PROMOZIONE – Il Real Avola attende la vincente di “Licata – Canicattì”

Gli otto minuti di calcio più spettacolari ed intensi visti quest’anno al Meno Di Pasquale: 480 secondi in cui il Real Avola ha strapazzato le ambizioni del Belpasso, prima con un diagonale velenoso di D’Urso al 12’, poi con un bolide sotto la traversa di Toscano arrivato 2’ dopo e infine con un’azione stile rugby per intensità e voglia di scalare la vetta conclusa dal tap-in vincente ancora di D’Urso.

Per il Belpasso sono stati 8 lunghissimi minuti. Un pugile messo all’angolo e sfiancato dai colpi di un avversario galvanizzato dallo strepitoso pubblico presente in tribuna che non ha mai smesso di incitare la squadra. Già al 20’ era festa. Gli altri 80’ sono stati accademia, possesso palla e controllo della partita. Troppo forti i ragazzi di mister Monaco scesi oggi in campo. Determinati a dismisura.

Il resto della partita è stato uno spettacolo di cori e di occasioni mancate da Toscano, Sirugo e Maieli. Ma va bene anche così. Capitan Sirugo per siglare il suo 150° gol in carriera può benissimo attendere la finalissima. Fra 2 settimane, l’avversario sarà uno fra Licata e Canicattì. Una città si mobiliterà per coronare un sogno chiamato “Eccellenza”.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.