Tag Archive | "Caltanissetta"

CALTANISSETTA – Perde il controllo della sua auto e precipita da una scarpata: morto un 76enne


Filippo Amico, 76 anni, è morto in un incidente nel nisseno. L’automobilista ha perso il controllo del mezzo ed è precipitato con la sua Fiat 600 da una scarpata nei pressi della zona Pian del Lago.

Sono intervenuti i vigili del fuoco che hanno estratto il corpo dell’anziano rimasto intrappolato tra le lamiere dell’auto. I rilievi sono eseguiti dagli agenti della polizia stradale.

Postato in CALTANISSETTA, CronacaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Abbattuto l’ultimo diaframma della galleria Caltanissetta


E’ stato abbattuto l’ultimo diaframma della galleria «Caltanissetta» sul secondo lotto della strada statale 640 «Degli Scrittori», tra Agrigento e l’autostrada A19 «Palermo-Catania». I numeri dei lavori in corso: quasi 4.000 metri per ogni canna, 15 metri di diametro, 178 metri quadrati di sezione, 545 giorni di scavo, 210 milioni di euro di investimento Anas.
L’intervento, per un investimento complessivo pari a 1,5 miliardi di euro, prevede la realizzazione di una nuova piattaforma stradale a carreggiate separate, ciascuna costituita da due corsie di 3,75 metri, una banchina esterna da 1,75 metri e una banchina interna da 1,25 metri, per una sezione stradale complessiva di larghezza pari a 23,50 metri. Il primo lotto della statale, da Agrigento a Grottarossa, è stato definitivamente aperto al traffico lo scorso 28 marzo.
Nell’ambito del secondo lotto, i cui lavori sono in corso con ultimazione prevista il prossimo anno, le opere d’arte sono costituite da 6 svincoli, in adeguamento a quelli esistenti, 1 cavalcavia, 7 sottovia scatolari, 14 viadotti, 5 gallerie artificiali e 4 gallerie naturali.
Per la galleria Caltanissetta è stata utilizzata una fresa Tunnel Boring Machine – battezzata «Barbara» dagli operai del cantiere, in omaggio alla Santa protettrice dei minatori – che è la più grande Tbm mai utilizzata dall’Anas e tra le più grandi e potenti costruite in Europa. I 22 motori elettrici della macchina – ciascuno di potenza pari a 348 kW per una potenza complessiva di 7656 kW – hanno consentito una velocità massima di avanzamento, in fase di scavo, pari a 65 mm al minuto. Una volta scavato dalla testa rotante, il materiale veniva estratto dalla camera di scavo e portato verso la parte posteriore tramite un nastro trasportatore. I tempi di realizzazione dello scavo di entrambe le canne sono stati di 545 giorni effettivi, con una media di scavo effettiva di 14,30 metri al giorno.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Schiacciato da un cancello, grave bimbo di 8 anni


Una corsa tra bimbi, uno spintone mentre giocavano a pallone e il cancello di ferro di un parco pubblico che viene giù. Che intrappola sotto un bimbo di appena 8 anni. Poi la disperata corsa in ospedale per le gravissime ferite riportate. Compreso, sembrerebbe, lo schiacciamento delle ossa del cranio.

Scene di un incidente che ha trasformato quell’innocente gioco tra bimbi in forte, fortissima, ansia per le sorti del piccolo. Che immediatamente, non appena è arrivato al pronto soccorso dell’ospedale «Sant’Elia» – ma si sarebbe poi pensato ad un trasferimento a Palermo – è stato sottoposto a tutta una serie di accertamenti clinici, a cominciare dalla tac. E intanto la Procura ha disposto il sequestro penale dell’area. E’ stato aperto un fascicolo contro ignoti.

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Caso di “Blue whale”, salvata una 14enne


Si è registrato anche a Caltanissetta un caso di una giovane caduta nella trappola del “Blue Whale”, il gioco mortale diffusosi su internet e il cui inventore è stato arrestato nelle scorse settimane. L’episodio è avvenuto ieri.

La ragazza, quattordicenne, originaria di un paese della provincia nissena, frequenta una scuola del capoluogo e, durante l’orario di lezione, si era rinchiusa in bagno rimanendovi per un lasso di tempo piuttosto lungo. I compagni, preoccupati, hanno cercato di sincerarsi delle sue condizioni e sono riusciti a entrare, scoprendo che l ragazza si era tagliata.

Una delle “tappe” del gioco, che culmina con il suicidio di chi è coinvolto, è appunto quella di procurarsi delle ferite alla mano. Sul posto sono arrivati i soccorritori del “118”, che hanno prestato le prime cure alla giovane. Del caso si sta occupando la polizia postale, con gli investigatori impegnati nella ricerca di persone che potrebbero averla istigata a commettere il gesto tramite l’utilizzo di internet e dei social network, visto che il mortale gioco ha preso piede grazie alla rete.

La scuola si è attivata immediatamente per far si che la studentessa segua un programma di riabilitazione psicologica; tra l’altro la giovane vivrebbe in un contesto familiare difficile.

Postato in CALTANISSETTA, CronacaCommenti (0)

CALTANISSETTA – “Corsi truccati al carcere”, via al processo


L’ex Direttrice del carcere minorile di Caltanissetta sul banco degli imputati per il presunto scandalo dei corsi professionali truccati all’istituto penale minorile. Alfonsa Miccichè è chiamata in Tribunale con i figli Federica e Fabrizio, il responsabile dell’Enaip, Salvatore D’Antoni, l’amministratore della cooperativa  “iopervoiperio”, William Daniel Antonio Di Noto, la dipendente della Onlus l’”Araba fenice” Gaetana Rosaria Migali ed Emiliano Maria Longo docente di alcuni corsi. Sono accusati di reati contro la Pubblica Amministrazione.

Postato in CALTANISSETTA, CronacaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Droga e truffe, Pm chiede processo per 27 persone


La Procura di Caltanissetta ha chiesto il rinvio a giudizio di 27 persone, accusate a vario titolo di essere coinvolte in un traffico di cocaina nel territorio nisseno e in un presunto giro di truffe e ricettazioni di veicoli. E’ stata la pm Sofia Scapellato a chiedere il processo nell’udienza preliminare in corso davanti al gup Francesco Lauricella; di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio sono accusati Calogero Giarratana, 54 anni, originario di Ribera e residente a Caltanissetta), Paolo Greco, 46 anni, nato a San Cataldo e residente a Resuttano, Carlo Salvatore Sanfilippo, 38 anni, di Caltanissetta, Davide Campo, 33 anni, nisseno, e Luigi Matera, 46 anni, nisseno.

Di associazione a delinquere finalizzata alla truffa rispondono Michele Giarratana, 43 anni, di Caltanissetta, Carmela Messina, 69 anni, originaria di San Cataldo e residente a Caltanissetta, Andrea Scarantino, 43 anni, nisseno, Rosario Felice Gagliano, 64 anni, di Caltanissetta, Orazio Arcidiacono, 48 anni, nativo di Catania e residente a Mascali. Secondo l’accusa i presunti truffatori si impossessarono dei documenti di un’anziana pensionata e li utilizzarono per acquistare automobili ottenendo i finanziamenti per i pagamenti rateizzati. La decisione del gup è attesa per il 22 maggio.

 

Postato in CALTANISSETTA, CronacaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Trauma cranico per bimbo di 3 anni investito mentre rincorre pallone


Un bambino pakistano di 3 anni è stato investito da un’auto a Caltanissetta mentre stava rincorrendo un pallone. L’incidente si è verificato in viale Amedeo, l’automobilista ha avvertito la polizia e ha prestato i primi soccorsi. Il bimbo è stato trasportato nel pronto soccorso dell’ospedale Sant’Elia per le prime cure; i primi esami avrebbero rilevato un trauma cranico. Sull’incidente indaga la polizia. 

Postato in CALTANISSETTA, CronacaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Il convivente la picchia selvaggiamente, riesce a chiamare il 113 e a farlo arrestare


Il trentanovenne Gianluca Di Giugno è stato arrestato a Caltanissetta per maltrattamenti e lesioni alla convivente. La donna è stata percossa e minacciata con un cutter ma è riuscita a comporre il 113 lasciando la comunicazione aperta. Il poliziotto della sala operativa, ascoltando urla e trambusto, ha colto la richiesta d’aiuto e individuato l’abitazione. Così Di Giugno, che aveva dei precedenti per rapina ed era sottoposto a detenzione domiciliare, è stato fermato.

E’ stato proprio il trentanovenne ad aprire la porta ai poliziotti con aria stupita, facendo intendere che non era accaduto nulla; ma dietro di lui c’era una donna esile in lacrime con il volto tumefatto, il setto nasale gonfio e i vestiti sporchi di sangue. Gli agenti hanno quindi fatto irruzione bloccandolo.

La convivente ha raccontato che poco prima mentre si trovava in cucina era stata aggredita senza alcun apparente motivo con schiaffi e pugni al volto. Approfittando di un momento di distrazione è riuscita a comporre il 113. E’ stata poi portata all’ospedale Sant’Elia, dove le è stata riscontrata una frattura scomposta alle ossa del setto nasale, con prognosi di 30 giorni.

 

 

Postato in CALTANISSETTA, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Identità rubata sul web, perdono per due ragazze


Avevano rubato l’identità di una coetanea sul web scrivendo nella sua pagina frasi offensive verso altre persone. Due studentesse di Caltanissetta per questo atto di “pirateria informatica” hanno rischiato una condanna ad un anno e sei mesi, cosi come aveva sollecitato il Pm. Ma davanti al Giudice si sono pentite, hanno chiesto scusa e per la vicenda hanno ottenuto il “perdono giudiziale”.  

Postato in CALTANISSETTA, CronacaCommenti (0)

CALTANISSETTA – Danno ambientale, indagato il Sindaco


La Procura di Caltanissetta ha chiuso l’indagine per dieci persone accusate di danni ambientali per il sospetto inquinamento delle falde acquifere, causate dallo sversamento di percolato, e cioè i liquidi che si originano dai rifiuti, nella discarica di contrada Stretto. Tra gli indagati anche l’attuale sindaco di Caltanissetta, Giovanni Ruvolo, gli ex sindaci Salvatore Messana e Michele Campisi, l’ex capo dell’Ufficio tecnico comunale Gaetano Corvo, l’ex assessore comunale e ex presidente dell’Ato rifiuti Giuseppe Cimino, la liquidatrice dell’Ato rifiuti Elisa Ingala, il responsabile dell’area tecnica dell’Ato Salvatore Rumeo, l’ex direttore tecnico dell’Ato Graziano Scontrino, il direttore tecnico della discarica Sergio Montagnino e il geologo Michele Panzica.

Secondo l’accusa gli indagati non avrebbero vigilato sulle condizioni della discarica, omettendo di intervenire per risolvere il problema. Recentemente la Procura aveva fatto eseguire degli accertamenti, dai quali era emersa la presenza di un forte inquinamento di suolo, sottosuolo, acque superficiali e sotterranee. Ora si attende che venga fissata l’udienza preliminare.

Postato in CALTANISSETTA, CronacaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98