Tag Archive | "Droga"

AGRIGENTO – Droga, Corte d’Appello conferma condanna a titolare di autolavaggio


La Corte d’Appello di Palermo ha confermato la condanna a 4 anni e 6 mesi di reclusione inflitta in primo grado a Giuseppe Messina, 30 anni, di Agrigento, a lavoro in un autolavaggio, arrestato dai Carabinieri il 14 febbraio 2016 perché In vicolo Punta Bianca, nel quartiere di Monserrato, all’interno di una struttura in disuso, Giuseppe Messina è stato sorpreso in possesso di 3 chilogrammi di marijuana, 50 grammi di cocaina, 300 grammi di sostanza da taglio, tipo mannite, vario materiale per il confezionamento, due bilancini di precisione, una pistola calibro 7,65 Beretta con matricola abrasa e con serbatoio contenente 6 cartucce, poi altre 31 cartucce per pistola calibro 9×21 e 21 cartucce calibro 12. Messina è stato assolto dal reato relativo alle armi perché i giudici hanno condiviso le argomentazioni del difensore, l’avvocato Salvatore Pennica, secondo cui, essendo un locale non chiuso, chiunque avrebbe potuto accedervi per nascondere la pistola.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

NICOSIA – Arrestato latitante catanese accusato di coltivazione e spaccio


Aveva preso in affitto sotto falso nome un terreno per coltivare 160 piante di marijuana nella provincia di Enna; scoperto nell’agosto scorso, con l’arresto di due persone addette alla coltivazione, si era dato alla latitanza, ma è stato infine arrestato dai Carabinieri di Nicosia (Enna). Si tratta del catanese Antonio Consoli, 45 anni, pluripregiudicato, arrestato nella mattinata di ieri  le accuse di detenzione e coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, sostituzione di persona, contraffazione e ricettazione. Dopo la sua fuga, i Carabinieri hanno pedinato i familiari fino a quando, ieri mattina, è stato individuato a bordo di un’auto vicino Catania e bloccato. La coltivazione sequestrata in agosto avrebbe fruttato oltre 800 kg di sostanza stupefacente.

 

Postato in Cronaca, ENNA, In evidenzaCommenti (0)

FAVARA – Controllo del territorio per droga: 4 denunciati


Alle 17.45 un insolito frastuono proveniente dall’alto ha richiamato l’attenzione dei favaresi residenti al centro – e non solo! –  Si è trattato di un elicottero dei Carabinieri che ha sorvolato a bassa quota la zona circostante la Chiesa Madre per dare supporto ai militari della locale Tenenza ed ai colleghi delle altre unità specializzate dell’Arma impegnati,  in un’operazione di controllo del territorio per la prevenzione dei reati in generale e per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti in particolare.

L’operazione, per circa mezz’ora, si è avvalsa anche dell’elicottero. Una “presenza” che non è passata inosservata ma che, anzi, ha attirato l’attenzione di tutta, o quasi, la popolazione. Alla fine, la droga è stata trovata e ci sono anche 4 denunciati.  Sono stati trovati in possesso di 25 dosi di hashish. “Roba” già confezionata con la carta stagnola per un totale di circa 30 grammi. E’ per l’ipotesi di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio che quattro giovani – dai 25 ai 35 anni – provenienti dalla Nigeria, dal Ghana e dal Togo sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Agrigento. I quattro dovranno rispondere anche di furto aggravato di energia elettrica visto che avrebbero effettuato un allaccio abusivo alla linea di distribuzione dell’Enel, forzando i sigilli del contatore. “

E’ questo il risultato del maxi controllo straordinario effettuato, ieri pomeriggio, dai carabinieri su Favara. I militari dell’Arma della compagnia di Agrigento, coadiuvati da personale del nucleo carabinieri cinofili di Palermo e da un elicottero appartenente al nono “Nucleo elicotteri carabinieri”, hanno setacciato in particolare la zona di via Reale o “i Canali” – termine con il quale è conosciuta l’area – . Si tratta di una zona che, da troppo tempo, è diventata – a causa anche alla sua conformazione strutturale che non consente un efficace controllo – una sorta di “terra di nessuno”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Condannato a 5 anni di reclusione per droga e armi


Il 31 marzo 2015 la Squadra Mobile di Agrigento, capitanata da Giovanni Minardi, ha arrestato, per coltivazione e detenzione di stupefacenti, e per detenzione abusiva di munizioni, Antonino Di Rosa, 26 anni, di Palma di Montechiaro. Antonino Di Rosa, nel corso di una perquisizione, è stato sorpreso in possesso di 144 piantine di marijuana, 66 semi della stessa pianta, oltre 300 grammi di ketamina, più di 13 chili di hashish, e quasi un chilo e mezzo di cocaina, per un valore di mercato complessivo di circa 900 mila euro. I poliziotti della Mobile hanno anche sequestrato 61 cartucce per pistola di vario calibro. Adesso, ad Agrigento, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il giudice per le udienze preliminari, Stefano Zammuto, ha condannato Antonino Di Rosa a 5 anni di reclusione.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

VILLAFRANCA SICULA – 16enne scoperto con ovuli di cocaina del valore di 5 mila euro, arrestato


A Burgio i Carabinieri della locale stazione hanno arrestato un ragazzino di 16 anni sorpreso a passeggiare lungo il corso Umberto primo in possesso di 50 grammi di cocaina, già divisi in 16 ovuli avvolti da cellophane, pronti per lo spaccio, e che avrebbero fruttato circa 5 mila euro. Il minore è strato condotto nel carcere minorile di Palermo, in attesa dell’udienza di convalida, e a disposizione della Procura dei minori.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

FAVARA – Droga, 7 ordinanze di custodia cautelare e 12 indagati


Spaccio di droga con 7 ordinanze di custodia cautelare a Favara. I dettagli dell’operazione saranno resi noti oggi durante una conferenza stampa al comando provinciale dei Carabinieri di Agrigento. Ordinanza in carcere per : Carmelo Fallea, 41 anni di Favara ed i suoi compaesani Gioacchino Alba, 49 anni, di Favara e residente a   Liegi; Carmelo Vaccaro, 38 anni, di Favara; Stefano Sacco, 52 anni di Porto Empedocle e Calogero Presti, 43 anni di Agrigento. Ordinanza di arresti ai domiciliari per Gaspare Indelicato, 34 anni di Favara e Rania El Moussaid, 31 anni di Casablanca, residente ad Agrigento. Poi, ci sono altri 12 indagati. L’intera vicenda nasce con l’arresto di Calogero Presti, nel 2014. L’uomo, impiegato di Favara venne arrestato dai Carabinieri che dopo avere fermato per un regolare controllo   alla circolazione stradale, avendolo notato in atteggiamento sospetto hanno approfondito le verifiche procedendo prima a perquisizione personale successivamente estesa all’abitazione dell’uomo ed in tutte le sue proprietà. Infatti, all’interno di una casa rurale  situata in contrada “Scintillia”, territorio di Favara, i carabinieri hanno rinvenuto quasi 20 chilogrammi di hashish, accuratamente occultati in un’intercapedine della cucina a gas dell’abitazione, suddivisa in 20 pacchi ognuno dei quali costituito da 10 panetti, di circa 100 grammi cadauno. La droga venne sequestrata dai militari dell’Arma  Presti venne condannato a due anni e 11 mesi ed era stato scarcerato appena il mese scorso. Adesso è tornato in carcere. Da quell’arresto e dal ritrovamento della droga si è sviluppata l’indagine che ha avuto l’epilogo con i provvedimenti di cattura.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

CANICATTI’ – “Non spacciavano droga”, 3 assolti


La Corte di Appello di Palermo ha assolto e scagionato tre canicattinesi che erano stati condannati in primo grado a 9 mesi di reclusione. L’assoluzione “perchè il fatto non sussiste” riguarda Salvatore Taibbi, 39 anni, Diego Cutaia e Filippo Cutaia, fratelli, rispettivamente di 34 e 28 anni. I tre nella sentenza di primo grado erano stati condannati perchè secondo l’accusa avrebbero tentato di disfarsi di un involucro contenente circa 4 grammi di droga dopo un controllo dei carabinieri su una strada statale. I tre erano accusati di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini dello spaccio. Ora la sentenza della Corte di Appello che rende giustizia ai tre scagionandoli.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

NARO – Deteneva nella propria abitazione 10 grammi di Hashish e sottraeva fraudolentemente energia elettrica. Arrestato 48enne disoccupato


A Naro i carabinieri della stazione cittadina hanno arrestato un operaio del luogo per detenzione di stupefacenti ai fini dello spaccio e furto di corrente elettrica.

Si tratta di Vincenzo Bonanno di 48 anni.

I carabinieri hanno eseguito una perquisizione nell’abitazione dell’uomo e, secondo l’accusa, nascosti in un vaso, con una pianta, della cucina, avrebbero trovato 10 grammi di hashish. La droga è stata sequestrata. Nel corso della perquisizione i carabinieri avrebbero scoperto, inoltre, che il narese si era allacciato abusivamente alla rete elettrica pubblica. L’uomo è stato posto ai domiciliari, in attesa del processo per direttissima.

 

 

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PARTANNA – Trovato in possesso di marijuana, arrestato disosccupato


A Partanna , i militari della Stazione dei Carabinieri, hanno arrestato Giampiero Triolo 21 anni disoccupato, il quale, controllato nei pressi della sua abitazione e sottoposto a perquisizione e domiciliare, veniva trovato in possesso di 110 grammi di “marijuana”.

 

Postato in Cronaca, TRAPANICommenti (0)

LICATA – Deteneva nella propria abitazione 65 grammi di hashish, arrestato 55 enne


I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Licata, hanno arrestato ai domiciliari,in flagranza di reato:LAURIA Pietro Angelo, 55enne, disoccupato licatese, già noto alle Forze dell’Ordine, poiché resosi responsabile de reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti,

In particolare i Militari,  procedevano ad una perquisizione domiciliare presso l’abitazione del 55enne licatese, ubicata in Via Torquato Tasso, nel centro della città di Licata, nel corso della quale il soggetto veniva trovato in possesso di 65 grammi circa di sostanza stupefacente del tipo “hashish”,  che deteneva ben occultata in un’intercapedine del forno della cucina, rinvenuti  in seguito a segnalazione dell’’unità cinofila, nonché ulteriori 1,2 grammi di “hashish” e 1 grammo di “marijuana”, rinvenuti in degli indumenti nella disponibilità dei due figli.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

marzo: 2017
L M M G V S D
« Feb    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98