Tag Archive | "Licata"

LICATA – “Abusi sessuali ai danni dei minori disabili ospiti della struttura”, confermata condanna


Abusi sessuali ripetuti nei confronti di disabili psichici e minorenni di cui, invece, avrebbe dovuto prendersi cura. Le immagini shock, in alcuni casi, sono state anche immortalate nei video, trovati nel suo pc, che avrebbe girato forse a insaputa delle sue vittime. Per Carmelo Angelo Grillo, 52 anni, principale imputato dell’inchiesta sulla “comunità degli orrori” di Licata, la condanna a 10 anni e 2 mesi di reclusione è stata confermata. 

Il verdetto è stato emesso dai giudici della terza sezione penale della Corte di appello di Palermo.

L’inchiesta, condotta dai pubblici ministeri Salvatore Vella e Simona Faga, ha fatto emergere retroscena agghiaccianti e ha portato al coinvolgimento di altri tre operatori della struttura. Le comunità “Libero Gabbiano” e “Arcobaleno”, peraltro, non sarebbero state un modello di gestione nemmeno dal punto di vista amministrativo visto che, nei mesi successivi, una nuova inchiesta ha travolto i responsabili del centro con l’accusa di avere estorto soldi contanti degli stipendi ai dipendenti e di avere fatto sparire fondi dalle casse della società. 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

LICATA – Sottraeva energia elettrica con un allaccio abusivo alla rete, arrestato gommista


I Carabinieri della Stazione di Licata, hanno arrestato ai domiciliari in flagranza di reato il gommista licatese  C. A. classe 1984 e deferivano in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Agrigento tre suoi familiari tutti responsabili, in concorso con lui,  di furto aggravato di energia elettrica.

I militari dell’Arma, collaborati da personale dell’Enel, hanno effettuato un’ispezione presso l’officina di proprietà del 33enne licatese ove veniva accertata l’esistenza di un allaccio abusivo alla rete elettrica pubblica che, oltre ad alimentare abusivamente la predetta attività commerciale, si estendeva verso la limitrofa abitazione di proprietà dei tre familiari del commerciante licatese.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LICATA – Servizio di aerocooperazione e controllo del territorio dei Carabinieri


In Mattinata, i Carabinieri della Compagnia di Licata, con l’ausilio dell’elicottero del 9° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Palermo, hanno effettuato un servizio di aerocooperazione e controllo del territorio finalizzato alla prevenzione e alla repressione di reati patrimoniali e, soprattutto, di contrasto al fenomeno degli incendi boschivi. In particolare i Militari dell’Arma hanno perlustrato le aree più impervie dei territorio dei comuni di Licata, Palma di Montechiaro, Naro e Campobello di Licata, con la presenza di più pattuglie automontate delle Stazioni Carabinieri e del Nucleo Operativo e Radiomobile.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

LICATA – Servizio di controllo straordinario del territorio da parte dei Carabinieri. Denunce e sanzioni amministrative.


Nella serata di ieri, i Carabinieri della Compagnia di Licata, con l’ausilio della Compagnia di Intervento Operativo del 12° Battaglione Sicilia, hanno effettuato un controllo straordinario del territorio con la presenza di più pattuglie automontate in tutta la  giurisdizione di competenza.  I controlli si sono concentrati per lo più nelle ore serali e notturne, al fine di  garantire ai cittadini una maggiore sicurezza. L’attività di polizia, finalizzata a “ passare al  setaccio” i luoghi maggiormente frequentati da pregiudicati e persone dedite alla commissione di delitti, ha consentito di controllare 92 persone e 65 veicoli nonché 2 esercizi pubblici ubicati nel centro della città di Licata. Sono state controllate 20 persone sottoposte a misure di sicurezza e a misure di prevenzione ed elevate 18 contravvenzioni al Codice della Strada di cui 5 per guida senza fare uso del casco protettivo 3 per mancanza della copertura assicurativa obbligatoria. Eseguite inoltre 4 perquisizioni personali e veicolari per la ricerca di armi, esplosivi o munizioni illecitamente detenute. In tale contesto è stato denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Agrigento H. A., classe 1990, cittadino romeno già noto alle Forze dell’Ordine, per porto di arma bianca.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LICATA – Presunti illeciti urbanistici, 19 avvisi di garanzia. Indagini su eventuali tangenti


Il gruppo di lavoro “Edilizia e demolizioni” della Procura della Repubblica di Agrigento, coordinato dal procuratore Luigi Patronaggio e dai sostituti Simona Faga e Alessandra Russo, ha delegato i Carabinieri della Compagnia di Licata a notificare 19 avvisi di garanzia per i reati di falsità in atto pubblico e per violazioni della normativa urbanistica ed edilizia. Il procuratore, Luigi Patronaggio, spiega: “Gli avvisi di garanzia si sono resi necessari per mettere gli indagati nelle condizioni di difendersi dalle risultanze probatorie che scaturiscono dalla consulenza tecnica disposta dal Pubblico ministero in materia urbanistica, dalla quale consulenza è emerso che numerose sanatorie concesse dal Comune di Licata sono illegittime in quanto emesse sulla base di documentazione falsa, ovvero in base ad una lettura illegittima delle ritrazioni aereo-foto-grammetriche dei luoghi. In base a tale consulenza, è stato possibile appurare che molti immobili, alcuni dei quali edificati entro i 150 metri dalla battigia, non potevano essere edificati e quindi sanati. L’attività investigativa, coadiuvata dai Carabinieri di Licata e della sezione di Polizia giudiziaria, intende verificare la legittimità di tutte le concessioni urbanistiche rilasciate in questi anni, soprattutto perché molti cittadini hanno lamentato una presunta disparità di trattamento tra quanti hanno subito la sanzione della demolizione e quanti, invece, attraverso false e compiacenti attestazioni, sono riusciti a fare salva la propria abitazione illecitamente realizzata. Le indagini, ancora in corso, sono indirizzate anche ad accertare l’eventuale pagamento di tangenti per il rilascio di atti amministrativi illegittimi”.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

LICATA – Scoperto un presunto giro di prostituzione, annunci anche su internet: 22 indagati


Sfruttamento della prostituzioni e Licata. Secondo quanto riferisce l’edizione odierna de La Sicilia, sono state indagate ventidue persone tra italiani e cinesi. Le indagini sono iniziate nell’ottobre del 2013, i carabinieri della compagnia di Licata hanno indagato su un presunto giro di prostituzione.  A coordinare le indagini è stato il pm Andrea Maggioni.

Secondo l’accusa, l’attività delle ragazze veniva anche promossa su internet con degli appositi annunci. Ai carabinieri decine di segnalazioni, alcuni indagati sono accusati anche di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento ed allo sfruttamento della prostituzione. Gli indagati sono in tutto dieci ragazze orientali e dodici uomini italiani. Uno di loro è licatese ma vive al nord.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

LICATA – Triglia annuncia la sfiducia al Sindaco dopo la polemica sull’assessore Scozzari


Non è possibile nominare in giunta il fratello di un consigliere comunale, a meno che il consigliere si dimetta e rimuova così la causa di incompatibilità. Per tale ragione, al Comune di Licata, a 7 giorni dalla nomina ad opera del sindaco, Angelo Cambiano, si è dimesso l’assessore Luca Scozzari, fratello del consigliere comunale della lista “Licata Futura”, Giuseppe Scozzari. Nel comma 2 dell’articolo 4 della legge regionale 6 del 2011 che regolamenta gli Enti locali in Sicilia, si legge che un componente della giunta non deve avere rapporti di parentela, affinità e coniugio con il sindaco o con i consiglieri comunali.

Intanto, la consigliera comunale, Anna Triglia, sua assessore della prima d’ora, ha annunciato di essere la prima firmataria della mozione di sfiducia del Sindaco Cambiano. Il Sindaco ha deciso di non rispondere alle accuse e va avanti per la sua strada.

Postato in AGRIGENTO, In evidenza, PoliticaCommenti (0)

LICATA – Morte 46 enne, chiesta archiviazione per 3 medici


Chiesta l’archiviazione per tre medici dell’Ospedale “San Giacomo d’Altopasso” di Licata dopo la denuncia a seguito della morte di un 46enne di Licata che, dopo un malore, si era recato al Pronto Soccorso e dopo i controlli dimesso, salvo poi morire il giorno dopo.

Il procuratore capo presso il Tribunale di Agrigento, Luigi Patronaggio, ha chiesto l’archiviazione per i tre medici in servizio al Pronto Soccorso la notte fra il 4 ed il 5 marzo 2016.

L’avvocato della famiglia dell’uomo deceduto ha presentato opposizione alla richiesta di archiviazione.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LICATA – Arrestato esagitato dopo incidente stradale


A Licata i Carabinieri hanno arrestato Carmelo Gastrucci, 37 anni, che risponderà di minacce e resistenza a pubblico ufficiale perché, a bordo di una motoape, in via Giarretta, si è schiantato contro un’automobile in sosta ferendo un’impiegata, e, dopo essersi allontanato, è ritornato sul posto scagliandosi contro i Carabinieri accorsi. La donna è stata soccorsa in ospedale con 10 giorni di prognosi.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

LICATA – Scoperta una coltivazione di marijuana: arrestato bracciante agricolo trovato con 4075 piante [FOTO]


Un bracciante agricolo di Licata, Calogero Valoroso di 36 anni, è stato arrestato dalla polizia con l’accusa di coltivazione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. In un terreno nella disponibilità dell’uomo, occultate nelle serre, ieri sera gli agenti avrebbero rinvenuto 47 piante di canapa sativa alte tra 30 e 60 centimetri, irrigate con impianto a gocce, e 46 contenitori in polistirolo (semenzai) contenenti complessivamente 4.000 piantine di Cannabis di pochi centimetri.

I particolari dell’operazione sono stati resi noti dal dirigente del commissariato di polizia, Marco Alletto che ha diretto il blitz, nel corso di una conferenza stampa che ha avuto luogo alle 10 del mattino di oggi.

L’arrestato è stato posto ai domiciliari, così come stabilito dal sostituto procuratore Simona Faga che coordina le indagini della polizia. 

“La ricerca – si legge nel comunicato stampa della polizia – estesa al terreno circostante, consentiva di rinvenire, specificatamente in un guado parallelo alla strada asfaltata, 3 piante, mentre su di un promontorio lato opposto del guado si rinvenivano altre 25 piante suddivise in tre lotti”. 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

luglio: 2017
L M M G V S D
« Giu    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98