CALCIO – PROMOZIONE, Libertas 2010 – Usa Caltagirone 1-1

Libertas 1

Caltagirone 1

Libertas 2010: Savaia, Gaziano, Riccobono (40’ st Di Maggio), Minio (10’ st Ballacchino), Piccirillo, Cutaia, La Mendola (35’ st Cambiano), Cancelliere, Mustapha, Fanara, Cozma. Allenatore Alfredo Mattina.

Usa Sport Caltagirone: Trombino, Navanzino (13’ st Pardo), Scimonetti, Vitale, Aleo, Fodaro, Vitale, Monteverde (40’ st Lupisa), Sammartino, Spitale (13’ st Testa), Nobile.

Arbitro: Marco Salvatore Parrinello della sezione Aia di Palermo, assistenti: Maria Luisa Minnone e Giovanni Rosario Dioretico entrambi di Palermo.

Reti: 28’ pt Spitale su rigore, 40’ pt Mustapha.

GROTTE. Solo un pareggio tra Libertas e Usa sport di Caltagirone. Tutto nel primo tempo, tutto in pochi minuti. Manovra articolata degli agrigentini allenati da Alfredo Mattina che dopo la vittoria esterna ad Acate, davanti al proprio pubblico per l’esordio casalingo in campionato, non sono riusciti a capitalizzare al massimo l’impegno dell’undici schierato in campo. Qualche protesta per il rigore concesso dall’arbitro palermitano Parrinello che vede un uomo steso a terra e concede il penalty agli avversari. E poi in occasione di una rete annullata, ma regolare, messa a segno da Fanara che il direttore di gara non ha convalidato dopo essersi consultato con l’assistente donna, Maria Luisa Minnone, pure lei della sezione Aia di Palermo. La cronaca: la gara inizia con spruzzi e sprazzi dei grottesi in cerca della rete ma con la massima attenzione all’impostazione del gioco. Alla mezzora la chiave di svolta della gara: corner per la Libertas, rinvio lungo di un difensore calatino che pesca un compagno nell’area avversaria, questi cade ed è rigore. Trasforma Spitale quando il cronometro era fermo sul minuto numeri 28. La reazione della Libertas non si fa attendere. Al 40’ su azione corale della squadra di casa, cross di La Mendola sulla sinistra che pesca il nigeriano Mustapha. L’ex giocatore del Licata si invola e non lo ferma nessuno, solo la rete che si gonfia ed il gol del pareggio. Nel secondo tempo la squadra di casa, memore della lezione subita al primo tempo, attacca a testa bassa, ma crea diverse occasioni da rete: le più eclatanti con Cozma, lo stesso autore della rete del pareggio, Mustapha e Fanara. Ma nulla da fare, un ottimo Trombino chiude la saracinesca della porta a tutte le incursioni dei locali. Al 75’ l’episodio del goal annullato, ancora manovra sulla sinistra e rete di Fanara con la gioia smorzata dalla decisione dell’arbitro di riprendere con un calcio di punizione su presunto off side. Infine brivido al 92’ con Cozma impreciso che invece di tirare di piatto, la mette fuori di poco a lato. (*PAPI*) Paolo Picone

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.