Tag Archive | "Porto Empedocle"

PORTO EMPEDOCLE – Arrestato su mandato europeo Salvatore Prestia sospettato di avere un ruolo in un tentato omicidio in Belgio


 

La POLIZIA DI STATO di Agrigento,  ha tratto in arresto PRESTIA Salvatore (cl. 1980), in esecuzione di un mandato di arresto europeo emesso dall’Autorità giudiziaria belga.

Il Personale della Squadra Mobile, collaborato da Personale del Commissariato P.S. di Porto Empedocle, nel tardo pomeriggio di ieri a Porto  Empedocle, ha circondato l’abitazione ove si presumeva potesse nascondersi il Prestia.

Dopo aver avuto accesso allo stabile, i poliziotti hanno perquisito tutti i piani finchè, all’ultimo piano, non hanno individuato il Prestia che, alla vista dei poliziotti, non ha opposto resistenza.

Secondo il giudice belga il Prestia è sospettato di avere avuto un ruolo nel tentato omicidio avvenuto lo scorso 28 aprile in Belgio, ai danni di Sacco Saverio di Porto Empedocle.

Il Prestia è stato sorvegliato Speciale della P.S. con obbligo di soggiorno dal novembre 2013 al luglio 2015, quando si  reso irreperibile. L’arrestato ha nominato l’Avvocato Gaziano prima di essere associato alla Casa Circondariale di Petrusa.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Dal Mondo, In evidenzaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Celebrata la Festa della Marina militare: i premiati [FOTO]


La Capitaneria di Porto – Guardia Costiera di Porto Empedocle unitamente al Gruppo ANMI – Associazione Nazionale Marinai d’Italia “Carmelo Sanfilippo”, hanno celebrato oggi la Festa della Marina Militare Italiana.
Con la giornata della Festa della Marina Militare Italiana, si ricorda l’impresa della squadriglia di MAS del comandante Luigi Rizzo e del guardiamarina Giuseppe Aonzo, nelle acque dell’isola di Premuda nel mare Adriatico, dove si compì una della pagine più belle ed ardimentose della Prima guerra mondiale. Quella notte i MAS siluravano due corazzate austriache, affondando la “Santo Stefano” e danneggiando gravemente la “Teghetthof”. Un’ azione che stroncò sul nascere una pericolosa incursione della flotta austriaca contro lo sbarramento del canale d’Otranto. L’effetto dell’azione fu tale che le navi austriache non tentarono più nessuna sortita offensiva fino al giorno della resa.
La manifestazione ha avuto luogo presso il monumento ai Caduti del Mare nel piazzale Marinai d’Italia antistante alla Biblioteca comunale.
La cerimonia è iniziata con il raggruppamento dei partecipanti nel piazzale Marinai d’Italia, successivamente un picchetto armato ha reso gli onori militari al prefetto Nicola Diomede, alla presenza del sindaco di Porto Empedocle Ida Carmina e delle massime autorità civili e militari della provincia. A fare gli onori di casa il Comandante della Capitaneria di Porto, Capitano di Fregata Filippo Parisi.

E’ seguita la cerimonia dell’alza Bandiera e la deposizione della Corona ai piedi del Monumento ai Caduti del mare. Ai militari e agli intervenuti, è arrivato il messaggio di saluto del Ministro della Difesa e del Capo di Stato Maggiore della Marina. Dopo la lettura della suggestiva Preghiera del Marinaio, si è proceduto alla consegna dell’onorificenza della Croce d’oro per i 25 anni di anzianità di Servizio militare, al personale del Corpo delle Capitanerie di Porto in servizio a Porto Empedocle: 1° Maresciallo NP Stefano Caputo; Capo di 1^ classe NP Franco Valentino; 2° Capo NP Giovanni Schillaci; 2° Capo NP Luca Falzone.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – E’ giallo su una 70 enne trovata morta a casa


Una donna di 70 anni – da anni “perseguitata dalla propria figlia” – è stata trovata senza vita all’interno della sua abitazione. A lanciare l’allarme, chiamando i vigili del fuoco, sono stati alcuni vicini di casa. Empedoclini che non riuscivano più ad avere sue notizie e che dunque erano preoccupati. I pompieri hanno aperto la porta ed hanno dunque trovato la salma della donna. 

Sembra verosimile che la settentenne sia stata colta da un malore. Ma trattandosi di una donna che, in passato, ha subito stalking, sembra essere altrettanto indispensabile stabilire le cause del decesso. La Procura della Repubblica di Agrigento, riporta oggi il quotidiano La Sicilia, avrebbe disposto l’autopsia.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Abusivismo, l’ottantenne arrestato va ai domiciliari, si è interessato anche il Quirinale


Si è interessato anche il Quirinale. Il “caso” dell’ottantenne empedoclino portato in carcere, lunedì scorso, per scontare 20 giorni di reclusione, per abusivismo edilizio, non è passato inosservato nemmeno al Quirinale.

Ma ancor prima che la telefonata, da Roma, giungesse in Procura, al quinto piano del palazzo di giustizia di via Mazzini di Agrigento, il procuratore capo Luigi Patronaggio aveva già chiesto ed ottenuto gli arresti domiciliari per il pensionato ottantenne Carmelo Bennici.

L’anziano ha dunque potuto lasciare la casa circondariale di contrada Petrusa e tornare a casa.

 

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Furto aggravato, arrestata un’addetta alle pulizie di Favara


A Porto Empedocle, i Carabinieri della locale Stazione, a seguito di indagini avviate dopo la denuncia di un imprenditore del luogo, hanno arrestato in flagranza di reato, per furto aggravato, una donna di Favara, P R sono le iniziali del nome, 42 anni. I Carabinieri hanno accertato che la donna, addetta alle pulizie nell’abitazione dell’imprenditore denunciante, è entrata nell’ufficio dello stesso e ha rubato una banconota da 50 euro, poi scoperta dai Carabinieri nella sua borsa durante la perquisizione. Inoltre, in una rivendita di Compro Oro a Favara sono stati recuperati alcuni monili in oro, del valore di alcune centinaia di euro, versati dietro compenso nei giorni scorsi dalla stessa donna e riconosciuti come propri dalla moglie dell’imprenditore. La favarese è stata ristretta agli arresti domiciliari.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Libertino Vasile Cozzo ritorna in carcere


La Polizia di Stato ha eseguito, nella giornata di ieri, una ordinanza di esecuzione di espiazione di pena detentiva in carcere a carico del pluripregiudicato Libertino Vasile Cozzo, 41 anni, attualmente agli arresti domiciliari.

Il provvedimento, emesso dalla Procura Generale della Corte d’appello di Palermo  lo scorso 1 giugno a carico di Vasile Cozzo, scaturisce dall’esito negativo dell’affidamento in prova a cui lo stesso era stato sottoposto dal Tribunale di sorveglianza di Palermo. Pertanto Vasile Cozzo deve espiare la pena di un mese di carcerazione con pena accessoria della sospensione della patente di guida poiché – nel 2016 – si rifiuta di sottoporsi all’alcool test.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Realizzò una costruzione abusiva, ottantenne deve scontare 20 giorni di carcere


Un pensionato di 80 anni, C.B., di Porto Empedocle (Ag), è stato arrestato dalla polizia in esecuzione di un provvedimento dell’ufficio Esecuzioni penali della Procura di Agrigento. Deve scontare 20 giorni di carcere perché nel 2012 era finito nei guai per aver realizzato una costruzione abusiva a Maddalusa, in territorio di Agrigento. Il provvedimento segue l’ordinanza emessa dal tribunale di sorveglianza di Palermo che ha rigettato l’istanza di messa in prova dell’anziano, condannato con sentenza definitiva. Bennici è stato portato al carcere Petrusa.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

Ritrovata a Porto Empedocle Silvia Manganella, sta bene


Questa è la notizia più importante che fa tornare la serenità alla famiglia che stava vivendo giorni terribili di angoscia, ma anche da serenità agli amici, parenti, compagni di scuola, insomma a tutta la comunità di Favara, che fin da subito aveva attuato un passa parola attraverso i social network per diffondere la notizia e cecare di ritrovare la ragazza. Secondo quanto denunciato dal padre, Silvia Manganella giovedì 1 giugno, in mattinata era uscita di casa per andare a scuola, frequenta la prima classe all’istituto alberghiero di Favara, ma in aula non era mai entrata. In serata non vedendola tornare è scattato l’allarme e la denuncia ai Carabinieri della Tenenza di Favara, quindi le azioni di ricerca. Come dicevamo da qualche ora si trova al sicuro all’interno del Commissariato di Porto Empedocle. Ci sarà tempo per spiegare agli inquirenti e ai familiari che cosa è successo.

FONTE: SICILIAONPRESS

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – “Ha violentato l’ex compagna”, arrestato 35enne


Un trentacinquenne di Porto Empedocle è stato arrestato, dai carabinieri, perché avrebbe abusato sessualmente dell’ex compagna.  La donna, dopo la violenza subita, non è rimasta in silenzio, ma si è recata alla stazione dei militari dell’Arma ed ha denunciato l’accaduto. I carabinieri lo hanno arrestato poco dopo e lo hanno portato al carcere Petrusa di Agrigento dove dovrà restare a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

 

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

PORTO EMPEDOCLE – Lunedi sit-in in Prefettura degli operatori ecologici


Lo sciopero è stato già proclamato. Il 31 maggio, i netturbini che prestano servizio a Porto Empedocle incroceranno le braccia. Sono senza stipendio da 8 mesi ed hanno già effettuato, davanti al Municipio, due sit-in di protesta. Lunedì – secondo quanto è stato annunciato dal segretario della Cisl Maurizio Saia – ci sarà un nuovo sit-in davanti alla Prefettura di Agrigento.

La sigla sindacale ha già chiesto di incontrare il prefetto Nicola Diomede e le aziende che si occupano della raccolta dei rifiuti e che dovrebbero, dunque, pagare i netturbini. Il prefetto Diomede, così per come ha sempre fatto, ascolterà le parti e cercherà di trovare una soluzione che eviti l’ennesima emergenza igienico-sanitaria che lo sciopero dei netturbini andrebbe a produrre.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, EventiCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

giugno: 2017
L M M G V S D
« Mag    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98