SCIACCA – Reperti fossili in casa, denunciato collezionista

I carabinieri del Nucleo Tutela Patrimonio culturale della Sicilia hanno sequestrato 867 fossili provenienti da varie località siciliane trovati nell’abitazione di un uomo di Sciacca (Ag), che li ha raccolti per diversi anni. Il collezionista è stato denunciato per illecito possesso di beni culturali appartenenti allo Stato. I reperti vanno dall’era mesozoica alla quaternaria, un arco temporale che va da duecento milioni a undicimila anni fa. Tra i pezzi più interessanti, i resti di un elefante nano e un ippopotamo nano, specie che in epoca preistorica vivevano in Sicilia. I reperti paleontologici, come archeologici, appartengono allo Stato, chiunque li trovi ha l’obbligo di fare denuncia, entro 24 ore, al soprintendente, al sindaco o all’autorità di pubblica sicurezza. I fossili saranno consegnati al museo geologico ‘Gemmellaro’ di Palermo.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.