Il calcio ad Agrigento riparte dalla Promozione

di Davide Sardo

Dal calcio professionistico al calcio dilettantistico, dalla Serie C al campionato di Promozione, dagli stadi “Via del Mare” di Lecce, Massimino di Catania, Zaccheria di Foggia, “Provinciale” di Trapani, Marulla di Cosenza, “Menti” di Castellammare di Stabia, per citarne alcuni, ai campi angusti e polverosi di Lercara Friddi e Vallelunga Pratameno. E poi ancora Marineo, Monreale e Balestrate. L’Akragas ripartirà da questi impianti di gioco, ricomincerà dal girone A del secondo massimo campionato siciliano. La nuova società, in fase di costituzione in queste ore ad opera dell’assessore allo sport del comune di Agrigento, Giovanni Amico, dovrebbe essere ammessa in Promozione dopo la lettera dell’amministrazione comunale al presidente della Figc Sicilia, Santino Lo Presti. Nel girone A, infatti, c’è un posto libero per arrivare a quota 16 squadre, dopo la rinuncia dell’Atletico Ribera, del Ravanusa e di altre società. Ed ecco allora il via libera della Figc, previsto dal regolamento federale, al nuovo club agrigentino, ma soltanto a determinate condizioni: entro mezzogiorno delle ore 14 gli amministratori del comune di Agrigento dovranno versare la quota di iscrizione, pari a 7.500 euro, e poi comunicare il nome dell’associazione sportiva alla Lega, con tanto di nominativi dei soci. La squadra dovrebbe chiamarsi Accademia Olimpica Agrigento. Allo stadio Esseneto, dunque, tornano, a distanza di alcuni anni i vecchi e combattuti derby agrigentini. La nuova prima squadra della Città dei Templi, tornerà a sfidare il Casteltermini, la Gattopardo, il Kamarat e la Libertas Racalmuto.

Condividi
  • 29
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    29
    Shares

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.