AGRIGENTO – Il sequestro di locale a Maddalusa, i titolari rimuovono le opere abusive

La Procura della Repubblica di Agrigento, con a capo il procuratore facente funzioni Salvatore Vella, ha disposto il dissequestro dello stabilimento balneare “Maddalusa Launch Beach”. La decisione è scaturita, dopo che i titolari hanno accettato di rimuovere le opere abusive con il ripristino dei luoghi, e dopo il pagamento di una cauzione di 2 mila euro alla Cassa delle ammende.  Il locale riaprirà a breve, offrendo alla clientela il servizio bar-ristorante, e i servizi da spiaggia.

Resta al momento sotto sequestro il solo parcheggio. I sigilli alla struttura commerciale di Maddalusa erano stati apposti, per costruzione abusiva su area vincolata, violazione del Codice dei beni culturali e del paesaggio, e occupazione abusiva di Demanio marittimo. Sequestro eseguito dal personale dalla sezione di Polizia giudiziaria della Procura il 28 giugno, e poi convalidato dal Gip del Tribunale di Agrigento.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.