Canone fognario e canone di depurazione, L’Eas dovrà pagare al Comune di Racalmuto 169.723,45 euro

L’EAS in liquidazione, il 12 ottobre del 2017, ha proposto, innanzi alla Corte d’Appello di Palermo, appello avverso la sentenza n.1002/2017 del Tribunale di Agrigento con la quale era stata condannata al pagamento in favore del Comune di Racalmuto della somma di €. 169.723,45 per canone fognario e di depurazione. 

Si costituiva in giudizio il Comune di Racalmuto con il patrocinio dell’Avv. Gaetano Mattina sollevando tutta una serie di eccezioni e spiegando difese, da un lato atte alla conferma della sentenza e dall’altro alla riforma della stessa sentenza nella parte relativa alla mancata condanna dell’EAS al pagamento delle spese del giudizio di primo grado. 

La Corte d’Appello di Palermo sez. III con sentenza n.418/2022 del 16.3.2022, ritendo fondate le eccezioni e le domande formulate dall’Avv. Mattina nell’interesse del Comune di Racalmuto, ha rigettato l’appello promosso dall’EAS ed in accoglimento del gravame incidentale proposto dal Comune ha condannato l’EAS anche al pagamento delle spese del primo grado. 

In conclusioni in forza della sentenza n.418/2022 l’EAS dovrà pagare al Comune di Racalmuto per canone fognario e di depurazione la somma di €. 169.723,45 oltre alle spese del giudizio di primo grado e di quello d’appello. 

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.