Angelo Capodicasa resta in coma farmacologico dopo l’intervento chirurgico

Resterà in coma farmacologico ancora per qualche giorno. Il quadro clinico dell’ex presidente della Regione Angelo Capodicasa è stazionario. I medici – che non possono naturalmente ancora sciogliere la prognosi – sono però ottimisti. E lo sono dopo che il lungo intervento chirurgico, al quale l’importante uomo politico agrigentino è stato sottoposto, è riuscito. A confermare il quadro clinico stabile – il che è, appunto, confortante – sono gli esami strumentali: la Tac in maniera particolare. 

L’emorragia cerebrale sarebbe stata determinata dal trauma provocato da uno scivolone. Capodicasa, cadendo, avrebbe violentemente battuto la testa. A soccorrerlo, a quanto pare, è stato un medico suo vicino di casa. 

L’ex deputato e vice ministro alle Infrastrutture, soccorso nel primo pomeriggio di sabato a pochi passi dalla sua abitazione: ad Agrigento, dopo essere stato portato all’ospedale “San Giovanni di Dio” è stato trasferito alla Rianimazione dell’ospedale “Sant’Elia” di Caltanissetta.  

Condividi
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    4
    Shares
  • 4
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.