PROVINCIA – Toscanini e Cupa: convocato un tavolo tecnico

Un “tavolo tecnico” per discutere del futuro del CUPA e dell’Istituto Toscani di Ribera è stato convocato dal Commissario Straordinario Benito Infurnari lunedì 23  settembre, alle ore 11:00, nella sede della Presidenza della Provincia.

All’incontro sono stati invitati il Ministro dell’Interno On. Angelino Alfano, la Deputazione europea, nazionale e regionale della provincia di Agrigento, gli Assessori Regionali Mariella Lo Bello e Nelli Scilabra, il Prefetto di Agrigento, il Presidente e il Direttore del Consorzio Universitario e il Presidente dell’Istituto Musicale Toscanini di Ribera  e il Sindaco di Ribera, Carmelo Pace.

Nell’invito si evidenzia come la Provincia, già da tempo, a causa del taglio dei trasferimenti statali e regionali, abbia rappresentato nelle sedi opportune, l’impossibilità di mantenere la dotazione finanziaria destinata al Consorzio Universitario della provincia di Agrigento e all’istituto Musicale “Toscanini” di Ribera. Questa condizione di carenza  di risorse finanziarie ha, conseguentemente, creato un clima di profonda incertezza che riguarda il futuro delle maggiori istituzioni accademiche del nostro territorio, fondamentali per lo sviluppo socio-economico dell’intera provincia.

Nelle more della definizione del quadro normativo riguardante il destino delle Province e la nascita dei “liberi Consorzi”, la Provincia ritiene necessario, quindi, promuovere un tavolo tecnico che definisca un percorso legislativo e/o amministrativo per dare una risposta immediata ai bisogni di crescita del nostro territorio che verrebbe irrimediabilmente penalizzato ove, entro il 31 dicembre, non vengano reperite le opportune risorse che diano certezze alla sopravvivenza del CUPA e dell’Istituto Musicale di Ribera.

 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.