AGRIGENTO – Spataro:”Effetti devastanti da Viale della Vittoria pedonale”

Il consigliere comunale di Agrigento, Pasquale Spataro, del gruppo Uniti per la città, interviene nel merito degli effetti devastanti – a suo avviso – che il provvedimento del sindaco Firetto di rendere isola pedonale il Viale della Vittoria durante la domenica provoca a commercianti e famiglie. Pasquale Sparato,  afferma : “E’ angosciante, desolante, deprimente vedere, come documentano le foto scattate, il Viale della Vittoria deserto la domenica mattina, quando invece in passato è stato il punto di riferimento naturale dell’agrigentino. Ed, invece, i vigili urbani diventano, loro malgrado, spettatori di uno scenario quasi surreale, piuttosto che prestare la loro opera di controllo sulle zone intorno alla valle dei templi, che sono zona franca per gli avventori di turno, in danno delle casse comunali, già in debito di ossigeno. Le famiglie agrigentine preferiscono restare a casa o orientarsi verso altri siti, piuttosto che raggiungere il luogo a piedi e con fatica, in un contesto di mobilità urbana privo, tra l’altro, dei necessari servizi pubblici di collegamento. Disagi, quindi, per gli agrigentini costretti ad emigrare dal centro, e danni, pesanti, per gli operatori economici di questa importante porzione della nostra città che stoicamente resistono alla crisi. Un coro unanime bolla l’isola pedonale come una scelta inadeguata, impropria, non ponderata, e scellerata aggiungerei io : i commercianti hanno subito un notevole calo nelle vendite, e tutto questo non è possibile. Non è tollerabile. L’amministrazione comunale deve essere di aiuto, di sostegno a chi lavora, a chi produce e dà occupazione. Il sindaco Firetto riveda allora il provvedimento, che si manifesta agli occhi della gente come una sorta di capriccio politico -amministrativo, piuttosto che una decisione che vada, concretamente, nella direzione indicata dal cittadino”.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.