CASTROFILIPPO – Turbativa mafiosa, assolti 3 imprenditori

A Palermo, al palazzo di giustizia, a conclusione del giudizio abbreviato, il Giudice per le udienze preliminari, Walter Turturici, ha assolto 3 imprenditori agrigentini imputati di avere eseguito lavori pubblici al Comune di Castrofilippo grazie ad accordi collusivi con l’ ex sindaco Salvatore Ippolito e il presunto boss del paese, adesso defunto, Antonino Bartolotta, entrambi inquisiti e condannati nell’ ambito dell’inchiesta antimafia cosiddetta “Family”. Si tratta di Vittorio Settimo Alaimo, 48 anni, Giuseppe Arnone, 59 anni, e Carmelo Cimino, 59 anni. I tre imputati, difesi dagli avvocati Diego Giarratana, Dino Giovanni Milazzo, Salvatore Amato e Emanuele Limuti, hanno risposto di turbativa d’asta con l’ aggravante dell’ avere agevolato la mafia. Il Pubblico ministero, Emanuele Ravaglioli, a conclusione della requisitoria, ha invocato la condanna a 2 anni e 8 mesi di reclusione ciascuno.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.