La seconda prova della maturità: al Classico c’è Seneca

Seconda prova della Maturità 2017 stamani per circa mezzo milione di studenti impegnati con gli esami in tutta Italia. Al Classico i ragazzi dovranno vedersela con la versione di latino, mentre allo Scientifico, come di consueto, con Matematica. 

Tra le altre tracce, invece, diritto ed economia politica al liceo delle scienze umane, tecniche della danza al liceo coreutico, tecniche professionali dei servizi commerciali per l’indirizzo Servizi commerciali degli Istituti professionali. 

Classico  

È Seneca l’autore proposto al liceo Classico per la versione di latino, con un brano tratto da «Il valore della filosofia». Nel testo l’autore parla del valore della filosofia e del bisogno che ne ha l’uomo, descrivendone quindi le caratteristiche e le finalità, specialmente in relazione agli aspetti pratici della vita. Sarà la filosofia, infatti, a indicarci la strada da seguire nel quotidiano e a dirigerci nelle situazioni di difficoltà. 

Stavolta i pronostici non sono stati disattesi, le ipotesi del toto-esame l’inizio davano Seneca come candidato principale: secondo il sondaggio di Skuola.net su 2500 maturandi, 1 su 4 (la maggioranza) si aspettava questo autore. 

Scientifico  

Protagonista della prova di matematica è una bicicletta con le ruote quadrate. Ai ragazzi è richiesto di risolvere uno dei due problemi e rispondere a cinque quesiti del questionario che comprendono integrali, limiti, geometria analitica, calcolo combinatorio. 

Il primo degli esercizi, il più difficile, è così strutturato: “Si può pedalare agevolmente con una bicicletta dalle quattro ruote? Si richiede uno studio di funzione con punti di non derivabilità”. Occorre quindi calcolare il profilo della pedana per far muovere il mezzo a ruote quadrate. Inoltre, gli studenti dovranno citare il caso del MoMath Museum of Mathematics di New York.  

Il secondo problema, riguarda una analisi e uno studio di funzione con limiti e grafici di derivata primitiva.  

Amministrazione Finanza e Marketing, traccia Economia aziendale  

È stato presentato ai candidati il report annuale di un’azienda di elettrodomestici. Si tratta di una analisi del mercato, della produzione dell’impresa, con alcune sacche di inefficienza; un’istantanea al 31/12/2015 del bilancio. Quali i provvedimenti del management per migliorare la performance aziendale? 

Scienze umane, opzione economico sociale: Diritto ed economia politica  

Ai maturandi è richiesto di svolgere una analisi economica con protagonista il tema della disoccupazione. Dovranno mettere in relazione il tasso di crescita/decrescita disoccupazione con le condizioni economiche di Usa e Uk dal 1955 al 2016, e, successivamente, nella seconda parte dell’esame, proporre alcuni quesiti relativi al tema. 

Informatica  

Il quesito riguarda la gestione di un’applicazione Web di car pooling. Gli studenti dovranno progettare la base dati e il progetto di massima di una funzionalità a scelta dell’applicazione, sia lato client che server. 

Postato in Attualita', Cronaca, Cultura, Dall'Italia, Eventi, In evidenza, Scuola0 Comments

ESAMI MATURITA’ 2017 – Le tracce della prima prova: la robotica, i versi ecologisti di Caproni, disastri e ricostruzione

La lirica Versicoli quasi ecologici (tratta dalla raccolta Res Amissa) di Giorgio Caproni , intellettuale livornese vissuto a cavallo tra le due guerre, per l’analisi del testo; la natura tra minaccia e idillio per il saggio breve in ambito artistico e letterario (fra gli allegati Leopardi, Montale e Pascoli, e i quadri “Bufera di neve: Annibale e il suo esercito attraversano le Alpi” di William Turner e “Idillio primaverile” di Giuseppe Pellizza da Volpedo); «disastri e ricostruzione» per il saggio storico politico. Sono queste alcune delle tracce della prima prova dell’esame di Maturità 2017, quella di italiano, insieme a robotica e futuro tra istruzione, ricerca e mondo del lavoro per il tema tecnico-scientifico; per l’attualità il concetto di progresso, sia materiale che civile (partendo da una citazione di Edoardo Boncinelli da “Per migliorarci serve una mutazione”); i decenni 50 e 60, quelli del miracolo economico, per il tema storico, con considerazioni di Piero Bevilacqua (“Lezioni sull’Italia repubblicana”) e Paul Ginsborg (“Storia d’Italia dal dopoguerra a oggi”). 

Così per 500mila studenti italiani è cominciato questa mattina l’Esame di Stato. Più di 25mila le classi coinvolte e 12.675 le commissioni, composte da un presidente esterno più tre commissari interni e tre esterni. Ammesso il 96,3% degli iscritti.  

Il via alle 8,30 con la prova scritta d’italiano, uguale per tutti, che avrà una durata massima di 6 ore. Ad ogni maturando è stato consegnato un fascicolo contenente le tracce elaborate dal Miur. Agli studenti la scelta tra analisi del testo, saggio breve, tema storico o tema di attualità, a seconda del proprio interesse, della conoscenza dell’argomento e della propria capacità di scrittura, analisi e rielaborazione dei documenti messi a disposizione dal Ministero dell’Istruzione.  

Nella provincia agrigentina sono 4.729 i candidati, tra 4.370 interni e 359 esterni, suddivisi in 238 classi, innanzi a 119 commissioni e 385 commissari. Complessivamente in Sicilia saranno poco più di 47mila gli studenti impegnati con gli esami di maturità. La provincia agrigentina è la quarta per il numero di maturandi in Sicilia. La seconda prova, relativa all’indirizzo di studio, è prevista come sempre il giorno dopo, giovedì 22 giugno. Invece la terza prova si svolgerà lunedì 26 giugno, ha carattere multidisciplinare e verte su non più di cinque materie dell’ultimo anno di corso e non meno di quattro. Consiste nella risposta a quesiti singoli o multipli, nella soluzione di problemi o di casi pratici e professionali o nello sviluppo di progetti ed è strutturata in modo da consentire anche l’accertamento della conoscenza di una lingua straniera. Gli orali iniziano il 30 giugno.

Postato in Attualita', Cronaca, Cultura, Dall'Italia, Eventi, In evidenza, Scuola0 Comments

FAVARA – L’istituto Ambrosini a lezione dallo Chef La Torre

A Favara, all’Istituto alberghiero Ambrosini, diretto da Milena Siracusa, si è concluso uno stage formativo nell’ambito dell’alternanza scuola-lavoro, che gli studenti delle quarte classi hanno svolto nella prestigiosa azienda di banquetin di Pietro La Torre a Canicattì, un leader indiscusso nella ristorazione. Gli studenti dell’Ambrosini hanno potuto, per ben 40 ore, acquisire competenze necessarie per inserirsi nel mercato del lavoro, lavorando “sul campo” superando quel gap “formativo” tra mondo del lavoro e mondo accademico in termini di competenze e preparazione. Gli studenti, in occasione del giorno conclusivo dello stage, guidati dalle sapienti mani dello Chef La Torre, hanno realizzato un primo piatto composto da risotto alla pescatora, ed un secondo piatto composto da baccalà scottato su vellutata di zucchine, patate e ciliegino, il tutto guarnito con cipolla caramellata e valeriana. Delle squisitezze per gli occhi ed il palato, che gli allievi hanno offerto ai propri genitori intervenuti, e allo staff dell’alberghiero, composto dalla Dirigente Milena Siracusa, Il vicepreside Giovanni Fontana ed i professori Angelo Trupia e Carmelo Rimini. Al termine della manifestazione agli studenti è stato consegnato un meritatissimo attestato.

 

Postato in AGRIGENTO, Cultura, Eventi, In evidenza, Scuola0 Comments

AGRIGENTO – Legge 104, “Insegnanti in movimento” invoca accesso agli atti

Ad Agrigento l’associazione “Insegnanti in movimento”, che da tempo lotta per il rispetto dei requisiti per accedere ai benefici della legge 104 contro abusi e prevaricazioni, ha presentato, già un mese addietro, una richiesta di accesso agli atti all’Azienda sanitaria e all’Inps, senza però ricevere al momento alcuna risposta. Si tratta della richiesta per ottenere gli elenchi degli insegnanti convocati e sottoposti a visita per usufruire delle agevolazioni della legge 104. La stessa associazione “Insegnanti in movimento” si riversa di organizzare delle manifestazioni di protesta, innanzi alle sedi dell’Azienda sanitaria e dell’Istituto di previdenza, qualora non sia garantito l’accesso agli atti, in ossequio alla normativa sulla trasparenza.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Scuola0 Comments

AGRIGENTO – Finanziamento per l’asilo nido del Villaggio Mosè, intervento del sindaco Firetto

“Prosegue il percorso intrapreso nella direzione del miglioramento della qualità del nostro patrimonio edilizio scolastico, cui abbiamo sempre riservato particolare attenzione, dopo gli interventi già effettuati nei mesi scorsi su diverse scuole comunali. Il Comune è destinatario di un finanziamento, per un importo di 80.000 Euro, per la realizzazione di un intervento di riqualificazione dell’asilo nido comunale di Villaggio Mosé. L’intervento prevede la sistemazione della copertura e degli spazi esterni”.Così il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto sul nuovo finanziamento per l’asilo nido comunale del Villaggio Mosè.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Politica, Scuola0 Comments

RACALMUTO – Da Bari per conoscere Sciascia

Lettori di Pirandello e Sciascia in visita a Racalmuto. Ad organizzare il viaggio, per scoprire i luoghi di Luigi Pirandello e Leonardo Sciascia, è stata l’associazione culturale  “Donne in carriera” di Bari. Ad accompagnare i visitatori è stato l’assessore comunale Salvatore Picone. Il gruppo ha visitato la Fondazione Sciascia, l’aula scolastica del maestro Sciascia nella scuola elementare “Generale Macaluso”, la chiesa Madonna del Monte, il palazzo comunale, ex convento delle clarisse, il teatro Regina Margherita e la statua di Sciascia in piazza. “Abbiamo apprezzato molto – ha detto Gabriella Caruso, componente dell’associazione pugliese – la pinacoteca dedicata agli scrittori ed i libri della fondazione, un vero patrimonio collettivo”.

Postato in Cultura, Eventi, In evidenza, RACALMUTO, Scuola0 Comments

AGRIGENTO – Cupa, Vitellaro: “Nuovi corsi di laurea in collaborazione con la Kore”

Il capogruppo al Consiglio comunale di Agrigento di “Agrigento Cambia”, Pietro Vitellaro, annuncia con soddisfazione che alcuni nuovi corsi di laurea saranno attivati al Consorzio universitario di Agrigento in collaborazione con l’Università Kore di Enna. Pietro Vitellaro commenta: “Finalmente le notizie sul Polo universitario di Agrigento sono di speranza. Se pensiamo che solo un anno e mezzo fa regnava la disperazione, oggi, invece, si discute dell’apertura di nuovi corsi di laurea con Università come la Kore di Enna. Certo, si tratta di un piccolo passo, ancora il lavoro da fare è molto. Tuttavia ciò dimostra che la strada che stiamo percorrendo sia quella giusta. Adesso, con più forza, rinnoviamo l’appello ai nostri deputati regionali nel difendere le prerogative dell’Università ad Agrigento modificando l’articolo 3 delle Disposizioni programmatiche e correttive per l’anno 2017. Andiamo avanti convinti che con serietà e determinazione si arriva ovunque.”

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Politica, Scuola0 Comments

AGRIGENTO – Rimpatriata degli alunni dello Sciascia 25 anni dopo il diploma

Si sono ritrovati 25 anni dopo il diploma al termine di un certosino lavoro di ricerca e coordinamento. Gli studenti della quinta A dell’istituto tecnico commerciale “Leonardo Sciascia” di Agrigento, classe 1992, sono riusciti a rintracciarsi quasi tutti e ad organizzare una serata conviviale in un locale di Porto Empedocle.

Una di loro, è arrivata appositamente da Monaco di Baviera, uno da Roma mentre altri erano rimasti in zona ed è stato più facile contattarli per organizzare. A fare da “coordinatore” dell’evento, è stato uno degli ex alunni, l’agrigentino Carmelo Santamaria.

Nel corso della serata, gli ex studenti dello Sciascia, che oggi sono professori, scrittori, poliziotti, bancari, guardia carceraria, avvocati e imprenditori, hanno ricordato l’esperienza scolastica con insegnanti come Giovanni Taglialavoro, Pippo Lo Presti, Maria Randazzo e padre Scaglia. 

Postato in AGRIGENTO, Eventi, In evidenza, Scuola0 Comments

SCIACCA – Controlli antidroga dei Carabinieri nelle scuole

A Sciacca i Carabinieri, in collaborazione con il pastore tedesco Derby della squadra cinofila di Palermo, hanno compiuto dei controlli antidroga nei pressi e all’interno di un Istituto scolastico cittadino. I controlli hanno sortito esito negativo. I militari proseguiranno tale genere di attività al fine di prevenire, soprattutto tra i più giovani, l’assunzione e lo spaccio delle sostanze stupefacenti.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Scuola0 Comments

AGRIGENTO – Gero Acquisto della UIL:” Il Cupa è ormai alla canna del gas” [VD TG]

LA UIL Territoriale di Agrigento con il Segretario Generale Gero Acquisto analizza l’ultima finanziaria regionale approvata e votata sul filo di lana qualche giorno addietro esprimendo tutto la propria amarezza per la situazione in cui versa la provincia agrigentina.

”NON CI ASPETTAVAMO I MIRACOLI, MA NEMMENO UNA FINANZIARIA CHE COLPISCE SEMPRE DI PIU’ AGRIGENTO E LA SUA PROVINCIA, una finanziaria definita da molti pre-elettorale, e che boccia ancora una volta l’operato dei parlamentari agrigentini e la loro azione politica. Niente di buono per lo sviluppo e le opportunita’ per il nostro territorio, anzi a questo punto per il Consorzio Universitario e’ notte fonda, I 3 milioni e 200 mila euro da dividere tra I consorzi siciliani, rappresenta la morte per il polo accademico agrigentino. Ci aspettavamo una presa di posizione netta della deputazione che non vi e’ stata. Negli ultimi 20 anni una provincia che esprime sempre gli stessi politici, che ci consegnano il fine vita di una delle pochissime realta’ che la politica ha fatto nascere e adesso morire. Una sconfitta che deve far riflettere tutti gli agrigentini, noi abbiamo detto sempre come Uil che il Cupa è’ un patrimonio di tutti senza colorazioni politiche, ma avamposto di cultura, sapere e realizzazione per gli studenti e per le famiglie che scommettevano su una universita’ territoriale e trampolino di opportunita’ e di professionalita’. Purtroppo la politica, la gestione e la governance nei tempi di crescita, ha guardato quasi esclusivamente al carrierismo di amici e parenti e a spese che oggi come si e’ visto erano poco giustificate, con l’aggravante che i rapporti con l’ateneo palermitano hanno avuto negli ultimi anni solo contenziosi e rapporti tesi e di smantellamento del polo decentrato.

OGGI LA SITUAZIONE SI FA BUIA, CONOSCENDO LA SERIETA’ DEL PRESIDENTE ARMAO, chiederemo un altro incontro per avere direttamente da lui contezza se ci sono ancora margini, il sindacato non puo’ tollerare ancora scippi e menefreghismo. E infine non ci spieghiamo perche’ le altre province siciliane anche in questa ultima finanziaria hanno avuto finanziamenti e opportunita’, vedi l’aeroporto di Comiso e Trapani, i 5.5 milioni della Kore di Enna o l’autodromo di Pergusa. Agrigento non puo’ fare il passo del gambero, non lo merita e non e’ una provincia che puo’ solo subire”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Politica, Scuola, Video0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98