Tag Archive | "Palma di Montechiaro"

PALMA DI MONTECHIARO – 3 colpi di pistola contro il portone di casa, famiglia di emigrati nel mirino


Tre colpi di pistola contro il portone di un’abitazione. E’ accaduto  nel centro di Palma di Montechiaro. La scoperta è stata fatta nei giorni di Ferragosto, quando la famiglia – proprietaria della residenza – è tornata in città per un periodo di ferie. Subito, alcuni componenti del nucleo familiare – palmesi emigrati in Germania – si sono accorti del danneggiamento mediante esplosione di colpi d’arma da fuoco. E’ stata fatta la denuncia, contro ignoti, alla stazione dei carabinieri di Palma di Montechiaro che, con il coordinamento del capitano Marco Currao della compagnia di Licata, hanno avviato le indagini.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Tentato omicidio, concessi domiciliari dopo condanna a 9 anni


Il Gup di Agrigento, Francesco Provenzano, ha concesso i domiciliari, con l’applicazione del braccialetto elettronico, a Salvatore Ingiaimo, parrucchiere di 28 anni, di Palma di Montechiaro (AG), accusato – insieme a Domenico Sambito, 68 anni, giudicato a parte – di tentato omicidio nei confronti del loro compaesano Diego Provenzani.

Il giudice, accogliendo la richiesta degli avvocati Santo Lucia e Giovanni Lo Monaco, ha ritenuto che le esigenze cautelari si siano affievolite.

Tre settimane fa Ingiaimo era stato condannato a 9 anni di reclusione. Provenzani venne colpito da alcuni colpi di pistola il 13 dicembre 2015. Secondo l’accusa, l’armeria gestita da Domenico Sambito, a Palma di Montechiaro, nel 1987 sarebbe stata rapinata da un gruppo di “stiddari”.

Per Sambito del gruppo faceva parte anche Diego Provenzani (che non ha mai subito condanne per mafia), perciò da allora Sambito ritiene di avere un credito con Provenzani per le armi che gli erano state rubate e avrebbe tentato di riscuotere quel credito; non essendoci riuscito, avrebbe organizzato l’agguato.

I due, secondo l’accusa, avrebbero aspettato Provenzani a bordo di un’Alfa 159; al volante dell’auto ci sarebbe stato Ingiaimo.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Pistolettate contro imprenditore: stesso episodio lo stesso giorno di 2 anni fa


Sono già state avviate le indagini dei carabinieri, coordinati dalla Procura di Agrigento, per far luce sull’episodio dell’altra notte a Palma di Montechiaro dove una serie di pistolettate sono state rivolte contro il portone di casa di un emigrato 45enne di Palma di Montechiaro residente in Germania ma attualmente in ferie nel paesino agrigentino. Emerge un particolare che ha attirato l’attenzione degli investigatori: due anni fa lo stesso palmese “ricevette” 6 colpi di pistola alla porta di casa, lo stesso giorno, e lo stesso mese (luglio) come in quest’ultimo episodio. A informarli di quanto avvenuto lo stesso imprenditore, proprietario di un ristorante in Germania, con una telefonata al centralino. L’uomo è stato già sentito dagli inquirenti.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Sparati 6 colpi di pistola contro l’ingresso dell’abitazione di un emigrato


A Palma di Montechiaro sono stati sparati, da mano al momento ignota, 6 colpi di pistola contro l’ingresso dell’abitazione di un emigrato, di 45 anni di età, appena rientrato in paese per trascorrere le ferie estive. Si tratta di un imprenditore che lavora in Germania. Su quanto accaduto, di evidente stampo intimidatorio, indagano i Carabinieri della locale stazione. La zona teatro degli spari non è video-sorvegliata, e ciò rende più difficili le indagini.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Scarcerato il 31enne arrestato per strage


Il Tribunale di Agrigento, accogliendo le istanze del difensore, l’avvocato Domenico Romano, ha scarcerato C S, il 31enne arrestato dalla Polizia perché ha lanciato una bottiglia con dentro liquido infiammabile contro il girarrosto di un venditore ambulante provocando danni e feriti. All’uomo è stato imposto l’obbligo di dimora e il divieto di uscire da casa dalle ore 20 alle 5. Inoltre, il reato contestato, strage, è stato derubricato in tentato incendio.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Litiga per un pollo e getta una molotov sul fuoco, due ustionati e uomo in manette


Un uomo di Palma di Montechairo, di 31 anni, è stato arretato dagli agenti del locale Commissariato per aver provocato l’ustione di due persone a seguito di una lite. Il 31enne, venerdì scorso, dopo una discussione con un venditore ambulante al mercatino settimanale, presso il quale si era recato per acquistare un pollo, si sarebbe allontanato dal furgone adibito a rivendita di polli allo spiedo, si sarebbe fornito di una bottiglia di benzina e, una volta ritornato, l’avrebbe gettata contro il girarrosto acceso. L’azione ha provocato una fiammata che ha colpito due persone rimaste ustionate che hanno avuto bisogno dell’intervento del pronto soccorso. Il palmese è poi fuggito ma i poliziotti lo hanno subito identificato, e bloccato, facendo scattare le manette. Ora C.S, queste le iniziali del nome, dovrà rispondere dell’ipotesi di reato di strage. L’arrestato è stato portato al carcere di Contrada Petrusa a disposizione dell’autorità giudiziaria. Un fascicolo d’inchiesta è stato aperto dalla Procura della Repubblica di Agrigento.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Letizia Pace eletta Presidente del consiglio comunale


Con 10 voti alla seconda votazione, Letizia Pace è stata eletta presidente del consiglio comunale di Palma di Montechiaro. A votare a suo favore i consiglieri di maggioranza, scheda bianca dall’opposizione. Assente Angela Incardona (M5s).

Alla vicepresidenza è stato eletto, invece, un altro componente della maggioranza: Rosario Falco.

 Prima del voto i consiglieri e il sindaco avevano prestato giuramento, entrando così nel pieno delle loro funz

Postato in AGRIGENTO, PoliticaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Tentato omicidio Provenzani, condannato Ingiaimo


Il Tribunale di Agrigento, a conclusione del giudizio abbreviato, ha condannato a 9 anni di reclusione Salvatore Ingiaimo, 28 anni, di Palma di Montechiaro, parrucchiere, imputato del tentato omicidio di Diego Provenzani, 50 anni, anche lui di Palma di Montechiaro, che il 13 dicembre del 2015 fu bersaglio di alcuni colpi di pistola calibro 9 lungo la strada verso Marina di Palma di Montechiaro.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – Ucciso dalla passione per il parapendio, muore in ospedale imprenditore 40enne


Un appassionato di parapendio, Michele Sanfilippo, di 40 anni, imprenditore, è morto dopo essere precipitato in località Punta Pizzo Falcone a Palma di Montechiaro (Agrigento). Ieri pomeriggio, si era lanciato da Torre San Nicola e non vedendolo rientrare all’imbrunire, familiari ed amici hanno lanciato l’allarme. La polizia lo ha cercato lungo la costa: da Palma di Montechiaro a Porto Empedocle, la Guardia costiera ha fatto lo stesso, per mare – con alcune motovedette ed un elicottero del nucleo aereo di Catania che è dotato di sistemi per la ricerca notturna – . A ritrovarlo sono stati familiari, amici, una pattuglia di carabinieri e la Protezione civile. L’uomo è apparso subito in gravi condizioni ed è stato portato all’ospedale «San Giovanni di Dio» dove i medici, alle 5, ne hanno dichiarato la morte.

Michele Sanfilippo era sposato e padre di due bambini piccoli. I carabinieri hanno ricostruito l’incidente; il fascicolo d’inchiesta subito aperto viene coordinato dal sostituto procuratore Silvia Baldi. Ieri nella zona soffiava un forte vento di Maestrale. Sembra verosimile, secondo i carabinieri, che una folata improvvisa possa aver fatto perdere alla vittima il controllo del paracadute del parapendio. 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

PALMA DI MONTECHIARO – “Uccise l’ex fidanzata”, chiesta la conferma della condanna a 17 anni


Il procuratore generale ha chiesto la conferma della condanna di primo grado per il ventisettenne di Palma di Montechiaro Angelo Azzarello, accusato di aver assassinato – nel dicembre del 2014 – la fidanzata Alina Condurache che lo aveva lasciato. In primo grado, il giovane era stato condannato per omicidio – dal giudice per le udienze preliminari del tribunale di Agrigento Alessandra Vella –  a 17 anni di carcere. 

Azzarello, che è rappresentato e difeso dall’avvocato Santo Lucia, attualmente, è ai domiciliari. 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98