piazza 10 (3/6, 0/1, 4/4 tl), Bell-Holter 10 (2/5, 2/5). All. Franco Ciani

Postato in AGRIGENTO, Sport, TRAPANI0 Comments

BASKET – Fortitudo Agrigento pronta per il derby contro Trapani

La Fortitudo Agrigento riprende la preparazione in vista dell’atteso derby contro il Trapani. I biancazzurri, giocheranno contro i trapanesi, venerdi 23 dicembre alle ore 20. E’ da sempre, una delle partite più attese  dell’anno, quella contro la Pallacanestro Trapani. La squadra di coach Franco Ciani, ha messo in fila tre successi consecutivi e sta vivendo, uno dei momento migliori di questa fase di regular season. Dopo l’avvio non facile, la Moncada ha trovato l’assetto giusto, riuscendo a sfruttare  al meglio le potenzialità di Piazza e compagni. Sotto l’albero di coach Franco Ciani, un Perrin Buford a tratti spettacolari. L’ala statunitense contro Roma è stato perfetto, sue le giocate migliori. Talento, energia e concretezza. Buford si cuce addosso il biancoazzurro e fa innamorare il pubblico agrigentino. La Moncada, adesso, non può sbagliare, contro Trapani è una delle sfide verità del torneo.

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, Sport, TRAPANI0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

gennaio: 2017
L M M G V S D
« Dic    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98