CAMPOBELLO DI LICATA – Operaio morto in un cantiere, imprenditore condannato

A Campobello di Licata, il 9 agosto del 2015, un operaio di 40 anni, Antonio Lo Coco, impegnato nel sollevamento di una trave su di un cornicione, precipitò nel vuoto e morì sul colpo. Adesso il giudice monocratico del Tribunale di Agrigento, Rosanna Croce, ha condannato a 7 mesi di reclusione Ignazio Imbruglia, 52 anni, ed ha assolto il fratello di lui, Tommaso Imbruglia, 48 anni. Imbruglia, in quanto dirigente dell’impresa e responsabile della sicurezza sul lavoro, risarcirà la moglie e i fratelli della vittima che si sono costituiti parte civile. Stabilita già una provvisionale, subito esecutiva, di 45mila euro.

 

Condividi
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    3
    Shares
  • 3
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.