CAMMARATA – In libertà due imprenditori coinvolti nell’inchiesta “Cumbertazione”

Il quadro indiziario è carente: gli imprenditori Alessio La Corte, 32 anni, e Vito La Greca, di 39 anni, di Cammarata, arrestati nell’ambito di un’inchiesta  che ipotizza un giro di apppalti  truccati con la regia  della “Ndrangheta”, tornano in libertà. La Cassazione, alla quale si era rivolto il difensore, l’avvocato Eugenio Longo, ha annullato l’ordinanza cautelare che applicava loro gli arresti domiilciari con l’accusa di turbativa d’asta aggravata.

Nell’inchiesta erano stati arrestati altri due imprenditori della provincia di Agrigento – Filippo e Francesco Migliore , 48 e 56 anni- e anche loro, tre settimane fa, sono stati rimessi in libertà. Sono state in tutto 25 le persone arrestate nell’ambito dell’operazione della Guardia di Finanza e della Dda di Reggio Calabria, denominata “Cumbertazione”.  

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.