Tele Studio98

la forza dell'innovazione

AGRIGENTO – Inchiesta “Cash”, 15 a giudizio. Il gup:”Truffa a società finanziarie”

Per l'accusa gli imputati avrebbero falsificato documenti per prestiti che poi non venivano restituiti

Il giudice per le udienze preliminari del Tribunale di Agrigento, Alessandra Vella, ha disposto il rinvio a giudizio di 15 imputati che risponderanno di truffa nell’ ambito dell’ inchiesta della Squadra mobile e della Procura di Agrigento cosiddetta “Cash”, che il 6 maggio del 2010 ha provocato 13 ordinanze cautelari, tra 4 arrestati in carcere, 2 ai domiciliari, e 7 divieti di dimora, per false identita’ e buste paga, e truffe alle Finanziarie. La prima udienza e’ in calendario il 5 novembre. I 15 sono Gioacchino Amico di Canicatti’, Baldassare Reina, 58 anni, di San Giovanni Gemini, e Baldassare Reina, 61 anni, anche lui di San Giovanni Gemini, Marianna Giocolano di San Giovanni Gemini, Vincenzo Pirrello di Sommatino, Francesco Miceli di San Giovanni Gemini, Franco Di Raimondo di Canicatti’, Giuseppe Mangiapane di Cammarata, Davide Catania di Canicatti’, Carmelo Militello di San Giovanni Gemini, Antonio Contino di Camastra, Antonio Curto di Canicatti’, Mario Giuseppe Callari di Camastra, Giorgio Cumbo di Canicatti’, e Nazareno Mancuso di San Giovanni Gemini.

About The Author

Condividi