RACALMUTO – Processo “Giochi di potere”: Comune parte civile

Ha preso il via ieri, dinanzi ai giudici del Tribunale di Agrigento, il processo nei confronti di 21 imputati, tutti di Racalmuto, coinvolti nell’inchiesta “Giochi di potere”, accusati di truffa aggravata, abuso d’ufficio e abusivismo edilizio relativamente alla realizzazione di tre alberghi finanziati con fondi dell’Ue. Sul banco degli imputati siedono l”ex sindaco Salvatore Petrotto, il suo ex consulente Calogero Mattina, gli imprenditori Adamo Chiarelli, Luigi Martorelli, Calogero Cacciato, Calogera Sena, Salvatore Cutaia, Carmela Falletta, Sergio Borsellino e Andrea Borsellino; i progettisti Paolo Lo Iacono, Eduardo Chiarelli e Camillo Santalucia; i costruttori Marco Curto, Antonino Moncada, Giuseppe Cicero; i tre ex dirigenti dell’Utc Domenico Graci, Lillo Chiarelli, e Ignazio Romano; gli impiegati dell’Ufficio tecnico comunale Diego Salvo e Giacomo Lombardo. Nel corso dell’udienza di ieri, il legale del Comune di Racalmuto ha chiesto di potersi costituire parte civile per conto dell’Ente. La prossima udienza è fissata per il 9 luglio.

Condividi
         
 
   

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.