Tag Archive | "Lampedusa"

LAMPEDUSA – Cade dalla scala e batte la testa :muore 65 enne


Cade dalla scala mentre sta sistemando il tetto di casa, batte la testa per terra e muore poco dopo. Il fatto è successo a Lampedusa, in contrada Terranova. Inutile la scorsa in ospedale per Roberto Ferracane di 65 anni. L’uomo di Castelvetrano ed ex titolare di una concessionaria Ford. Ferracane si trovava a Lampedusa con la moglie, dirigente scolastica dell’Isola.

Il 65enne è stato prontamente soccorso e trasportato al poliambulatorio dell’isola. Da qui è stato trasferito, in elisoccorso, all’ospedale di Palermo dove non sono serviti a nulla i tentativi di rianimarlo.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Sventata la fuga in aereo di un tunisino, denunciato


Dopo il caso dei 7 tunisini che sono stati trovati dai Carabinieri nascosti nel cassone di un autocarro che era in fila per imbarcarsi, dallo scalo portuale di cala Pisana, sul traghetto “Cassyra” in partenza per Porto Empedocle, i militari dell’Arma hanno sventato la fuga – questa volta all’aeroporto di Lampedusa – di un altro tunisino: un 27enne che è stato denunciato, alla Procura di Agrigento, per detenzione di documenti  falsificati. Il giovane, sbarcato a Lampedusa lo scorso 30 novembre e ospite dell’hotspot di contrada Imbracola, si è presentato all’aeroporto  dell’isola per acquistare un biglietto a<ereo per Palermo. Ha presentato una carta d’identità intesta ad un altro migrante, che è risultato in reola con il permesso di soggiorno, ed ha comprato il ticket per il viaggio. Gli addetti alla biglietteria hanno però notato qualcosa di strano e hanno chiamato i carabinieri per un controllo che, cosi, hanno appurato  che la carta d’identità era falsa. L’immigrato è stato accompagnato in contrada Imbriacola.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Sventata la fuga di sette tunisini dall’isola


Quando hanno scoperto i sette tunisini nascosti nel vano cassonato di un autocarro in procinto di imbarcarsi sulla nave per Porto Empedocle (Ag), i militari dell’Arma non credevano ai loro occhi. I Carabinieri erano infatti impegnati in un ordinario servizio di prevenzione generale vicino il molo commerciale e si sono insospettiti quando hanno notato dei movimenti anomali al di sotto di un telone che copriva il vano cassonato di un autocarro, che stava per salire a bordo del traghetto “Cassyra”.

I militari dell’Arma hanno cosi’ deciso di fermare il conducente ed identificarlo, chiedendogli subito dopo di verificare il contenuto del cassone posteriore.

In quel momento, con grande stupore di tutti i presenti, sono saltati fuori sette magrebini, i quali, vistisi scoperti, non hanno opposto alcuna resistenza.

Il conducente dell’autocarro, al termine degli accertamenti, è risultato estraneo alla vicenda, mentre i sette sfortunati fuggitivi sono stati identificati presso la locale Stazione Carabinieri e riaccompagnati presso l’ Hot Spot di Contrada Imbriacola.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Sventato furto in villa. Due ospiti del locale Hotspot in manette


Da qualche giorno gli isolani avevano segnalato alla locale Stazione dei Carabinieri alcuni tentativi di furto in abitazione, posti in essere, verosimilmente, da cittadini stranieri. I militari dell’Arma hanno pertanto intensificato i servizi di prevenzione sull’isola ed hanno dislocato personale in borghese nei pressi dell’Hot Spot di contrada Imbriacola, al fine di monitorare gli stranieri ivi ospitati che potessero destare sospetti. Proprio durante lo svolgimento di uno di questi servizi, è arrivata alla locale Stazione dell’Arma una segnalazione di possibile furto all’interno di una villa ubicata in località Cala Francese. Mentre i Carabinieri stavano circondando la villetta, due individui improvvisamente si allontanavano di corsa fuggendo a piedi lungo i vicini scogli. Dopo alcuni minuti di inseguimento, i Carabinieri riuscivano a bloccare ed identificare i due soggetti, un 27 enne ed un 32 enne, entrambi tunisini, sbarcati sull’isola i primi di Novembre u.s., i quali venivano anche trovati in possesso di un coltello e di un Kit apri porte, posti sotto sequestro.

Il contestuale sopralluogo svolto presso la villetta, consentiva di accertare le responsabilità dei due tunisini, arrestati in flagranza per “Furto in abitazione” e ristretti agli arresti domiciliari presso il locale Hot Spot su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

L’operazione svolta, rientra nell’ambito di un potenziamento dei servizi di prevenzione e contrasto dei reati di natura predatoria, disposta dal Comando Provinciale Carabinieri Agrigento.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Sindaco Martello colpito da infarto


Il sindaco di Lampedusa (Agrigento) Totò Martello  ha avuto un malore e si è recato al pronto soccorso del poliambulatorio dell’isola dove i medici hanno capito che si trattava di un infarto.

Martello è stato portato d’urgenza con l’elisoccorso a Palermo ed è stato ricoverato all’ospedale Ingrassia dove ha subito un’operazione a un vaso cardiaco. Le sue condizioni sono stazionarie.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Dirty Oil, riciclaggio di gasolio: arrestato latitante maltese


I finanzieri del comando provinciale della guardia di Finanza di Catania, grazie alla collaborazione dei colleghi della brigata di Lampedusa e di quelli della sezione navale di Catania, hanno arrestato a Lampedusa Darren Debono, 43enne cittadino maltese destinatario, nell’ambito dell’operazione “Dirty Oil”, di misura cautelare in carcere emessa dal tribunale etneo.

Dalle indagini è emerso che l’uomo era tra gli organizzatori dell’associazione a delinquere internazionale dedita al riciclaggio di gasolio libico, illecitamente asportato dalla raffineria libica di Zawyia e destinato a essere immesso nel mercato italiano ed europeo.

l maltese era il punto di contatto con il libico Fahmi Mousa Saleem Ben Khalifa, alias “il Malem” (il capo), capo di una milizia armata stanziata nella zona costiera al confine con la Tunisia, anche egli destinatario di misura cautelare in carcere nell’ambito della stessa operazione.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Dall'Italia, In evidenzaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Controlli dei Carabinieri nel centro cittadino


Nelle ultime ore, nel corso di servizi di prevenzione finalizzati a garantire la sicurezza pubblica, i Carabinieri di Lampedusa, su segnalazione di alcuni passanti che avevano notato dei movimenti sospetti lungo la centralissima via Mazzini, hanno individuato tre individui di origine magrebina che alla vista della pattuglia hanno cercato vanamente di allontanarsi. I tre sono stati subito identificati e sottoposti a perquisizione d’iniziativa da parte dei militari dell’Arma e dalle tasche di uno di loro è saltata fuori una dose di “Hashish”. La droga rinvenuta è stata sottoposta a sequestro mentre lo straniero è stato dapprima accompagnato presso la locale Stazione Carabinieri e successivamente segnalato alla Prefettura di Agrigento quale assuntore di sostanze stupefacenti.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Torna il calcio con il nuovo stadio


Se Agrigento non ha uno stadio capace di ospitare campionati professionistici perché manca l’impianto di illuminazione, Lampedusa, invece, che è in provincia di Agrigento, vanterà uno stadio abilitato ad ospitare finanche le partite internazionali, compresa la nazionale italiana. Tanto che il presidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio, è intervenuto a Lampedusa per inaugurare la conclusione del primo stralcio dei lavori di costruzione dello stadio, 4 mesi dopo la posa della prima pietra. Lo stesso Tavecchio ha commentato: “E’ un’iniziativa straordinaria: ancora una volta il calcio dimostra di saper unire con la passione e attraverso progetti concreti”. I lavori sono stati resi possibili grazie al contributo di una squadra di finanziatori che hanno da subito condiviso il valore dell’iniziativa, tra i quali Enel Cuore Onlus, Poste Italiane, l’Istituto per il Credito Sportivo, la Lega calcio serie A, e l’Associazione Italiana Calciatori, attraverso AIC Onlus. Tra i presenti alla cerimonia di inaugurazione anche il ministro per lo sport Luca Lotti, e il sindaco di Lampedusa e Linosa Totó Martello.

campo-calcio-lampedusa-1

Postato in AGRIGENTO, Eventi, In evidenza, SportCommenti (0)

LAMPEDUSA – Donna di 50 anni denuncia: «Cinque maghrebini hanno tentato di violentarmi»


Cinque magrebini, quasi certamente tunisini ospiti dell’Hot spot di Lampedusa, avrebbero  tentato stamane di violentare nella sua abitazione una donna di Lampedusa. I cinque avrebbero desistito di fronte alla reazione della vittima, che oltre ad affrontarli con un bastone, ha cominciato a gridare e a chiedere aiuto facendo credere loro che  ci fossero alcuni familiari in casa. La donna, che ha 50 anni,  ha presentato denuncia ai carabinieri che hanno avviato le indagini per identificare gli aggressori.

L’abitazione della donna, sposata e con figli, si trova lungo la strada che dalla struttura di accoglienza di contrada Imbriacola conduce fino al centro del paese. E’ stata la stessa vittima a chiamare i carabinieri e a raccontare nei dettagli il tentativo di violenza

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LAMPEDUSA – Nuovo sbarco di migranti, oltre 600 nel centro di accoglienza


Ieri sera intorno alle 22 sono sbarcati a Lampedusa 170 tunisini, condotti nell’isola da una motovedetta della Guardia costiera. Nel pomeriggio ne erano arrivati altri 78. Sono 519 i magrebini giunti negli ultimi tre giorni nella più grande delle Pelagie; attualmente nel centro d’accoglienza di Lampedusa ci sono oltre 600 migranti.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK




ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

STUDIO 98 PROMO




STASERA IN TV




Calendario

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  




STATISTICHE

Site Info

TRS98