Tag Archive | "Sciacca"

SCIACCA – Anziano investito da scooter, in gravi condizioni


Incidente stradale questo pomeriggio in Corso Miraglia alla Perriera. Un anziano stava attraversando la strada quando è stato investito da uno scooter che avanzava verso la rotonda.

L’uomo è stato ricoverato in ospedale e le sue condizioni sarebbero gravi. Anche il centauro è stato trasportato al “Giovanni Paolo II” di Sciacca. Sul posto i mezzi di soccorso e la polizia municipale di Sciacca per i rilievi di rito, non è ancora chiara la dinamica dell’incidente.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

SCIACCA – Catturato l’ultimo pusher dell’operazione “Street Food”


Era l’ultimo dei sette destinatari delle Ordinanze di custodia cautelare emesse dal Gip di Sciacca su richiesta della locale Procura della Repubblica. Infatti, il giorno del blitz si trovava all’estero. Nella nottata i Carabinieri della Stazione di Santa Margherita di Belice lo hanno rintracciato ed arrestato.

Si tratta di Kevin Governale, 23 enne, soprannominato  “carciofino”, nei cui confronti pende l’accusa di aver contribuito a rifornire il territorio belicino di sostanze stupefacenti.

Nell’operazione “street food” erano finite in manette altre sei persone, per reati di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, alcuni di loro con l’aggravante di averne destinato l’uso a soggetti di minore età.

L’interessato adesso è stato ristretto agli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

SCIACCA – Operazione “Street food”, Sgominato fiorente smercio di droga destinata a giovani e minori del belicino.[VD TG]


E’ stata intitolata operazione “Street food”, il cibo di strada, e non si tratta di panini con panelle o patatine ma di droga, tanta, a volontà per giovani,  anche sotto la minore età, del Belicino. I Carabinieri della Compagnia di Sciacca e della Stazione di Menfi hanno imperversato all’alba del giorno prossimo alla notte di Halloween, e hanno arrestato sette indagati, tra sei in carcere e uno ai domiciliari, di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti, con l’aggravante di avere abbeverato al calice della droga anche minorenni, tra hashish e cocaina, in viaggio da Palermo e poi smerciata nelle piazze di Menfi, Santa Margherita Belice, Montevago e anche nel Trapanese, a Poggioreale. Osservazioni, appostamenti e pedinamenti hanno consentito ai Carabinieri di scoprire il fiorente mercato al dettaglio, alimentato da pusher locali, capillarmente distribuiti nel territorio. Anche due ragazze di 14 anni, abitudinarie ad assumere droghe, sarebbero state impiegate come corriere dello stupefacente, talvolta nascondendolo tra gli indumenti intimi. Più in genere i carichi di droga acquistati a Palermo sono stati nascosti dentro le automobili poi in marcia verso sud, in direzione Menfi, dove dimorano i due presunti riferimenti della banda, uno inteso “papà”, e l’altro “carciofetto si tratta di Giuseppe Sanzone  e Daniel Tabbone , entrambi di Menfi, rispettivamente di 40 e 23 anni. “che avrebbero gestito la brigata offrendo a disposizione automobili e telefoni cellulari per l’approvvigionamento e il trasporto della droga, organizzando quasi ogni giorno le trasferte a Palermo per comprare hashish e cocaina. Secondo i Carabinieri, in 3 mesi gli indagati avrebbero movimentato sulle piazze di spaccio tanto hashish e altrettanta cocaina per affari da circa 200mila euro. Agli arresti domiciliari – sempre in esecuzione dell’ordinanza firmata dal Gip – i carabinieri di Menfi e di Sciacca hanno posto: Giulia Nigrelli, 20 anni, di Menfi; Calogero Friscia, 22 anni, di Menfi; Emanuele Gambino, 31 anni, di Sciacca e Giovanni Pilo, 22 anni, di Menfi.  “

Il blitz “Street food” rientra nel tracciato di prevenzione, contenimento e repressione delle attività criminose legate al traffico e al consumo di droga, disegnato dal Comando provinciale dell’Arma di Agrigento.

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza, VideoCommenti (0)

SCIACCA – Violenza sessuale di gruppo, 3 assolti


Assolto, assieme ad altri due imputati, dall’accusa di violenza sessuale di gruppo e condannato per rapina a una tabaccheria di Sciacca e per maltrattamenti nei confronti dell’ex convivente a 9 anni e 8 mesi di reclusione un saccense di 40 anni. Il pubblico ministero, Carlo Boranga, aveva chiesto la condanna a 12 anni e 3 mesi di reclusione.

Presunta vittima l’ex convivente dell’uomo che, per qualche anno, avrebbe vissuto in un clima da incubo, addirittura costretta a compiere una rapina in una tabaccheria (lei per la rapina ha patteggiato e lui adesso è stato condannato) per assecondare il suo volere. Gli altri imputati sono due saccensi che, secondo l’accusa, avrebbero avuto rapporti sessuali con la donna, ma con l’ex convivente che sarebbe stato una sorta di regista di questi incontri intimi. Il tribunale di Sciacca li ha assolti dall’accusa di violenza sessuale di gruppo.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

Litiga e aggredisce l’anziano padre. 44 enne arrestato per tentato omicidio


Tentato omicidio, sequestro di persona, resistenza e lesioni nei confronti di poliziotti e carabinieri. Sono queste le accuse a carico del saccense Alessandro Francesco La Torre, 44 anni. L’uomo è stato arrestato al culmine di un’aggressione domestica nei confronti
dell’anziano padre. Sono state le grida e le richieste di aiuto all’interno dell’abitazione, situata in pieno centro storico, a generare l’intervento delle forze dell’ordine. E’ stato necessario l’intervento dei Vigili del fuoco per potere sfondare la porta blindata all’ingresso.
Alla vista degli uomini della forza pubblica La Torre ha tentato di resistere al loro intervento aggrendendoli con tecniche di attacco e difesa di arti marziali, di cui è un cultore. Agenti e militari dell’arma, che hanno riportato tutti lesioni di vario grado, sono stati costretti a fare ricorso allo spray urticante. Intanto il padre dell’uomo, molto noto anche per essere stato sindaco di Sciacca negli anni Settanta, era riverso a terra agonizzante in una pozza di sangue, e immediatamente soccorso e trasferito al Giovanni Paolo II di Sciacca. Alessandro Francesco La Torre, sottoposto a TSO, adesso si trova
rinchiuso in una cella del carcere di Sciacca.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

SCIACCA – Lascia i domiciliari Paolo La Bella


Ha lasciato i domiciliari Paolo La Bella, di 32 anni, di Sciacca, indagato per l’incendio del 14 luglio scorso che ha distrutto sei ettari di bosco di Pierderici e reso necessario lo sgombero di tre palazzi e una scuola dove si stava svolgendo il Grest. Per il giudice del Tribunale di Sciacca Alberto Davico si sono attenuate le esigenze cautelari e nei suoi confronti ha disposto l’obbligo di dimora a Sciacca con divieto di allontanarsi dalla propria abitazione dalle 19 alle 8 del giorno successivo.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

SCIACCA – Mariella Lo Bello: “Terme al Comune, pronto l’atto per la giunta”


“Consegnero’ personalmente lunedi’ in giunta l’atto che trasferisce le Terme al comune di Sciacca”. Lo ha affermato oggi Mariella Lo Bello, vice presidente della Regione Siciliana che ha aggiunto: “mesi di lavoro ci hanno permesso finalmente, di reimmettere nel circuito produttivo, un bene che significa turismo, ricchezza del territorio, storia e cultura. Sciacca ritorna in possesso di una delle strutture che la rende famosa nel mondo e che potra’ cosi’ sostenere l’economia locale e il mondo del lavoro”.

Lo Bello, assessore regionale delle Attivita’ Produttive ha comunicato di avere emanato il decreto che fissa il calendario dei saldi per il biennio 2018/2019.”Partiranno il primo sabato del mese di gennaio 2018 ovvero giorno 6 – spiega – i saldi invernali di fine stagione che termineranno il 15 marzo, mentre quelli estivi potranno essere effettuati dal primo sabato del mese di luglio 2018 e fino al 15 settembre. Il provvedimento – aggiunge Lo Bello – e’ stato concordato con le organizzazioni di categoria, con le quali abbiamo anche stabilito che le vendite promozionali per il biennio 2018-2019 possono essere effettuate dal giorno 16 marzo al 30 giugno e dal 16 settembre al 31 dicembre. I siciliani potranno dunque avere la possibilita’ di acquistare a prezzi ridotti, praticamente tutto l’anno – conclude Lo Bello – , si traduce in un aiuto a imprese e consumatori che potranno cosi’ avere maggiori opportunita’ di movimentare il fatturato e la spesa”. (ITALPRESS)

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

MENFI – Inchiesta “Opuntia”, la Procura indaga 14 persone


La Procura di Sciacca chiude l’inchiesta “Opuntia”su 14 persone , tra le quali carabinieri e finanzieri. Al centro del caso le false attestazioni di un dottore, Pellegrino Scirica. L’inchiesta ruota sulla figura del medico di base di Menfi, coinvolto un anno fa  nell’operazione antimafia denominata “Opuntia” con l’accusa di avere messo a disposizione il suo studio per incontri fra esponenti delle cosche. Proprio da quell’inchiesta deriva l’attuale, giunta alla fase della chiusura delle indagini, con relativo avviso agli indagati firmato dal Procuratore di Sciacca Roberta Bussolani e dal sostituto Michele Marrone. Dal faldone di “Opuntia” è emerso che lo stesso medico avrebbe rilasciato certificati senza sottoporre gli assistiti a regolare visita. Per questa ragione Scirica è accusato di falso ideologico e truffa.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

SCIACCA – Non si arrende al divorzio e minaccia la ex moglie con un bastone


Un 43enne è stato arrestato dalla polizia a Sciacca per stalking. L’uomo, nonostante il divorzio, non sarebbe riuscito a rassegnarsi alla fine della relazione e ancora una volta ha tentato di avvicinarsi all’ex moglie. Ha cercato di forzare la porta di ingresso dell’abitazione, minacciando la donna con un bastone per costringerla ad aprire l’uscio e minacciando di gettarsi da un ponte.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

SCIACCA – Arrestato presunto stalker


I Carabinieri della Compagnia di Sciacca, a conclusione di serrate indagini, hanno arrestato ai domiciliari Antonino Atria, 53 anni, di Sciacca. A carico di Atria sono state accertate ripetute violazioni del divieto, risalente allo scorso agosto, di avvicinamento ai luoghi frequentati dalle persone offese, che sono due donne di Sciacca, verso le quali l’uomo avrebbe perpetrato atti persecutori. Il Tribunale saccense ha recentemente sottoposto il presunto stalker anche alla misura di sicurezza della libertà vigilata, poiché ritenuto persona socialmente pericolosa.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98