Tag Archive | "Agrigento"

AGRIGENTO – Droga e pistola illegale dentro casa, arrestati 2 giovani


Il personale della Squadra Mobile di Agrigento ha arrestato due agrigentini, Dhanny Lucia, 27 anni e Gabriele Lucia, di  19 anni, in quanto colti nella flagranza del reato di detenzione illegale di arma e detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Nel corso di una perquisizione effettuata presso l’abitazione dei due soggetti gli agenti rinvenivano un pistola cal. 7,65 illegalmente detenuta e, nella disponibilità di di uno dei due arrestati anche n. 10 stecchette, verosimilmente, di sostanza stupefacente del tipo “hashish”, del peso complessivo di gr. 6,7.

Dopo le formalità di rito, i due soggetti venivano sottoposti alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

AGRIGENTO – “Ha sequestrato in casa l’anziana madre”, arrestato 56 enne


Sequestro di persona. E’ per questa ipotesi di reato che la Squadra Mobile della Questura di Agrigento ha arrestato un agrigentino di 56 anni. L’uomo,  avrebbe rinchiuso in casa la propria madre ed avrebbe infilato una serie di chiodi nella serratura per evitare che l’anziana riuscisse ad aprire.

La donna ha chiesto aiuto, urlando, dal balcone. I poliziotti delle Volanti prima e la Squadra Mobile dopo sono accorsi e sono riusciti a rintracciare il figlio: il cinquantaseienne che è stato arrestato e portato al carcere Petrusa di Agrigento.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

AGRIGENTO – Accusati di abuso d’ufficio: scagionatI due poliziotti della Questura


Il Tribunale di Agrigento ha assolto, “perchè il fatto non sussiste”, i poliziotti Rosario Migliorisi e Vincenzo Ammirata, in servizio presso la Questura di Agrigento, dai reati di abuso d’ufficio e violenza privata. I due erano stati coinvolti in una vicenda su presunti abusi ai danni di un architetto agrigentino per presunti contrasti col padre di quest’ultimo. La stessa Procura aveva chiesto l’assoluzione dopo aver ascoltato una trentina di testi.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

AGRIGENTO – OPERAZIONE “GIANO BIFRONTE”, ARRESTI DELLA GUARDIA DI FINANZA [VD TG]


La Guardia di finanza di Agrigento ha eseguito una raffica di provvedimento di cattura disposti dal Gip del Tribunale, Franco Provenzano su richiesta della Procura di Agrigento, pubblico ministero Andrea Maggioni, riguardanti imprenditori e pubblici funzionari.
L’accusa principale contestata è di corruzione. Alcuni arresti riguardano numerosi imprenditori agrigentini, favaresi, di Licata. Sono 15 le misure custodiali e interdittive nei confronti di 15 residenti della provincia di Agrigento e Palermo.
Tutto ruota attorno all’Irfis, Finanziaria per lo Sviluppo della Sicilia S.p.A., società finanziaria per il mediocredito con sede a Palermo, con un solo azionista: la Regione Siciliana. L’accesso al credito senza i requisiti dovuti e pagamento di mazzette hanno dato origine a questa operazione . Sono stati arrestati: Paolo Minafò di Palermo e il favarese Antonio Vetro, vecchia conoscenza della Guardia di finanza, entrambi finiti nel carcere Petrusa. Agli arresti domiciliari sono finiti: Angelo Incorvaia, Valerio Peritore di Licata; Patrizia Michela Cristofalo, Nicola Galizzi ed Ettore Calamaio. Obbligo di dimora per il favarese Antonio Milioti; Sebastiano Caizza di Campobello di Licata; Angelo Sanfilippo di Canicattì; Calogero Curto Pelle di Canicattì e Gerlando Raimondo Lorenzano di Aragona.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, VideoCommenti (0)

AGRIGENTO – Morte donna in ospedale, archiviare indagini su 3 medici, decide il Gup


La Procura di Agrigento ha chiesto l’archiviazione delle indagini sulla morte di Calogera Vullo, 67 anni, spirata al reparto di Chirurgia dell’ospedale “San Giovanni di Dio” nel giugno dell’anno scorso. La famiglia della donna, rappresentata dagli avvocati Anna Mulè ed Ettore Piscopo, si è opposta.

Tre medici, rappresentanti e difesi dagli avvocati Giusy Amato e Nino Gaziano, risultano essere informati sui fatti. Il giudice Alfonso Malato si è riservato di decidere se archiviare o meno. 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

AGRIGENTO – Arrestato nigeriano sospettato di torture e sevizie [VIDEO]


La POLIZIA DI STATO DI AGRIGENTO, in data di ieri, ha eseguito un fermo di indiziato di delitto emesso dalla PROCURA DELLA REPUBBLICA – DDA DI PALERMO, a carico di OGAIS JOHN  detto  “Rambo”,  nigeriano,  cl. 1992,  individuato e catturato  presso il CDA-CARA “S.Anna” di Isola di Capo Rizzuto.

L’uomoè sospettato di far parte di un’associazione per delinquere di carattere trasnazionale dedita a commettere più reati contro la persona – ed in particolare – tratta di persone, sequestro di persona, violenza sessuale, omicidio aggravato e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina;

In particolare, l’OGAIS è stato riconosciuto come uno dei responsabili di torture e sevizie perpetrati in Libia all’interno della safehousedi “Alì il Libico”, dove i migranti venivano privati della libertà personale prima di intraprendere la traversata in mare per le coste italiane. OGAIS è stato individuato come uno dei complici di ACKOM SAM ERIC, ghanese,tratto in arresto dalla Squadra Mobile di Agrigento nello scorso mese di marzo, sempre su ordine della DDA di Palermo e a carico del quale sono state già confermate le accuse da parte delle sue vittime davanti al Giudice delle Indagini Preliminari nel corso di un drammatico incidente probatorio.

Le indagini su OGAIS, detto Rambo,sono state condotte dalla Squadra Mobile di Agrigento, diretta da Giovanni Minardi,e dalla Squadra Mobile di Crotone, diretta da Nicola Lelario,che ha collaborato nella fased’individuazione e cattura del soggetto. Entrambi gli Uffici investigativi territoriali sono stati coordinati dalla Seconda Divisione del Servizio Centrale Operativo di Roma.

Di seguito vengono riportati alcune parti delle dichiarazioni rese dai migranti, che hanno determinato i pubblici ministeri Calogero FERRARA e Giorgia SPIRI della Direzione Distrettuale Antimafia di Palermo, guidata da Francesco LO VOI, ad emettere il  provvedimento di fermo a carico di OGAIS.

Il fermato è stato associato alla Casa Circondariale di Catanzaro a disposizione della competente A.G.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Dal Mondo, VideoCommenti (0)

AGRIGENTO – Festeggiamenti per il 150° anniversario: Comune pubblica atto di nascita di Luigi “Pirandelli”


E’ stata pubblicata sul sito del Comune di Agrigento, nello spazio dell’home page dedicato alle manifestazioni per il 150 anniversario della nascita di Luigi Pirandello, la foto dell’atto di nascita del drammaturgo e la relativa trascrizione. Il documento è conservato nell’Archivio storico comunale Salvatore La Rocca.

Si può così constatare come Luigi Pirandello sia nato alle “ore tre e un quarto antimeridiane” del 28 giugno 1867, “nella cascina della Villa Chaos” da donna Caterina Ricci Gramitto di anni 31 e da don Stefano Pirandello di anni 32 “di professione negoziante domiciliato e residente in Girgenti strada San Pietro”. Dal documento emerge una particolarità: il cognome riportato, che sarà successivamente corretto con le procedure previste, è “Pirandelli”.

Postato in AGRIGENTO, Cultura, EventiCommenti (0)

AGRIGENTO – L’area industriale sommersa dai rifiuti. L’Asp: «Rischi per la salute pubblica»


 “Rischi per la salute pubblica”. L’Azienda sanitaria provinciale di Agrigento con una nota inviata ai Comuni di Agrigento, Aragona e Favara ha messo nero su bianco quanto Sicindustria denuncia ormai da mesi: la situazione igienico-sanitaria all’interno dell’area industriale di Favara versa in un tale stato di degrado da “determinare rischi per la salute pubblica”.

Per questo l’Asp ha imposto “agli Enti in indirizzo ciascuno per quanto di competenza di porre in essere misure idonee alla risoluzione della problematica”. Un ordine che arriva dopo le numerose contestazioni di Sicindustria che, da tempo, sollecita una attività di monitoraggio con “forze di polizia per individuare i trasgressori e sanzionare gli autori delle violazioni”.

“L’Asp ha certificato ciò che noi denunciamo da mesi – afferma il delegato di Sicindustria per Agrigento, Antonio Siracusa -, ossia che questo stato di degrado porta con sé un serio rischio per la salute pubblica. Il nostro obiettivo è quello di sostenere le imprese che continuano a resistere nonostante le difficoltà e che vogliono operare in un contesto di normalità e di rispetto delle regole. Ad oggi questo non è garantito. Anzi. Le imprese che producono nell’area industriale- spiega – ricevono un danno incalcolabile non solo dal punto di vista sanitario ma anche dell’immagine, posto che i loro clienti nazionali ed internazionali sono costretti a uno spettacolo a dir poco indecoroso.

“Salvaguardare l’igiene e la salute pubblica significa garantire l’occupazione e l’immagine del territorio verso i visitatori ed è per questo che continuiamo a chiedere un vigoroso e duraturo intervento che miri alla soluzione definitiva del problema” conclude Siracusa.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

AGRIGENTO – Burgio esce dall’isolamento carcerario, può stare con gli altri detenuti


Accogliendo le istanze del difensore, l’avvocato Carmelita Danile, all’imprenditore agrigentino Giuseppe Burgio, 53 anni, arrestato lo scorso 27 ottobre dalla Guardia di Finanza per bancarotta fraudolenta, è stato concesso di fuoriuscire dall’isolamento carcerario, che gli è stato imposto a sua tutela, e di potere socializzare con gli altri detenuti, sotto stretta vigilanza da parte della Polizia Penitenziaria.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

AGRIGENTO – Confermata la visita del Presidente Mattarella il 6 luglio


Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, sarà ad Agrigento il pomeriggio del 6 luglio, giovedì. Si tratta della seconda presenza del Capo dello Stato nell’Agrigentino, dopo la visita il 3 giugno del 2016 a Lampedusa, in occasione dell’inaugurazione del museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo. In Prefettura si è svolto un vertice al fine di predisporre tutti gli atti opportuni. Il presidente Mattarella nel pomeriggio del 6 luglio visiterà la casa natale di Luigi Pirandello al Kaos, e poi si recherà nella Valle dei Templi. Poi rientrerà a Roma oppure a Palermo.

Postato in AGRIGENTO, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98