LAMPEDUSA – Estorsione e incendio, 4 anni di carcere per Cono Cucina

4 anni e 10 giorni di carcere per l’accusa di estorsione, incendio e detenzione illegale di arma: è la pena inflitta dal giudice monocratico Gianfranca Claudia Infantino nei confronti del disoccupato Cono Cucina, 43 anni, di Lampedusa , accusato di avere chiesto la “messa a posto” al titolare di un’impresa di autonoleggio proprio all’indomani dell’incendio di quattro autovetture della propria attività. Cucina, secondo la ricostruzione dell’episodio, aveva chiesto, a un imprenditore, titolare di una ditta che noleggia autovetture, 200 euro per “essere messo a posto”. Ma il titolare dell’azienda, invece, non ci pensò due volte ad avvisare i Carabinieri che, al momento della consegna del denaro hanno arrestato Cucina.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.