Archive | Economia

AGRIGENTO – Firmato protocollo in Prefettura d’intesa a favore degli ex lavoratori dello stabilimento italcementi.

Ieri è stato firmato in Prefettura di Agrigento da Fillea-Cgil, Filca-Cisl, Feneal-Uil, Prefetto, Sindaca di Porto Empedocle, Italcementi e Sicindustria un protocollo d’intesa a favore degli ex lavoratori dello stabilimento italcementi.

Si apre così per questi lavoratori, alcuni già privi e altri prossimi a perdere l’ammortizzatore sociale che tutela loro e le famiglie, la possibilità nel prossimo futuro di lavorare presso aziende che per conto del Comune realizzeranno delle opere pubbliche o presso aziende che per conto di Italcementi effettueranno dei lavori di manutenzione straordinarie nello stabilimento di Porto Empedocle.

La Prefettura di Agrigento, oltre ad essere la sede della firma del protocollo e dei successivi incontri, è garante dell’attuazione dell’accordo.

Il Comune di Porto Empedocle, inoltre, si impegna a favorire nuovi insediamenti produttivi creando un apposito ufficio, semplificando e snellendo gli iter autorizzativi ed adottando misure fiscali che incentivino le aziende.

Italcementi in questo accordo ribadisce l’impegno a favorire insediamenti produttivi, in una porzione dell’area industriale in suo possesso a Porto Empedocle, di terzi imprenditori che volessero investire assumendo tutti o in parte i lavoratori licenziati nel dicembre 2014.

Le parti sociali, OO.SS. Fillea-Filca-Feneal e Sicindustria, con le Istituzioni e le aziende interessate si impegnano a favorire lo start-up di nuove aziende attraverso contrattazioni aziendali e, nel caso di nuove assunzioni, creando idonee condizioni per rendere conveniente l’investimento da realizzare. Inoltre, sarà facilitato il processo di riqualificazione e formazione dei lavoratori che saranno assunti.

L’accordo prevede una vigenza di anni tre salvo rinnovo e riunioni semestrali per monitorare l’attuazione del protocollo d’intesa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Economia, In evidenza0 Comments

REGIONE – Al via la stabilizzazione di 5 mila precari [VD TG]

E’ stata pubblicata sul sito del Dipartimento Lavoro la circolare esplicativa della normativa regionale che disciplina il percorso di stabilizzazione del personale ASU. Entro il prossimo 8 novembre, i lavoratori impiegati nelle attività socialmente utili dovranno presentare l’istanza per l’inserimento nella «sezione esuberi» all’interno dell’elenco unico regionale, istituita per agevolare lo svuotamento del bacino ASU.

Questa scadenza assume un significato particolare perché vengono sollecitati gli enti ad aggiornare, come per la legge, il proprio piano di stabilizzazione per la futura contrattualizzazione dei precari. “Nei centri per l’Impiego – ha detto l’assessore della Famiglia, Carmencita Mangano – saranno attivati degli sportelli informativi e, allo stesso tempo, promuoveremo i tavoli di concertazione con le parti sociali. Lo scopo è di assistere i precari, destinatari delle misure, e gli enti per la redazione del programma di fuoriuscita in maniera da valorizzare le loro competenze garantendo lo sbocco occupazionale. Da oltre 15 anni queste persone partecipano alla vita amministrativa degli enti e finalmente hanno ricevuto la risposta alle loro legittime aspettative. Nella circolare ci siamo preoccupati di tutelare anche quei lavoratori che sono in attesa di conoscere la loro nuova destinazione. In questo caso continueranno a lavorare nel vecchio ente e percepiranno l’assegno ASU fino a quando non otterranno il trasferimento».

Il Dipartimento Lavoro, decorsi i termini, acquisite le domande dei lavoratori e verificati i programmi di fuoriuscita dal bacino ASU redatti dagli enti, provvederà a pubblicare l’elenco dei soggetti da inserire nella sezione degli esuberi. Un passaggio indispensabile affinché il Dipartimento proceda, nel rispetto della normativa vigente, a individuare le nuove pubbliche amministrazioni, o le società a capitale pubblico, interessate a implementare i propri servizi di competenza istituzionale. La normativa regionale, per agevolare il percorso di sbocco occupazionale, riconoscerà a tutti gli enti un contributo pari all’importo dell’assegno di utilizzazione in ASU per ogni precario che verrà contrattualizzato a tempo indeterminato.

Postato in Cronaca, Economia, In evidenza, Video0 Comments

FAVARA – Vertenza precari, l’intervento di Giovanni Panepinto(Pd)

Il deputato regionale e vice capogruppo del Partito Democratico, Giovanni Panepinto, è intervenuto a Palermo, al Dipartimento regionale per le Autonomie locali, nel merito della vertenza in corso dei 259 lavoratori precari al Comune di Favara, in attesa della copertura finanziaria da parte della Regione per rinnovare i propri contratti a tempo determinato in scadenza. Panepinto afferma: “Insieme alla sindaca di Favara, Anna Alba, abbiamo incontrato i dirigenti dell’assessorato regionale alle Autonomie locali. E’ stato un incontro senz’altro costruttivo e propositivo per la soluzione del problema. Ci incontreremo ancora domani giovedì, sempre in Assessorato, e si è stabilito che l’amministrazione comunale favarese trasmetterà i dati precisi sul fabbisogno finanziario dei lavoratori interessati. Pur dovendo superare ancora qualche ostacolo,ritengo che si può riuscire ad ottenere il risultato sperato. Servono all’incirca 400mila euro da qui a fine anno per garantire tutti i 259 lavoratori. Sono cautamente ottimista che nessun lavoratore rischierà di restare a bocca asciutta. Credo che la spinta della politica abbia un peso non indifferente, come del resto questi padri di famiglia che non hanno mai fatto mancare l’impegno nell’erogare i servizi alla collettività e che pretendono dei sacrosanti diritti che non possono essere assolutamente elusi nei loro confronti per un senso di equità e giustizia.”

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Economia, In evidenza0 Comments

ARAGONA – I consiglieri Sardo e Morreale rinunciano al gettone di commissione

Ad Aragona, nel corso dell’ultima seduta del Consiglio comunale, i consiglieri Mariella Sardo e Francesco Morreale hanno dichiarato di rinunciare al gettone di presenza sia nelle commissioni dove svolgono la funzione di Presidenti, e sia nelle commissioni dove svolgono la funzione di componenti. Il compenso sarà utilizzato per acquistare un tappetino di erba sintetica da collocare nella villa comunale. Sardo e Morreale affermano : “Si tratta di un atto di responsabilità nei confronti della città e soprattutto dei cittadini, a fronte dei circa 13 milioni di debiti che gravano nel bilancio dell’Ente”.

 

Postato in AGRIGENTO, Economia, Politica0 Comments

LICATA – Risolta la vertenza netturbini alla Dedalo Ambiente

Il sindacato Confael di Agrigento, tramite il segretario provinciale Manlio Cardella, annuncia che è stata risolta la vertenza del personale della nettezza urbana alla Dedalo Ambiente, la società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti nella parte orientale della provincia di Agrigento. Manlio Cardella afferma: “22 posti di lavoro salvati e la certezza per 280 lavoratori, prossimi ad essere trasferiti nella Srr, che sarà, caso per caso, valutata la loro posizione e, se emergeranno incongruenze fra la mansione svolta e la qualifica posseduta, la Srr riconoscerà, a far data dall’assunzione, la reale qualifica. I 22 lavoratori – 4 operatori ecologici ed un’autista di Canicattì, 10 netturbini e 6 autisti del cantiere di Palma di Montechiaro e un operatore ecologico di Licata – erano stati già licenziati dalla “Dedalo Ambiente”, la società in liquidazione che fino a poco tempo fa si occupava del servizio di raccolta e smaltimento dei rifiuti nell’Ato Ag3 di Licata che comprende i Comuni di Campobello, Naro, Camastra, Palma, Ravanusa e Canicattì”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Economia, In evidenza0 Comments

RACALMUTO – Tarsu, è caccia agli evasori

Denuncia infedele o incompleta? Il Comune di Racalmuto ha approvato la lista di carico degli avvisi di accertamento Tarsu in rettifica per l’anno 2012 e per il 2011.

Arriveranno, dunque, nelle abitazioni dei racalmutesi degli appositi avvisi di pagamento – con tutti i dati dell’imposizione – ed il bollettino postale per regolarizzare la propria posizione. È “guerra” aperta – esattamente per come era accaduto per la Tarsu del 2010 – agli evasori, ossia a quei contribuenti che non sono in regola con i pagamenti dei tributi dovuti.

Gli avvisi di accertamento Tarsu in rettifica, per l’anno 2012, riguardano ben 534 contribuenti ed un importo complessivo di 170.498 euro. Gli avvisi di accertamento Tarsu in rettifica, per l’anno 2011, invece, riguardano 1.029 racalmutesi ed un totale di 545.811 euro.

Postato in Cronaca, Economia, In evidenza, RACALMUTO0 Comments

AGRIGENTO – Per l’erotismo gli agrigentini non badano a spese: a ruba bambole gonfiabili e vibratori

Ad Agrigento vanno a ruba vibratori, falli in lattice e anche le bambole gonfiabili. Lo certifica chi li vende , ovvero Marco Mamo, titolare con la moglie dell’unico negozio 8automatico e senza dipendenti), il Vizietto Sexy Shop self service al Villaggio Mosè di Agrigento. Come scrive nell’articolo Francesco Di Mare pubblicato sul quotidiano regionale La Sicilia, si tratta di un sexy shop che garantisce l’anonimato a chiunque vi entri, utilizzando la propria tessera sanitaria, a garanzia anche delal maggiore età. E risulta che, ad Agrigento, soprattutto le donne non esitano a mettere mano al portafogli per accaparrarsi questi oggetti di piacere sessuale. Pur essendo un negozio automatico, a volte, spiega il titolare, i clienti non esitano alle chiamate telefoniche per un eventuale aiuto. Il vero fenomento è rappresentato dalla vednita di bambole sia quelle gonfiabili , che realistiche il cui prezzo ovviamente varia.  In un anno afferma smepre il titolare sono state vendute un centinaio di bambole gonfiabili. Poi, dentro il negozio ci stanno anche i cataloghi per ordinare merce che non c’è. Comprese le bambole realistiche il cui prezzo si parte da 1000 euro che sono donne vere e proprie, si arriva anche a 4000 euro. “Quelle da 10.000 euro non conviene prenderle evidenzia il titolare, perchè troppo costose. Si differenziano perchè sono cosi come le vedi con pelle vera. Le puoi vestire. C’è chi ci esce, almeno in Europa,e nel mondo ho letto diversi articoli” conclude il titolare.     

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Economia, Eventi, In evidenza0 Comments

LAMPEDUSA – Stop alle agevolazioni delle tasse, lo Stato chiede anche gli arretrati

I lampedusani devono tornare a pagare le tasse. «Stop» alle agevolazioni del regime fiscale speciale per gli abitanti ed i commercianti dell’isola di Lampedusa che era stato introdotto nel 2011 dal governo nazionale guidato dall’allora premier, Silvio Berlusconi a titolo di «risarcimento» per la continua emergenza immigrazione.

L’Agenzia delle Entrate, ha infatti comunicato che entro gennaio 2018 i lampedusani dovranno presentare le dichiarazioni dei redditi degli ultimi sette anni. Dal 2011 in poi il provvedimento veniva prorogato di anno in anno. Ma adesso lo Stato avrebbe bussato alla porta dei contribuenti lampedusani chiedendo gli arretrati. Per il sindaco delle isole Pelagie Totò Martello «è una situazione incredibile, un accanimento. Spero che il governo trovi una soluzione altrimenti siamo pronti ad azioni eclatanti».

 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Economia, In evidenza0 Comments

RISCOSSIONE SICILIA – Fiumefreddo va al contrattacco: Pronto il mio esposto in Procura”

“Stamattina ho presentato un esposto-denuncia al procuratore di Palermo, Francesco Lo Voi, chiedendo l’acquisizione del verbale e della documentazione relativi alla votazione tenutasi all’Ars nella seduta del 9 agosto scorso, con cui si è votata la liquidazione di Riscossione Sicilia e la mia immediata decadenza come amministratore unico della partecipata regionale”, afferma Antonio Fiumefreddo, ad di Riscossione Sicilia, dopo che due giorni fa l’Ars ha approvato una norma in cui si avvia la liquidazione della società e si fa saltare l’ad.

“Ho chiesto, in particolare – spiega Fiumefreddo – che si accerti se non si sia consumato il delitto di falso atteso che alla votazione risultino presenti 61 deputati, ma dalla sommatoria dei voti contrari, di quelli favorevoli e degli astenuti, emerge che siano stati espressi 51 voti. Mancano 10 voti all’appello. Com’è possibile che il Presidente Ardizzone, chiamato ad assicurare la regolarità dei lavori d’aula, non si sia accorto di nulla. La circostanza – secondo Fiumefreddo – inficia gravemente il voto ed inquieta per ciò che potrebbe celare”.

“Intendo andare fino in fondo – annuncia – e perciò ho scritto anche al ministro dell’Interno perché, giusti i poteri che la legge gli assegna, vigili se in Sicilia non si sia consumata, nella fretta di consumare una vendetta, una condotta gravemente lesiva dei principi costituzionali che regolano il funzionamento dell’Ente. Ho scritto anche al Presidente Crocetta perché impugni la legge, chiaramente sprovvista dei criteri di astrattezza delle leggi,e anche ai sensi dell’art. 127 della Costituzione essendo in presenza di una legge diretta contro un cittadino limitato nelle sue libertà costituzionali”.

Postato in Cronaca, Economia, In evidenza, Politica0 Comments

RACALMUTO – Lista Borsellino:” Campagna dell’ex maggioranza contro la raccolta differenziata”

“L’ex maggioranza sta conducendo una campagna contro la raccolta differenziata – scrivono in una nota la lista Borsellino – attraverso attacchi politici che oltre a discreditare il lavoro dell’amministrazione e degli uffici comunali, sta diffondendo la convinzione che differenziare i rifiuti non comporti alcun beneficio.”

“False le affermazioni secondo le quali quest’anno le bollette tari non hanno avuto alcuna riduzione rispetto al passato – afferma l’Assessore Valentina Zucchetto. Mediamente i cittadini stanno pagando il 20% in meno e per una normale famiglia racalmutese tale riduzione è davvero qualcosa di importante”.

Postato in Cronaca, Economia, In evidenza, RACALMUTO0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Set    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98