SANITA’ – “Fili di sutura nell’addome”, condannata Asp Agrigento

Il Tribunale di Agrigento ha condannato l’Azienda sanitaria provinciale a pagare un risarcimento di 150mila euro ai figli di Assunta Pedacqua, morta l’8 agosto del 2010. La donna, nel giugno precedente, fu sottoposta ad un intervento chirurgico all’addome all’ospedale “San Giovanni di Dio”, e poi morì dopo essere stata dimessa. A seguito di successivi accertamenti compiuti all’ospedale “Sant’Elia” a Caltanissetta si scoprirono nell’addome della donna ancora parecchi fili di sutura.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Salute0 Comments

RACALMUTO – S’illuminano i monumenti del paese per la giornata mondiale del diabete

“I monumenti illuminati” per la “Giornata mondiale del diabete” che si celebra il 14 . All’iniziativa partecipa anche Racalmuto che fino al 18 novembre illumina di blu i campanili  del proprio duomo elevati nel 1776, quando la chiesa, dedicata all’Annunziata, viene decorata  con stucchi e ori. “Facciamo parlare i monumenti, le figure della storia si vestono di blu per attirare l’attenzione su un grande problema sociale – commenta il Sindaco Emilio Messana-. Tuteliamo la salute e promuoviamo la bellezza della nostra terra”.

Postato in Cronaca, Eventi, RACALMUTO, Salute0 Comments

AGRIGENTO – Dal 10 al 12 novembre si svolgerà il 4° convegno regionale “Il Mantello”

Ad Agrigento da venerdì 10 a domenica 12 novembre si svolgerà il quarto Convegno Regionale “Il Mantello”, sulle cure palliative e terapia del dolore, promosso dall’Unità operativa Hospice-Clinica del dolore “Giovanni Paolo secondo” e Unità Operativa di Cure Palliative di Agrigento, diretta da Gelardo Alongi in collaborazione con l’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento, diretta dal commissario Gervasio Venuti. Giovedì 9 novembre, nel foyer del Teatro Pirandello, alle ore 11, si svolgerà la conferenza stampa di presentazione dell’evento a cui, oltre Alongi e Venuti, parteciperanno la psicologa Carmelinda Scalia, il conduttore radiofonico Riccardo Gaz, già impegnato in tour di sensibilizzazione nelle scuole, coinvolte nel concorso “Premio il Mantello”. Venerdì 10 novembre la seduta mattutina del convegno si svolgerà dalle ore 10 in poi al Circolo Empedocleo in via Atenea, e poi la seduta pomeridiana al Teatro Pirandello dalle ore 15 in poi. Sabato 11 novembre ancora al Teatro Pirandello, dalle ore 9 in poi, si svolgerà anche la consegna dei premi agli studenti partecipanti al concorso “Premio Il Mantello” con Riccardo Gaz e Tony Sperandeo. Il convegno proseguirà nel pomeriggio di sabato, e dopo la chiusura alle 19:30 dei lavori, si esibiranno, alle ore 21:30, i “Patty Singers”. Infine domenica 12 novembre è in programma solo una sessione mattutina dalle 8:30 in poi che si concluderà alle 13:30.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, Salute0 Comments

AGRIGENTO – 3 cardiologi assunti con urgenza all’Asp

Altri dirigenti medici sono stati assunti con contratto a tempo indeterminato dall’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento. Si tratta di tre cardiologi che, in atto, prestano servizio a tempo determinato negli ospedali di Agrigento e Canicattì. Il provvedimento urgente con cui l’Azienda ne ha disposto l’assunzione, oltre a consentire la stabilizzazione per i professionisti garantendone l’uscita dal precariato, evita gravi criticità nei reparti ospedalieri interessati. I tre cardiologi, infatti, avrebbero dovuto lasciare già dal primo novembre gli ospedali agrigentini per assumere servizio all’Azienda sanitaria di Siracusa dove sono stati convocati per essere assunti in conseguenza dello scorrimento di una graduatoria a tempo indeterminato. Dunque, l’ Azienda sanitaria di Agrigento, diretta da Gervasio Venuti, dopo aver acquisito la disponibilità dei professionisti a continuare a esercitare il proprio mandato all’Asp di Agrigento, ha avviato, come previsto dall’Assessorato Regionale della Salute in una recente circolare, un virtuoso esempio di dialogo interistituzionale con l’Azienda di Siracusa, finalizzato all’utilizzo condiviso della graduatoria.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Salute0 Comments

AGRIGENTO – Il sindaco Martello colto da infarto. La riflessione del dottor Caramanno

E’ opportuna una riflessione, peraltro molto qualificata, perché ad opera del primario di Emodinamica all’ospedale “San Giovanni di Dio” di Agrigento, Giuseppe Caramanno. Perché il sindaco Martello è stato soccorso a Palermo e non ad Agrigento dove vi è un centro emodinamico tra i più avanzati ed efficienti in Sicilia? Il trasferimento del paziente a Palermo ritarda almeno di un’ora il soccorso all’infartuato, aggravando le conseguenze del malore. E Giuseppe Caramanno afferma: “Premesso che l’Emodinamica di Agrigento, nel 2016, è stata la prima in Sicilia nel trattamento dell’infarto miocardico acuto con 302 procedure di angioplastica, è opportuno ricordare che il 118 deve trasferire i casi con tale grave patologia nel centro di Emodinamica più vicino. E quindi i pazienti di Lampedusa devono ricorrere inevitabilmente all’ospedale di Agrigento. Prima il paziente arriva in sala operatoria e migliore sarà la prognosi perché il tempo è muscolo. Non comprendo, pertanto, nel caso in questione, la decisione dei medici di trasferire l’infartuato all’ospedale Ingrassia di Palermo, ritardando di circa un’ora la procedura di riapertura dell’arteria e vanificando, di fatto, in buona parte, il salvataggio del muscolo cardiaco. La cosiddetta ‘rete dell’infarto’ ha lo scopo di inviare i pazienti infartuati prima possibile nei centri di emodinamica, perché in tal modo si riesce a salvare quanto più miocardio possibile migliorando sensibilmente la sopravvivenza”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Salute0 Comments

RIBERA – L’Asp di Agrigento offre la mammografia fino al 31 ottobre

Fino al prossimo 31 ottobre, a Ribera, l’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento, diretta da Gervasio Venuti, offre a disposizione delle donne un ambulatorio mobile per l’esame mammografico. Il camper è in sosta nel piazzale antistante l’ospedale “Fratelli Parlapiano”. Le donne di Ribera e anche di Calamonaci, tra i 50 e i 69 anni, che hanno ricevuto l’invito a domicilio, possono recarsi all’ambulatorio, già attivo dallo scorso 11 ottobre, da lunedì a venerdì, dalle ore 8.30 alle 13 e dalle 14 alle 18. Sono interessate 2732 donne residenti a Ribera e 192 a Calamonaci. La mammografia è da eseguire ogni due anni dai 50 anni di età in poi. L’80-90% delle donne con un tumore di piccole dimensioni e senza linfonodi colpiti può guarire definitivamente.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Salute0 Comments

AGRIGENTO – Se questo è un pronto soccorso: le foto choc di AssoCare [FOTO]

L’associazione nazionale degli infermieri ha deciso di pubblicare un reportage fotografico choc per testimoniare il degrado del Pronto soccorso dell’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento. Questa è la situazione – denuncia l’associazione degli infermieri – in cui sono costretti a convivere pazienti, medici, infermieri e personale Oss. 

Entro la fine del mese, però, dovrebbe essere inaugurato il nuovo pronto soccorso. Un progetto da 700mila euro che avrà tre sale d’attesa e garantirà una buona separazione fra chi arriva e chi deve essere valutato dai medici o anche chi è stato già visitato.  

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Salute0 Comments

AGRIGENTO – Al via la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2017-18

Scatterà il prossimo lunedì 23 ottobre la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale,
per la prevenzione della malattia e delle sue complicanze, avviata dall’Azienda sanitaria provinciale
di Agrigento. Le vaccinazioni verranno effettuate su tutto il territorio Asp presso gli studi dei medici
di famiglia, dei pediatri di libera scelta ed in tutti i presidi vaccinali aziendali. Il servizio è gratuito
per chi ha compiuto i sessantacinque anni e per i soggetti a rischio ossia adulti e bambini con
patologie croniche, individui ricoverati in strutture per lungodegenti, familiari di persone ad alto
rischio, operatori sanitari e di assistenza, addetti ai servizi di pubblica utilità, personale che, per
motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus
influenzale non umani come i veterinari e gli addetti agli allevamenti e ai macelli. In co-
somministrazione con l’antinfluenzale può essere offerto il vaccino antipnemucoccico (per
patologie quali otiti, bronchiti, meningiti, asma) secondo le modalità previste dal decreto emanato
dell’Assessorato Regionale alla Salute relativamente alla campagna 2017/2018.
Il periodo indicato per la somministrazione del vaccino antinfluenzale stagionale va da ottobre a
dicembre inoltrato e ciò per poter garantire livelli efficaci di copertura anticorpali nel tempo dal
momento che i virus dell’influenza raggiungono l’apice della diffusione nella nostra regione dalla
fine di gennaio a marzo. La trasmissione interumana si può verificare per via aerea attraverso gocce
di saliva di chi tossisce o starnutisce ed anche attraverso le mani contaminate da secrezioni
respiratorie; ecco perché il Servizio epidemiologia Asp ricorda che una buona igiene delle mani è
una pratica fortemente raccomandata. Anche coprire la bocca ed il naso quando si tossisce e si
starnutisce può limitare la diffusione dell’influenza. Qualora se ne presentasse il bisogno resta
raccomandato l’isolamento a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase
iniziale.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, Salute0 Comments

AGRIGENTO – Al teatro “Pirandello” inaugurato il 42° Congresso regionale della Sirm [VD TG]

Ad Agrigento al teatro “Pirandello” è stato inaugurato il 42° Congresso regionale della Sirm, la Società Italiana di Radiologia Medica – Gruppo regionale Sicilia. Tra gli altri è intervenuto anche Roberto Lagalla, Direttore del Dipartimento di Scienze Radiologiche del Policlinico Giaccone di Palermo. Il congresso prosegue oggi venerdì e domani sabato all’Hotel Dioscuri a San Leone.

Le interviste

Postato in AGRIGENTO, Gossip, In evidenza, Salute, Video0 Comments

PALERMO – Anziano morto, formiche in corsia: la Procura apre inchiesta

La procura ha aperto un’inchiesta sulla denuncia dei familiari di un anziano morto a Palermo.
    Vincenzo Oliveri, 70 anni, per quasi due mesi è rimasto ricoverato nel reparto di Pneumologia del Civico. E con lo smartphone, sostengono i suoi parenti, ha documentato l’assalto delle formiche in corsia, i sanitari rotti nei bagni, le porte danneggiate. Le sue segnalazioni inviate anche alla redazione di Repubblica Palermo hanno portato a un blitz dei carabinieri del Nas. Dopo tre settimane dalle dimissioni dal nosocomio, Oliveri è morto nel reparto di Rianimazione di un altro ospedale, il Cervello dove è arrivato in ambulanza in condizioni disperate. I familiari hanno denunciato “le precarie condizioni igienico sanitarie del reparto del Civico” L’indagine, vede indagati per omicidio colposo dodici sanitari del Civico. Dall’azienda respingono le accuse: “Dopo la segnalazione della presenza di formiche – spiega il direttore sanitario Giorgio Trizzino – abbiamo eseguito tre disinfestazioni. I primi di settembre”.

Postato in Cronaca, PALERMO, Salute0 Comments

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98