AGRIGENTO – Immigrati irregolari, scoperta una banda

I poliziotti della Squadra Mobile di Agrigento, diretti da Giovanni Minardi, hanno arrestato ai domiciliari due tunisini, altri due sono irreperibili, e sono nove complessivamente gli indagati per favoreggiamento dell’immigrazione clandestina. Ai domiciliari sono stati ristretti Nazha Achibi, 53 anni, e Sadok Fathallah, 59 anni. Dall’inchiesta, coordinata dal procuratore Luigi Patronaggio e dal sostituto Paola Vetro, è emerso che, dietro pagamento di somme di denaro, gli indagati avrebbero favorito l’illegale permanenza di cittadini stranieri sul territorio nazionale, offrendo loro documenti d’identità, biglietti di viaggio e occasioni di trasferimento per raggiungere altri Paesi europei. Alcuni degli inquisiti sono residenti a Porto Empedocle ed a Lampedusa, e avrebbero reso a disposizione delle abitazioni di appoggio agli stranieri irregolari. Nel domicilio dei due tunisini arrestati, Nazha Achibi e Sadok Fathallah, sono stati scoperti due vasi di epoca antica verosimilmente recuperati dai fondali marini: sono stati denunciati per ricettazione.

Condividi
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.