AGRIGENTO – Morte Loredana Guida, 7 avvisi di garanzia tra medici e infermieri

Sono 7 gli avvisi di garanzia in corso di notifica tra medici e infermieri le persone iscritte nel registro degli indagati dal sostituto procuratore della Repubblica di Agrigento Elenia Manno con l’ipotesi di reato di omicidio colposo.

La vicenda è quella legata alla morte dell’insegnante e giornalista Loredana Guida avvenuta dopo una settimana di ricovero all’ospedale San Giovanni di Dio di Agrigento per malaria che aveva contratto in un precedente viaggio in Nigeria. Gli indagati adesso potranno nominare, così come i familiari di Loredana, il proprio consulente tecnico di fiducia per prendere parte all’irripetibile esame autoptico. All’autopsia non parteciperà anche l’infettivologo.

L’esame autoptico dovrà chiarire la causa del decesso di Loredana Guida e quant’altro utile, nei limiti delle competenze tecniche, per la ricostruzione dei fatti. 

L’inchiesta scaturisce dall’esposto dei familiari presentato in procura.

Dopo la tragedia, i familiari di Loredana Guida – rappresentati e difesi dall’avvocato Daniela Posante – hanno presentato un esposto alla Procura della Repubblica. La Procura ha aperto un fascicolo, a carico di ignoti, per omicidio colposo. 


Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.