CASTROFILIPPO – Pena dimezzata a Cinquemani

Il macellaio Gioacchino Cinquemani, 53 anni,di Castrofilippo, arrestato il 24 febbraio del 2010 con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio, ottiene la riduzione della pena grazie alla bocciatura della legge Fini-Giovanardi. Cinquemani condannato a 6 anni e 6 mesi, ha avuto la pena ridotta a 3 anni e 2 mesi grazie alla richiesta dei suoi legali Enrico Quattrocchi e Calogero Sferrazza e accolta dal giudice Luisa Turco. Il castro filippese, in un magazzino ritenuto nella sua disponibilità furono trovati sette chili di marijuana e 500 grammi di semi di cannabis. Il macellaio, invece, consegnò spontaneamente il fucile calibro 9 con matricola abrasa, nascosto in un trattore.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.