RACALMUTO – Ricorso contro l’Imu sui terreni

Ricorso al Tar del Lazio perché il Governo ha inteso rivedere la classificazione dei Comuni montani, eliminando i criteri precedentemente esistenti, ed introducendo di fatto – come criterio principale- l’altitudine della casa comunale sul livello del mare. Lo ha presentato il Municipio di Racalmuto – la delibera è della Giunta del Sindaco Emilio Messana – in merito all’introduzione dell’Imu sui terreni agricoli. “Da quest’anno afferma il Sindaco Messana – Racalmuto non è più comune montano. La legge ha cambiato il metodo di misurazione. Ci si basa sul palazzo di città. Ma Racalmuto ha tantissime zone montane che sono più in alto rispetto al Municipio. Si tratta dunque di una tassazione che non ha fondamento e che indubbiamente si rivela essere pesantissima per i nostri concittadini”. Racalmuto è dunque fortemente penalizzato. Nel decreto ministeriale il municipio intravede profili di illegittimità e per questo ha fatto ricorso davanti al giudice amministrativo affidandosi – dando mandato all’avvocato Antonio Bartolini, prevedendo un compenso di 100 euro per Comune.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.