Migrante risultato positivo al COVID-19, l’intervento della Prefettura di Agrigento

In relazione alla notizia appresa nella serata di ieri circa la positività al COVID-19 di un migrante giunto a Porto Empedocle, nella serata dell’08 aprile scorso, a mezzo del traghetto di linea proveniente da Lampedusa e successivamente condotto all’hotspot di Pozzallo insieme al gruppo di ulteriori 49 migranti, la Prefettura comunica quanto segue. Nella finalità di porre in essere tutte le possibili misure per individuare le eventuali fonti di ulteriore contagio, si è provveduto tempestivamente ad interessare l’Ufficiale sanitario di Porto Empedocle e la Direzione Sanitaria dell’ASP di Agrigento perché siano individuati i soggetti di questa provincia che hanno avuto contatti con il migrante, i quali, accanto ad un periodo di isolamento fiduciario, saranno altresì destinatari di un servizio medico di sorveglianza attiva ed eventualmente saranno sottoposti a tampone nel caso in cui dovesse esserne riscontrata la necessità. Si soggiunge che, come reso noto dalla stessa autorità sanitaria, già nei momenti successivi all’arrivo a Porto Empedocle era stata effettuata, a scopo preventivo e precauzionale, la sanificazione dell’ambiente a bordo della nave di linea sulla quale i migranti avevano viaggiato. Si segnala infine che il personale della Polizia di Stato ed il personale sanitario presente allo sbarco era munito di idonei dispositivi di protezione individuale, tuttavia anche nei confronti dello stesso personale verranno poste in essere tutte le procedure ritenute a tutelarne la salute ed a intervenire in caso di insorgenza di qualsiasi possibile sintomatologia.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.