Archive | SIRACUSA

“Soldi per le slot machine o vai a prostituirti”

Voleva far prostituire la madre per avere i soldi da giocare nelle slot machine. Per questo un quindicenne di Siracusa, accusato di maltrattamenti in famiglia e tentativo di estorsione, è stato fermato dai carabinieri che hanno eseguito nei suoi confronti un provvedimento di collocamento in comunità emesso dalla Procura dei minori di Catania.

Il ragazzo avrebbe picchiato varie volte la madre, anche con una pietra e un ombrello, impedendole di uscire di casa. Il quindicenne ha spesso preso a botte anche il fratellino di 10 anni che voleva difendere la donna. La vittima l’ultima volta è scappata da casa rifugiandosi da amici, ma il 15enne l’ha rintracciata e ha continuato a picchiarla e a minacciarla

Postato in Cronaca, SIRACUSA0 Comments

PRIOLO – Dopo l’arresto, ecco le dimissioni di Rizza non è più sindaco

Il sindaco di Priolo Antonello Rizza, arrestato sabato scorso con l’accusa di truffa, tentata truffa e turbativa d’asta e candidato alle regionali nella lista di Forza Italia, si è dimesso dalla carica. Lo ha reso noto il suo legale, Domenico Mignosa, ribadendo tuttavia che il suo assistito non intende ritirarsi dalla corsa per la conquista di un seggio all’Ars. Rizza, che ha altri 4 procedimenti giudiziari con 22 capi d’imputazione, ha chiesto di essere sottoposto al più presto a interrogatorio da parte del Gip di Siracusa.

Antonello Rizza, che è agli arresti domiciliari, ha motivato la decisione di dimettersi dalla carica di sindaco con la necessità di svolgere la sua campagna elettorale per le regionali senza limitazioni. Dimettendosi dalla carica di primo cittadino, infatti, verrebbero meno le esigenze cautelari. Anche per questo motivo, sempre tramite il suo legale, ha sollecitato di potere chiarire la propria posizione davanti al Gip. Il sindaco è stato arrestato nell’ambito di un’inchiesta della Procura di Siracusa sulla gestione di appalti al Comune di Priolo. (ANSA).

Postato in Cronaca, In evidenza, SIRACUSA0 Comments

PRIOLO – Sindaco Rizza arrestato per truffa. E’ candidato a regionali con Fi

Il sindaco di Priolo (Sr), Antonello Rizza, candidato alle prossime elezioni regionali con Fi a sostegno del candidato a governatore Nello Musumeci, è stato posto agli arresti domiciliari per truffa, tentata truffa e turbativa d’asta dalla polizia. Il provvedimento è del gip del Tribunale, Giuseppe Tripi, su richiesta della Procura della Repubblica al termine dell’operazione «Res Publica» su un “consolidato sistema di illegalità diffuso all’interno e all’esterno dell’amministrazione comunale priolese”, scrive il gip, finalizzato al «condizionamento e alla prevaricazione per il perseguimento illecito di finalità di tipo personale e clientelare».

Il Gip ha disposto anche l’obbligo di presentazione giornaliera alla polizia giudiziaria a carico di Salvatore Cirnigliaro, dirigente del Settore sport e spettacolo del Comune di Priolo Gargallo, per il reato di turbata libertà degli incanti, anch’egli in concorso; Francesco Artale, imprenditore ed amministratore della «Indie Sound Music sas», per turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, truffa aggravata e frode nelle pubbliche forniture; Flora La Iacona, dirigente del settore Pubblica Istruzione del Comune di Priolo Gargallo, che all’epoca dei fatti era dirigente del settore Politiche Sociali per il reato di turbata libertà del procedimento di scelta del contraente e truffa aggravata.

La polizia avrebbe scoperto una gestione illecita degli appalti al Comune di Priolo. Le indagini, coordinate dal dirigente del commissariato Fabio D’Amore, sono scattate nella seconda metà del 2016, e riguardano tre episodi di «turbata libertà degli incanti e turbamento del procedimento di scelta del contraente in relazione alla segnalazione di persone vicine al sindaco» per l’affidamento di appalti del Comune. Episodi di truffa ai danni del Comune commessi, secondo l’accusa, in concorso tra sindaco, indagato anche per tentata concussione, un funzionario comunale e un imprenditore, per l’acquisto di beni tramite la Consip con codici alterati per consentire all’imprenditore la vendita dei beni ad un prezzo maggiorato. Ed ancora un episodio di frode nelle pubbliche forniture dell’imprenditore, ed un episodio di tentata concussione, per l’assegnazione di un appalto ad un imprenditore. Per Artale e Sebastiano Carpinteri, uno dei 14 indagati nell’inchiesta, disposta la misura cautelare del sequestro preventivo, rispettivamente per 15 mila 461euro in relazione alle condotte di truffa e frode e per 86 mila 278 euro per truffa ai danni del Comune in relazione alla gestione della piscina comunale.

Postato in Cronaca, In evidenza, SIRACUSA0 Comments

SERIE C – L’Akragas interrompe la serie positiva derby al Siracusa (0-3)

Il Siracusa fa suo il derby che, sulla carta giocava fuori casa. Ma la vittoria arriva sul proprio campo, il De Simone, dove l’Akragas ha deciso di emigrare visto che la Lega , in questa stagione, non ha concesso l’ulteriore deroga dell’Esseneto per mancanza dell’illuminazione all’impianto.

Al minuto 2’ il Siracusa segna il primo goal del match con Liotti che aveva già cercato la porta nel primo minuto su assist di Catania.

Nel finale di partita con il risultato ancora aperto l’Akragas prova la via del pareggio ma  all’80° arriva però la tegola per i biancazzurri di Agrigento con l’espulsione diretta per Danese per un brutto fallo che costringe il mister ad un cambio tattico. Passano pochi secondi ed è Scardina con un destro a sorprendere Vono che nulla può per evitare il raddoppio aretuseo. La terza rete per il Siracusa arriva con uno splendido gol fuori area di Mancino nei minuti di recupero.

La vittoria di oggi proietta il Siracusa in vetta alla classifica. L’Akragas, invece, interrompe la serie utile di tre risultati consecutivi positivi.

TABELLINO

Akragas – Siracusa  0-3

Marcatori:  2’ Liotti, 82’ Scardina, 93′ Mancino

AKRAGAS: Vono, Mileto (60’ Franchi), Danese, Sepe, Russo, Vicente, Carrotta (71’ Gjuci), Saitta (60’ Scrugli), Longo, Moreo (60’ Salvemini), Parigi. A disp: Lo Monaco, Pisani, Caternicchia, Ioio, Navas, Greco, Rotulo, Canale. Allenatore: Raffaele Di Napoli

SIRACUSA: Tomei, Palermo, Turati, Catania, Scardina, Spinelli, Parisi, Liotti (64’ Daffara), Grillo (56’ Mazzocchi), Magnani, Sandomenico (64’ Mancino). A disp: D’Alessandro, Bernardo, Giordano, Plescia, Vicaroni, Mucciante, Punzi, Toscano, Martinez. Allenatore: Paolo Bianco

NOTE. Ammoniti: Tomei (S), Vicente e Sepe (A); Espulsione: Danese (A)

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, SIRACUSA, Sport0 Comments

LENTINI – Non si accordano sul prezzo: uomo picchiato da prostitute

Cercava il piacere, ha trovato il dolore. E’ stato questo l’epilogo di una storia a luci rosse per un uomo di 35 anni che ha denunciato ai carabinieri di essere stato picchiato da alcune prostitute in via Panorama a Lentini nel Siracusano. La lite è scaturita per il mancato accordo sul prezzo da pagare per la prestazione sessuale. Dopo l’aggressione le «lucciole» sono fuggite in aperta campagna. Nei giorni scorsi i militari hanno identificato complessivamente 32 persone dedite al meretricio, di cui 31 donne ed 1 transessuale (13 rumene, 6 italiane, 6 sudamericane, 2 albanesi, 2 slave, 2 nigeriane ed 1 ungherese), tutte di età compresa tra i 20 ed i 53 anni.

Postato in Cronaca, In evidenza, SIRACUSA0 Comments

SERIE C – L’Akragas gioca il derby con il Siracusa in casa degli aretusei

L’Akragas ha perso il suo Tempio. Cresce la rabbia tra i tifosi dell’Akragas dopo che, come ormai si temeva, è stato ufficializzato che il derby tra Akragas e Siracusa si giocherà sabato alle 16,30 al De Simone del capoluogo aretuseo.

L’Akragas, che sulla carta gioca in casa, ha anche diffuso le tariffe per acquistare i tagliandi, con i tifosi agrigentini che saranno messi nel settore ospiti. Un paradosso che naturalmente sta facendo molto discutere in città.

La Lega infatti non ha concesso per il terzo anno una deroga per l’utilizzo dello stadio Essenrto che, come è noto, non è dotato di un impianto di illuminazione.

Una vicenda intricatissima dove, soprattutto, è emersa la mancanza di programmazione della società agrigentina che, fino allo scorso anno, ironia della sorte, aveva come main sponsor l’Enel.

Eppure per ottenere anche la gestione dello stadio Esseneto dal Comune, attraverso una convenzione, l’Akragas calcio aveva anche dichiarato l’inizio dei lavori per la realizzazione delle quattro torri faro. Delle quali però non vi è alcuna traccia. Il progetto resta così chiuso nei cassetti del club.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, SIRACUSA, Sport0 Comments

ROSOLINI – Uccise la moglie per 20 euro: arrestato [VIDEO]

Al culmine dell’ennesima lite, per avere 20 euro, prima le avrebbe gettato del liquido infiammabile e poi avrebbe dato fuoco. Sebastiano Iemmolo, 36 anni, di Rosolini, è stato arrestato dalla polizia di Pachino per l’omicidio della moglie, Laura Pirri, 31 anni, deceduta all’ospedale Civico di Palermo il 25 marzo scorso dopo 18 giorni di agonia. L’uomo aveva detto agli investigatori che c’era stato un incidente domestico causato dall’esplosione improvvisa della bombola da campeggio con la quale stavano cucinando.

Le indagini sono scattate dopo la testimonianza della madre della vittima che aveva raccontato che il figlio di 10 anni della coppia aveva detto di aver assistito all’omicidio della madre. Il procuratore Francesco Paolo Giordano, che col sostituto Tommaso Grillo ha coordinato le indagini, ha indagato Iemmolo e messo sotto intercettazioni ambientale la casa della madre dell’uomo dove era andato a vivere dopo il sequestro della casa coniugale.

La donna negli anni sarebbe stata vittima dei maltrattamenti dell’uomo, persona violenta, che per futili motivi avrebbe anche incendiato l’auto di un vicino. Il Gip Michele Consiglio ha emesso il provvedimento di arresto con l’accusa di omicidio, maltrattamenti, lesioni, incendio e calunnia. 

«Un episodio che sembrava frutto di un atto accidentale, ma la curiosità investigativa e la tenacia hanno ricostruito un’altra verità, molto più inquietante». Così il capo della Procura di Siracusa, Francesco Paolo Giordano, commenta il femminicidio scoperto dagli investigatori del commissariato di Pachino. «E poi ci siamo anche trovati di fronte ad un’ambiente omertoso, dovuto a tanti fattori culturali e storici anche in una provincia come quella di Siracusa e quindi non è stato facile penetrare nel muro di omertà che si era creato».

Eppure la famiglia di Laura Pirri ha creduto nella verità: «I familiari hanno denunciato e avuto fiducia in noi – ha aggiunto il dirigente del commissariato di Pachino, il vicequestore aggiunto Maria Antonietta Malandrino -. Quella frase detta da un bimbo di dieci anni alla nonna è stato il punto di partenza. Ascoltando i parenti e i vicini è emersa una situazione di degrado ma anche di intimidazione. Poi grazie alla consulenza tecnica sul fornellino ed anche sulle mani dell’arrestato, che non potevano essere state causate da un’esplosione, abbiamo ricostruito cosa è accaduto realmente». 

VIDEO SERVIZIO SIRACUSA NEWS

Postato in Cronaca, In evidenza, SIRACUSA, Video0 Comments

FRAMCOFONTE – Lupara bianca, presi i killer

I carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Siracusa avrebbero fatto luce su un omicidio di mafia avvenuto 15 anni fa con il metodo della “lupara bianca”.

Gli investigatori hanno eseguito un provvedimento di custodia cautelare nei confronti di Michele D’Avola, 44 anni, attualmente in carcere al regime del 41 bis, e Fabrizio Iachininoto, 47 anni, per l’omicidio in concorso di Massimo Santo Gallo, 38 anni, scomparso a Francofonte, in provincia di Siracusa, nel marzo del 2002.

D’Avola è ritenuto dagli inquirenti il referente del clan “Nardo” su Francofonte, mentre Iachininoto è ritenuto tra i maggiori esponenti del clan Nardo e indicato come uno dei killer più efferati del gruppo mafioso. Il provvedimento è stato emesso dal gip del Tribunale di Catania, su richiesta della Procura distrettuale etnea.

L’indagine è stata riavviata nel febbraio 2015, in seguito ad alcuni riscontri investigativi dopo le dichiarazioni di un collaboratore di giustizia. Gli investigatori hanno accertato che l’omicidio sarebbe maturato nell’ambito di una faida mafiosa che, nei primi anni 2000, vedeva contrapposti, nell’area di Lentini e Francofonte, in provincia di Siracusa, il clan “Nardo” e il clan “Campailla” di Scordia, Catania, al quale il Gallo era contiguo.

Postato in Cronaca, In evidenza, SIRACUSA0 Comments

Ragazza di 20 anni perde il lavoro e decide di prostituirsi

Una ventenne italiana, identificata e controllata dai carabinieri di Siracusa insieme ad altre 31 donne, ha raccontato ai carabinieri che si prostituiva per mantenersi dopo aver perso il lavoro.

Le zone maggiormente interessate ai controlli sono state le vie d’uscita da Siracusa verso il sud della Provincia (viale Ermocrate, via Columba, via Elorina), via Milano, via Isonzo, viale Zecchino, sempre del capoluogo e, nella zona nord, la S.S. 194 (Lentini – Ragusa) e la S.S. 385 (Catania – Gela). Sono in corso accertamenti al fine di verificare la possibilita’ di provvedimenti di prevenzione quali il “foglio di via”. (ITALPRESS).

Postato in Cronaca, In evidenza, SIRACUSA0 Comments

LEGA PRO – Catania e Siracusa subito fuori dai play off

Lega Pro, play off. Finisce l’avventura del Catania, gli etnei lottano ma non vanno oltre il pareggio a Castellammare contro la Juve Stabia , finisce 0-0.

I campani hanno sprecato almeno tre palle gol ma i rossazzurri dopo appena mezz’ora sono rimasti in 10 per l’espulsione di Parisi. Adesso bisogna guardare subito al futuro che passa dalla scelta del tecnico, si fanno i nomi di De Zerbi, Calori, Gautieri, ma con consistenza gira il nome di Cristiano Lucarelli del Messina.

E va fuori anche il Siracusa. Gli aretusei non reggono in casa l’urto della Casertana. I campani segnano dopo appena 8 minuti con Giorno e raddoppiano nel finale con Corado. La fortuna volta le spalle agli azzurri che avevano finito sesti il torneo. Nella gara di ieri hanno colpito un palo ma alcuni uomini chiave sono incappati in una giornata no.

 

 

Postato in CATANIA, In evidenza, SIRACUSA, Sport0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98