Archive | novembre 11th, 2017

RAVANUSA – “Trovato in possesso di hashish e marijuana”, arrestato un operaio

I carabinieri del reparto Operativo, avendo notato dei comportamenti sospetti, lo stavano monitorando da qualche tempo. Assieme ai militari dell’Arma di Ravanusa e Campobello di Licata hanno – durante la mattina – fatto scattare una perquisizione pesonale e domiciliare. Trovato in possesso di un panetto di hashish, di circa 80 grammi, e di un etto di marijuana è dunque scattato l’arresto. 

A finire nei guai – per l’ipotesi di reato di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio – è stato Giuseppe Galiano, 40 anni, operaio di Ravanusa.

I carabinieri – secondo le ricostruzioni del comando provinciale dell’Arma di Agrigento – oltre alla “roba” hanno posto sotto sequestro anche un bilancino di precisione. L’operaio è stato posto, su disposizione del sostituto procuratore di turno – titolare del fascicolo d’inchiesta subito aperto – agli arresti domiciliari. 

 

Postato in AGRIGENTO, Cronaca, In evidenza0 Comments

RACALMUTO – Nuova crisi politica, chi con il “Messana- Ter”? [VD TG]

di Nicolò Giangreco

Il mese di novembre sembra particolarmente caldo per la vita politica racalmutese. Lo scorso anno, 18 novembre 2016, venne respinta la mozione di sfiducia presentata dagli otto consiglieri ex maggioranza e oggi denominati “ Racalmuto prima di tutto “ e passati all’opposizione. Oggi, 10 novembre 2017, esattamente un anno dopo , il Sindaco di Racalmuto, Emilio Messana rimette tutto in discussione azzerando le deleghe dei suoi 4 assessori. Ritirata la delega a Valentina Zucchetto e Giuseppe Sole della Lista Borsellino, al vice Sindaco Carmela Matteliano e a Salvatore Picone, questi ultimi due in Giunta sin dalla naturale nascita del primo Governo Messana , giugno 2014.  Il “Messana-  bis”, non nasce subito dopo aver evitato la mozione di sfiducia, ma dopo due mesi abbondanti. Quando i 5 consiglieri comunali della Lista Borsellino, insediatisi sugli scranni dell’opposizione avendo perso le elezioni, decidono  per “il bene del paese” a loro dire, dopo avere salvato il Sindaco, di dare una mano d’aiuto , passando dall’opposizione a forza di Governo ed entrando in giunta insieme ai riconfermati Matteliano e Picone, l’unico a farne le spese è Paolo Alessi, e già qualche mese prima, l’altro assessore Salvatore Manto aveva presentato le dimissioni di sua iniziativa. Ma dopo 10 mesi scarsi, pare, che le cose siano nuovamente cambiate, ed ecco servito il colpo di scena “ i consiglieri comunali di “Racalmuto Prima di tutto”, nel frattempo diventati forti oppositori del Sindaco, anche con aspre critiche, potrebbero far ritorno alla loro naturale collocazione: cioè forza di Governo. A dare conferma del momento di “maretta” e che qualcosa si sia incrinato è proprio il Sindaco di Racalmuto, Emilio Messana con una nota stampa da lui firmata. “Voglio valutare la disponibilità delle forze politiche, dei movimenti, delle associazioni a contribuire alla programmazione e a partecipare alla direzione dell’ente”. Tra due anni andremo al voto e sono tanti i progetti in cantiere che richiedono un maggiore slancio”. E’ un percorso che ci siamo dati sin dal nostro insediamento e che abbiamo voluto proteggere anche dopo la mozione di sfiducia, scongiurando che il paese precipitasse in sterili polemiche. Nella composizione della nuova giunta  dovremo riflettere la forza e la credibilità del nostro rinnovato impegno nell’esclusivo interesse della nostra città”. Insomma, il messaggio sembra chiaro, “Racalmuto prima di tutto” pronto a rientrare non soltanto nella maggioranza del Sindaco, ma anche nell’esecutivo. E della Lista Borsellino cosa ne sarà? Ci si chiede con insistenza. Gli sconfitti che salvarono il vincitore, ritorneranno anche loro nella loro naturale collocazione,  di oppositori ferrei dei Sindaco? Se cosi sarà, possiamo dire, tutto perfetto, opposizione e maggioranza hanno operato davvero in armonia e per il bene di tutto e tutti, in primis del paese. Una storia perfetta che nemmeno nelle migliori favole si riesce a contornare. Ma siccome cosi non è, siamo convinti che, i prossimi saranno ancora giorni difficili per tutti, maggioranza e opposizione, ma che alla fine si raggiungerà una decisione buona per tutti. Dei quattro, secondo voci di piazza, l’unica che potrebbe essere salvata , e dunque entrare nel terzo Governo Messana, sarebbe la Vice Sindaco, Carmela Matteliano. Ma staremo a vedere. I giochi sono aperti.   [N.G.]

Postato in In evidenza, Politica, RACALMUTO, Video0 Comments

REGIONALI 2017 “Voti comprati a 25 euro ciascuno”, indagato il neodeputato Edy Tamajo

Voti comprati a 25 euro ciascuno. Con questa accusa la procura di Palermo ha avviato un’indagine su Edy Tamajo, 41 anni, neodeputato dell’Assemblea Regionale Siciliana, che domenica scorsa è risultato il più votato nelle liste palermitane: 13.984 preferenze candidato con Sicilia futura che appoggiava Fabrizio Micari.

Si tratta di una accusa legata per un reato legato alla politica e a questa tornata elettorale.

Già partiti perquisizioni e sequestri. I reati ipotizzati a carico di Tamajo sono: associazione per delinquere finalizzata alla compravendita di voti e corruzione elettorale. Coinvolte anche altre tre persone già identificate e localizzate nella parte sud-orientale della città, Brancaccio; si tratta di Giuseppe Montesano, Cristian D’Alia, Nicolina D’Alia.

Postato in Cronaca, In evidenza, PALERMO, Politica0 Comments


Advert

TROVACI SU FACEBOOK

ULTIME NOTIZIE

PREVISIONI METEO

ALMANACCO

HERCOLE NEWS 24

STASERA IN TV

Calendario

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

STATISTICHE

Site Info

TRS98