Nell’agrigentino l’Inps non eroga la Cassa Integrazione: pagamenti fermi a giugno

Diverse sono le segnalazioni che pervengono alla nostra redazione da parte di lavoratori disperati che sono fermi con i pagamenti della cassa integrazione in deroga al mese di giugno. Ad oggi, lunedi 18 gennaio 2021, tanti devono ancora percepire i mesi di luglio, agosto, settembre, ottobre, novembre e dicembre. In tanti hanno dovuto affrontare le feste senza alcun sostentamento. Noi, da qualche settimana abbiamo cercato di sollecitare il caso. Oggi, finalmente, arriva una plausibile spiegazione da parte del deputato nazionale del M5S, Michele Sodano che attraverso un post nel profilo del nostro Direttore, Nicolò Giangreco spiega:”Purtroppo è stato riscontrato un problema tecnico nel conteggio delle 5 settimane aggiuntive da parte dell’INPS che sta rallentando l’erogazione. L’istituto, tuttavia, ha assicurato di risolvere il tutto quanto prima e di procedere all’erogazione. Fino a giugno le settimane erano erogate dietro autorizzazione delle regioni. Adesso, volendo semplificare le cose, è stato disposto che l’erogazione passi direttamente tramite inps entro 15 gg dalla richiesta, ma invece di semplificare l’INPS sta bloccando le domande per un mero errore tecnico di calcolo delle settimane”. Apprezzabile l’intervento dell’On,Sodano nel dare qualche delucidazione in merito.

Ora si attende il buon senso da parte di chi debba provvedere all’erogazione di questi pagamenti, perchè si può tranquillamente comprendere un errore tecnico di calcolo, da parte dell’Inps, solo che le Banche spesso non vogliono sentire ragioni di alcunchè nei confronti di chi ad esempio deve versare rate di mutuo o altro e chi deve pagare le bollette o deve andare a fare la spesa per portare avanti le famiglie di certo non può trincerarsi dietro questi errori. Staremo a vedere se arriverà a breve una celere risposta dell’Inps.

Condividi
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    5
    Shares
  • 5
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.