RACALMUTO – Report seduta consiglio comunale del 21 settembre

Nella seduta ieri il consiglio comunale di Racalmuto ha affrontato due temi di grande importanza ed attualità: la gestione pubblica del servizio idrico e la problematica relativa all’Ipia Marconi di Racalmuto.

Su proposta del presidente del consiglio è stato votato all’unanimità un atto di indirizzo con cui si da mandato al sindaco di attuare le procedure necessarie per la gestione pubblica del servizio idrico.

Durante la seduta è stato letto il documento unitario firmato dai sindaci dei 27 comuni della provincia di Agrigento appartenenti all’ex AG9, con cui si impegnano a sottoporre all’approvazione dei rispettivi consigli comunali apposita delibera per la definizione delle procedure per la gestione del servizio idrico in forma diretta e pubblica.

Nel corso della seduta è intervenuto l’onorevole Matteo Mangiacavallo, deputato regionale del movimento cinque stelle, il quale ha illustrato la legge regionale n.19 dell 11 agosto 2015, definendola uno spiraglio per i comuni della provincia, i quali entro il 20 novembre dovranno deliberare nei rispettivi consigli comunali la volontà di di adottare la forma pubblica per la gestione del servizio idrico.

Il presidente del consiglio ribadisce la volontà del consiglio di intraprendere tutte le azioni affinché si possa tornare alla gestione pubblica dell’acqua.

Nella seduta di ieri si è discusso, anche, della problematica dell’Ipia G.Marconi di Racalmuto

Su proposta del consigliere comunale Salvatore Maniglia e alla presenza degli alunni e dei genitori, è stata affrontata la problematica della classe seconda, che quest’anno non si è formata. Il consiglio ha deciso di convocare una seduta pubblica e aperta in cui sarà invitato il dirigente scolastico dell’istituto ed altre autorità scolastiche e politiche per trovare una soluzione giusta per la probematica attuale e discutere sulle prospettive dell’istituto.

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.