CORECOM SICILIA – “Buoni i risultati raggiunti in collaborazione con l’Ispettorato Territoriale Sicilia e con Rai Way!.

Dati statistici confermano come la Sicilia sia tra le regioni meno colpite da disservizi legati alla trasmissione delle reti del servizio pubblico nazionale dopo il passaggio dall’analogico al digitale terrestre.

Il bilancio che si profila a due anni dall’arrivo del digitale terrestre in Sicilia è senz’altro positivo, grazie a un lavoro di team ben riuscito che consente al Mux1 (Rai 1 – Rai 2- Rai 3- Rai News 24) una copertura regionale per abitanti pari al 99,4%.

“Il Corecom Sicilia – dichiara il Presidente Di Vuolo – in collaborazione con l’Ispettorato Territoriale Sicilia e con Ray Way Ufficio Regionale di Gestione Territoriale zona Sicilia, si è attivato per risolvere molte delle problematiche segnalate dagli utenti. Infatti, dopo lo switch-off è stata inoltrata da parte del Corecom Sicilia, ai sindaci di tutti i comuni della regione, la richiesta di indicare eventuali anomalie nella ricezione dei programmi, al fine d’individuare soluzioni alle disfunzioni evidenziate e garantire la visione della programmazione televisiva.

Con Rai Way ed Ispettorato delle telecomunicazioni, a supporto dell’utenza, particolare attenzione è stata dedicata al confronto con gli installatori di antenne; e sempre  in collaborazione con il Corecon Sicilia e con le associazioni di categoria sono stati organizzati incontri tecnici formativi sin dal 2011, al fine di stabilire un “filo diretto” con gli operatori del settore.

Questo lavoro di squadra, conclude Di Vuolo, ha permesso di centrare molti degli obiettivi prefissati, e di risolvere gran parte delle criticità riscontrate dagli utenti che al contrario, permangono ancora in altre regioni d’Italia.”

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.