AGRIGENTO – “Il titolo di specializzazione era falso”, insegnante dovrà restituire 51 mila euro

La sezione giurisdizionale della Corte dei conti (sentenza 3077/2013) ha condannato un’insegnante di sostegno di Agrigento, Maria Clemente, 42 anni, a versare al ministero dell’Istruzione 51.086 euro (oltre a rivalutazione, interessi legali e spese di giudizio). Si tratta dell’equivalente degli stipendi percepiti dal 2000 al 2008. Il danno erariale accertato dalla magistratura contabile scaturirebbe dalla “falsità” del titolo di specializzazione – rilasciato nel 1997 dall’Anfe e controfirmato dal Provveditorato agli studi – che avrebbe consentito all’insegnante di ottenere l’incarico.  Per questi stessi fatti la donna è stata licenziata dal Provveditorato che l’ha anche denunciata penalmente.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.