AGRIGENTO – Di Rosa interroga… [video]

Ancora lui, sempre lui, il vice Presidente del Consiglio comunale di Agrigento, Giuseppe Di Rosa, non si risparmia e tira dritto per la sua strada. Ma più che altro tira dritto verso gli interessi della collettività e quanti stanno cercando di offrire qualcosa alla città sempre ultima nei sondaggi. Sono due le interrogazioni presentate. La prima, riguarda i lavori straordinari allo stadio Esseneto  dove gioca l’Akragas della quale è stato anche il Presidente. “Lo stadio comunale “Esseneto” è in uno stato di abbandono quasi assoluto e gli ultimi lavori eseguiti dall’Amministrazione a nulla saranno serviti se non si procede con l’immediato rifacimento del muro di recinzione di tutto il perimetro dello stadio e della inferriata che divide gli spalti dal campo di gioco”.

Sempre secondo Di Rosa è’ stato inoltre più volte promesso alla stampa locale che sarebbero iniziati i “lavori per rendere agibile la zona della tribuna stampa”, mai inaugurata perchè mai completata e resa agibile.

Il Sindaco aveva dichiarato che si stavano presentando “progetti agli uffici competenti del credito sportivo” per un investimento che avrebbe interessato l’intero rifacimento del manto erboso  e l’installazione dell’impianto di illuminazione con torri faro per le gare ufficiali; chiedo che voglia relazionare in Consiglio comunale sulla problematica in essere per comprendere quanto e cosa ha fatto ad oggi l’Amministrazione per mantenere le promesse fatte”.La seconda interrogazione di Di Rosa riguarda i lavori di bitumatura delle strade. Il battagliero Di Rosa rileva come “Oramai da diversi anni questa città e le sue strade sono state lasciate al loro destino da parte di questa Amministrazione, con i rimborsi pagati per “debiti fuori bilancio” dopo condanne per incidenti stradali procurati dall’incuria delle strade comunali, l’ Amministrazione avrebbe certamente potuto provvedere da tempo al ripristino del manto stradale delle stesse,  come da comunicato stampa dell’ufficio di Gabinetto del Sindaco datato 06.07.2013 in cui si comunicava l’inizio dei lavori previsti dall’intervento di sistemazione e bitumatura di molte strade cittadine, grazie al finanziamento originario di sei milioni di euro disposto dallo Stato, somma originariamente destinata per il raddoppio di una parte della via Empedocle e poi dirottata, a seguito del mancato nulla osta da parte della Soprintendenza,al miglioramento dello stato di sicurezza della viabilità del territorio comunale. Anche in questo caso Di Rosa chiede al Presidente del Consiglio Trupia di voler inserire all’ordine del giorno del prossimo consiglio  la questione in Question Time.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.