Tag Archive | "Sicilia"

SICILIA – Lilly Di Nolfo vice coordinatrice regionale di Forza Italia Giovani


La coordinatrice nazionale del movimento di Forza Italia Giovani, Annagrazia Calabria, ha ufficializzato le nuove nomine ai vertici del coordinamento regionale di Forza Italia Giovani in Sicilia. Dario Moscato è il nuovo coordinatore regionale unico per la Sicilia, e ad affiancarlo come vice coordinatori sono l’agrigentina Lilly Di Nolfo, già coordinatrice provinciale di Forza Italia Giovani, e Valeria Sapienza. La stessa Lilly Di Nolfo afferma: “Ringrazio la coordinatrice nazionale Annagrazia Calabria per la fiducia che è stata riposta in me, e per la quale, con responsabilità e impegno, lavorerò per sostenere e alimentare l’entusiasmo e la voglia di partecipazione politica di tanti giovani che si riconoscono nei valori e nei programmi amministrativi di Forza Italia.

Postato in In evidenza, PoliticaCommenti (0)

Ancora droga per ‘vip’ a Palermo, vasta operazione fra Sicilia, Campania e Calabria, 16 arresti [VD]


Una vasta operazione antidroga della Polizia di Stato è in corso dalle prime ore del mattino. Sono sedici le ordinanze cautelari che vengono eseguite. L’operazione costituisce il risultato di un’indagine avviata nel 2012 e conclusa nel 2016 su due distinti gruppi criminali che si approvvigionavano di ingenti quantitativi di stupefacente, provenienti, principalmente dalla Campania e dalla Calabria.

Le indagini hanno accertato come grosse quantità di stupefacenti fossero destinate ad insospettabili consumatori del mondo delle libere professioni.

Il primo gruppo criminale, in costante contatto con la Campania, al suo interno esponenti mafiosi riconducibili allo storico mandamento mafioso di “Porta Nuova” e costituisce la riprova di come Cosa Nostra palermitana, attraverso la droga, sia ancora oggi in affari con la camorra napoletana.

Il filone investigativo sul secondo gruppo criminale trae, invece, origine dal sequestro di un’ingente somma di denaro avvenuta nel 2014 che ha scoperchiato un’ altra fiorente rotta della droga, stavolta collegata alla malavita calabrese. Anche in quel caso sono stati effettuati ingenti sequestri di cocaina.

Complessivamente, nell’ambito dell:attività investigativa, nell’arco del 2014 e del 2015, gli agenti hanno arrestato alcuni corrieri della droga con un carico di oltre 70 chili di hashish, 7,5 chili di cocaina, 14 chili di marijuana, 1,5 chili di eroina e, circa, 100.000 euro in contanti.

Nelle scorse settimane un’altra operazione aveva smantellato altre due organizzazioni che si occupavano di spacciare alla Palermo bene.

Ecco l’elenco degli arrestati nel corso dell’operazione antidroga di Palermo. I provvedimenti sono stati emessi dip Fabrizio Molinari la custodia cautelare in carcere per Pietro Catalano, 34 anni, Alessandro Bronte, 31 anni, Angelo Scafidi, 29 anni, Ciro Spasiano, 37 anni, Dario De Felice, 40 anni, Giuseppe Rosciglione, 37 anni, Salvatore Peritore, 59 anni, Carlo Arculeo, 65 anni, Giuseppe Saltamacchia, 32 anni, Gaetano Rubino, 36 anni, Francesco Ferrante, 56 anni. Agli arresti domiciliari per Giuseppe Cutino, 30 anni e Antonio Napolitano 24 anni.

Mancano all’appello tre persone che sono ricercate.

“Sono stati sgominati due sodalizi palermitani che si approvvigionavano a di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente in Campania e Calabria – dice Rodolfo Ruperti capo della squadra mobile di Palermo – Sono stati eseguiti numerosi sequestri. Le due bande riuscivano a dare risposte ad una forte domanda di droga sempre maggiore e riuscivano a soddisfare una clientela palermitana abbastanza variegata”.

I pusher che gestivano un servizio a domicilio venivano contattati al telefono anche da utenze in servizio alla Corte dei Conti e alla Regione. Tanti i professionisti che si rivolgevano alla banda per avere cocaina.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza, PALERMO, VideoCommenti (0)

CASO DISABILI – Le reazioni, Anselmo e Panepinto:”Assessore Miccichè valuti le scelte più opportune.”


A seguito del servizio trasmesso dalle Iene sui due fratelli disabili di Palermo, e sul mancato incontro con l’assessore Gianluca Miccichè dopo 8 ore di anticamera, il presidente del gruppo parlamentare del Partito Democratico all’Assemblea Regionale Siciliana Alice Anselmo, e il vicepresidente del gruppo Giovanni Panepinto, esprimo riserve sulla permanenza dell’assessore Micciche all’interno della giunta regionale. E affermano: “Nello svolgimento delle proprie funzioni pubbliche e istituzionali ognuno di noi non deve mai perdere di vista il confine fra le difficoltà oggettive nelle quali si trova la macchina regionale e il rispetto per il prossimo, specialmente se dall’altra parte c’è chi vive una situazione di estremo disagio e chiede solo l’erogazione di un servizio dovuto. Di fronte a quelle immagini abbiamo provato stupore e dispiacere: oltretutto l’assessore Miccichè ha creato anche un danno all’immagine della nostra terra e delle istituzioni regionali. Ci aspettiamo – concludono Anselmo e Panepinto – che prenda atto della situazione e valuti le scelte più opportune.”

 

Postato in CronacaCommenti (0)

CASO DISABILI – Miccichè: “Clima ostile, se ci sono problemi politici pronto al confronto”


Sono numerosi gli interventi di biasimo, ed è bufera sull’assessore regionale alle Politiche sociali, Gianluca Miccichè, dopo il servizio delle Iene che ha denunciato il mancato incontro, dopo un’anticamera di 8 ore, promesso a due fratelli disabili che a gennaio 2016 lanciarono un disperato appello: abbiamo bisogno di aiuto. Il Partito Democratico, azionista di maggioranza del governo Crocetta, afferma: “E’ indispensabile aprire una riflessione sulla permanenza all’interno della giunta regionale di Miccichè.” E lo stesso assessore Miccichè si difende e replica: “Le promesse che ho fatto nel 2016 sono state mantenute. Il progetto sperimentale denominato ‘Vita Indipendente’, per il quale la dotazione finanziaria è pari a 100mila euro per Distretto, è partito e i fratelli Pellegrino, pur essendo rientrati in graduatoria, non hanno potuto beneficiare dei contributi del 2014 a causa dell’esaurimento dei fondi. Se mi si contesta il merito di provvedimenti che ho assunto, me lo si dica e sono pronto al confronto con chiunque. Ma se ci sono problemi politici, perché ormai siamo in piena stagione elettorale, voglio saperlo: in questo caso sono disponibile ad affrontare qualsiasi discussione e posso anche fare un passo indietro.”

 

Postato in Cronaca, Dall'Italia, In evidenza, PoliticaCommenti (0)

SICILIA – Primarie centrodestra, Berlusconi dice No


L’ultima parola è sempre quella del Cavaliere e in Sicilia è al momento un no secco alle primarie. La notizia arriva direttamente da Palazzo Grazioli e conferma l’interessamente del presidente e leader indiscusso di Forza Italia in Sicilia.

Berlusconi non suggella così l’accordo che nei giorni scorsi era stato raggiunto in un vertice in Sicilia tra Gianfranco Miccichè e Marco Falcone per Forza Italia, Saverio Romano e Toto Cordaro per il Pid, Raffaele Stancanelli e Giusy Savarino per il movimento ‘Diventerà Bellissima’, Ester Bonafede per l’Udc, Alessandro Pagano per ‘Noi con Salvini’ e Rino Pisctiello per Mns sul nome di Fabrizio Ferrandelli alla comunali di Palermo e soprattutto fa una brusca battuta d’arresto sulle primarie del centrodestra, in programma il prossimo 23 aprile per individuare il nome del prossimo candidato di area alla poltrona di governatore della Sicilia.

E allora lo stesso Gianfranco Micciché, coordinatore regionale di Forza Italia e uomo di fiducia dell’ex premier in Sicilia fa un passo indietro con una nota ufficiale. “Nessun ok da parte di Silvio Berlusconi sulle primarie in Sicilia. Ho spiegato ai vertici del partito la necessità di andare avanti su questa strada per non spaccare il centrodestra nell’Isola, e per potere quindi vincere le elezioni regionali. Faremo di tutto per trovare un candidato condiviso prima del 23 aprile, data prevista per le primarie”.

Postato in In evidenza, PoliticaCommenti (0)

SICILIA – In 10 anni non irscossi 52 miliardi. Tutti gli appalti pubblici irregolari


“Abbiamo segnalato all’Anac la irregolarità di tutti gli appalti siciliani”. Lo ha detto l’amministratore unico di Riscossione Sicilia, Antonio Fiumefreddo, in Commissione parlamentare Antimafia. “In Sicilia gli appalti pubblici, qualunque sia la stazione appaltante, si tengono con autocertificazioni relative alla cosiddetta regolarità fiscale” in quanto non è “mai pervenuta l’istanza di regolarizzazione fiscale”. Per questa ragione, “abbiamo segnalato la necessità di chiedere il certificato all’esattoria”.
    Fiumefreddo ha inoltre sostenuto che “Riscossione Sicilia negli ultimi 10 anni non ha riscosso 52 miliardi di euro”. “Ho trovato una società – ha aggiunto – con dati devastanti: al 2015 Riscossione siciliana, che dovrebbe incassare 5 miliardi e 700 milioni l’anno, ne incassava 480 milioni ovvero l’8% di quanto avrebbe dovuto riscuotere”.

 

Postato in Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

SICILIA – 2 scosse di terremoto: 3.5 sulle Madonie e 2.1 nella zona di Catania


Paura ma nessun danno per alcune scosse di terremoto che hanno colpito prima la Sicilia settentrionale, nella zona delle Madonie, e poi la provincia di Catania.

Una prima scossa di magnitudo 3.5 è stata registrata alle 11:20 di stamattina. L’epicentro è stato sulle Madonie, in provincia di Palermo, tra Petralia Sottana, Petralia Soprana e Castellana Sicula. La scossa, superficiale, ha avuto un ipocentro di appena 6.6 km di profondità ed è stata avvertita anche a Polizzi Generosa, Blufi, Bompietro, Gangi, Resuttano e Caltavuturo.

 Un altro terremoto di magnitudo 2.1 è avvenuto alle 11.30 nella zona di Catania, a una profondità di 6 km. Anche in questo caso nessun danno registrato a cose e persone.

Postato in Cronaca, Eventi, In evidenzaCommenti (0)

SICILIA – Tra domenica e lunedi nubifragi in arrivo. Ma le temperature almeno saliranno


“La circolazione di bassa pressione a carattere freddo sarà sostituita nel fine settimana da una relativamente più mite responsabile di un rialzo delle temperature, ma anche di una nuova ondata di maltempo da ovest”. Nel gioco del classico “abbiamo una notizia buona e una cattiva”, i meteorologi di 3bmeteo.com non lasciano scampo alla Sicilia. 

“Sarà la Sardegna la prima regione coinvolta dalla bassa pressione in risalita dal Nord Africa. Poi, tra domenica e lunedì, il maltempo si accanirà soprattutto tra Sicilia e Calabria, poi in Basilicata con temporali anche intensi. Le precipitazioni risulteranno abbondanti sui versanti ionici mentre la neve cadrà sui rilievi ma sopra i 1500-1700 metri”.

Le temperature se non altro subiranno un rialzo, specie al Centro Sud, e si porteranno così nelle medie tipiche del periodo. “L’ondata di maltempo sarà accompagnata da venti di scirocco e levante che al Sud e sulle isole saranno forti con rischio di mareggiate sui tratti esposti”, concludono da 3bmeteo.com.

Postato in Cronaca, Dall'Italia, Eventi, MESSINACommenti (0)

SICILIA – Tutte le dighe a secco e non basterà la pioggia per evitare la siccità


Dati sconfortanti  nel report del mese di dicembre dell’Osservatorio della Regione siciliana con nove dighe dell’isola che fanno registrare una flessione dei volumi. Ma sono nere soprattutto le prospettive e, come spiegano i tecnici di Girgenti Acque, non si può pensare di risolvere il problema puntando solo sulle piogge. Il punto della situazione verrà fatto in una nuova riunione che dovrebbe svolgersi tra un paio di settimane.

Postato in AGRIGENTO, CronacaCommenti (0)

ULTIM’ORA – Prosegue a nevicare: anche domani temperature a picco [FOTO]


L’ondata di maltempo in Sicilia e tutto il centro-sud sembra non voler finire. La perturbazione che sta interessando il nostro Paese proseguirà  infatti nelle prossime ore  con nevicate anche  in pianura, venti forti e temperature polari.

Sulla base delle previsioni disponibili, il Dipartimento  della Protezione Civile ha emesso una nuova allerta meteo che  prevede, a partire dalla serata di oggi, venti di burrasca non solo in tutta la Sicilia, ma anche in  Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Puglia, Calabria. Sulle stesse regioni, inoltre, sono attese temperature  molto basse, con diffuse gelate, e nevicate sparse fino a  livello del mare, con apporti al suolo da deboli a moderati, ma  localmente abbondanti sui rilievi.

A Racalmuto , fa sapere il Sindaco Emilio Messana tramite un post su Facebook, sono stati  cosparsi in alcuni tratti della circonvallazione circa otto tonnellate di sale per far sciogliere il ghiaccio. Un ringraziamento alla Polizia Municipale e all’ufficio tecnico, che hanno presidiato le vie principali del centro e seguito i lavori(NELLE FOTO). La situazione per la transitabilità rimane critica, e il primo cittadino  raccomanda prudenza.

 

E ancora, il Sindaco rende noto che domani le scuole elementari e medie e l’Istituto Professionale rimarranno chiuse a causa del maltempo. Raccomando la massima cautela e prudenza, uscite di casa solo se strettamente indispensabile.

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenzaCommenti (0)

Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728  

STATISTICHE

Dettagli www.trs98.it

Site Info

TRS98