SAN CATALDO – Confiscati beni per 2 mln all’imprenditore Diego Calì

Passano definitivamente allo Stato i beni di Diego Calì, 67 anni, di San Cataldo. L’acquisizione del patrimonio del sancataldese giunge dopo la pronuncia di ieri della Corte Suprema di Cassazione.

La confisca riguarda una società di pompe funebri, una società di commercio di articoli funerari, 3 ville, 6 appartamenti (di cui 4 in costruzione, 8 terreni, 6 magazzini deposito, 14 autoveicoli (tra cui due carri funebri), un velivolo da diporto, 6 conti correnti, 10 depositi risparmio ed un fondo di investimento. I beni confiscati hanno un valore di 2 milioni di euro.

Il patrimonio di Calì era già stato sequestrato a conclusione delle indagini sul “Nuovo mandamento”, avviate dopo l’omicidio di Salvatore Calì avvenuto 10 anni fa ed il tentato omicidio di Stefano Mosca del 27 novembre del 2009. Ad eseguire la confisca sono stati i carabinieri di Caltanissetta.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.