CANICATTI’ – Assolto il giornalista Carmelo Vella

Assolti perché il fatto non sussiste. E’ questa la sentenza emessa ieri pomeriggio dai Giudici della terza sezione della Corte d’Appello del Tribunale di Palermo  nei confronti dell’editore Grazia Adamo, del direttore il giornalista  Carmelo Vella e del vignettista Salvatore Treppiedi, del mensile il “Grillo Parlante”,  stampato a Canicattì sino al 2008 e che successivamente  ha cessato la propria attività. I giudici palermitani  hanno completamente ribaltato la sentenza di primo grado emessa nel novembre dello scorso anno dal Got del Tribunale di Canicattì, che aveva visto la condanna di Adamo e Vella a mille euro di multa e di Treppiedi a 2000 euro per il reato di diffamazione a mezzo stampa. Era stato il vice comandante della polizia municipale di Canicattì Patrizia Sola a presentare querela nei confronti dei tre imputati  perché si era riconosciuta in una vignetta pubblicata dal mensile. Gli imputati, in primo grado erano stati condannati ,inoltre, a risarcire in sede civile i danni al vice comandante dei vigili urbani ed al pagamento delle spese processuali. Il processo dopo una richiesta di archiviazione aveva preso il via nel 2011 dopo il rinvio a giudizio degli imputati disposto dal Sostituto Procuratore Michela Francorsi. L’editore del mensile Grazia Adamo è stata difesa dall’avvocato Salvino Iannello mentre Carmelo Vella e Totò Treppiedi dall’avvocato Diego Giarratana.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.