CATANIA – Torture sui bimbi, maxi operazione contro la pedopornografia on line

Trentaquattro persone sono indagate nell’ambito di una vasta operazione di contrasto della pornografia minorile su internet nata dalla collaborazione tra la polizia di Stato italiana e quella tedesca. La Procura di Catania ha disposto numerose perquisizioni domiciliari in varie città d’Italia, eseguite dalla polizia postale, nei confronti di 34 individui che dovranno rispondere adesso di detenzione e divulgazione di video pedopornografici su internet. Due persone, a Milano e Bologna, rispettivamente di 63 e 43 anni, sono state arrestate.

Gli indagati scaricavano e diffondevano video di pornografia minorile, alcuni dei quali mostravano abusi sessuali su bambini in età infantile, spesso di pochi anni, anche con torture.

Le perquisizioni hanno interessato le città di Bologna, Brescia, Cagliari, Catania, Como, Cuneo, Firenze, Ferrara, Livorno, Milano, Messina, Napoli, Novara, Pesaro, Pisa, Ragusa, Roma, Savona, Siena, Siracusa, Torino e Verona. Sequestrata un’ingente quantità di materiale: computer, hard disk, pen drive e supporti ottici.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.